• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI EVERTON-LIVERPOOL

PAGELLE E TABELLINO DI EVERTON-LIVERPOOL

Ibe, che esordio. Sakho disastroso. Barkley doveva entrare prima


Jordon Ibe ©Getty Images
Andrea Della Sala

07/02/2015 20:20

ECCO LE PAGELLE DI EVERTON-LIVERPOOL:

 

EVERTON

Joel 6 – La sua partita inizia con un’avventata uscita su Sterling, ma è l’unica sua imprecisione nella partita. Sicuro e reattivo, devia bene la punizione di Gerrard, ed è provvidenziale, in uscita bassa, su Ibe.

Oviedo 5,5 – Soffre l’iniziale sfrontatezza di Ibe, faticando non poco a contenerlo. Poi con un po’ di esperienza e un po’ di buone maniere gli prende le misure e la sua prestazione, in un ruolo non suo, è quasi sufficiente.

Jagielka 6,5 – L’eroe del match d’andata dimostra nuovamente di avere grande temperamento soprattutto in partite cariche di tensione come questa. Grande solidità difensiva, svetta su tutte le palle aeree, l’Everton dietro, soprattutto in area di rigore, rischia davvero poco.

Stones 6 – Meno sicuro del compagno di reparto, ma non commette alcun errore. Solido ed efficace, qualche imprecisione di troppo in fase di disimpegno.

Coleman 6,5 – Il suo compito è facilitato dalla scarsa vena offensiva di Alberto Moreno. Non deve prestare particolare attenzione a coprire la sua zona, perché il Liverpool è più efficace dalla corsia opposta. Si spinge in avanti con continuità, soprattutto nella seconda frazione e nel finale, imbeccato da Barkley rischia di trovare il colpo del k.o.

Besic 5 – Ha buona tecnica, ma si piace troppo e in quella posizione può essere un grosso problema. A volte si fida troppo dei suoi piedi e perde palloni che possono essere davvero critici. Troppi leziosismi. Dall’86’ Alcaraz sv – entra nei minuti finali

Barry 5,5 – Il piede c’è, ed è ancora buono ma manca d’intensità in una partita che d’intensità ne richiede davvero parecchia. Fatica a dare il suo contributo a questi ritmi.

McCarthy 4,5 – Mai nel vivo del gioco. Il tackle a due gambe su Coutinho è la cosa per la quale lo si ricorda in questo derby. Contributo assente in una partita in cui le motivazioni dovrebbero essere a mille.

Mirallas 5,5 – Parte bene, anche se si aziona solo quando riceve palla. Poco movimento in fase passiva, e, tutto sommato, anche quando ha il pallone tra i piedi combina ben poco. Si innervosisce per qualche decisione arbitrale e non riesce più a rientrare in partita. Dal 59’ Lennon

Naismith 6 – Mette in campo tutta la grinta e l’agonismo che possiede. Ha grande temperamento e in questi match, il suo carattere viene fuori alla grande. Non incide granché, ma averlo in squadra rassicura tutti i compagni. Si fa male dopo pochi minuti e resiste in campo per tutta la partita. Dall’86 Barkley 6,5 – In pochi minuti riesce ad accendere la scintilla, trova l’apertura per Coleman e quasi arriva il go. Meritava più spazio.

Lukaku 5 – Isolato e fuori dalla manovra per tutto il primo tempo, non viene mai a prendersi palla e i compagni faticano a trovarlo. Cerca di muoversi un pochino di più nella seconda frazione ma non riesce a creare alcun pericolo alla retroguardia dei Reds.

All. Martinez 5,5 – Sbaglia probabilmente la formazione iniziale lasciando fuori Barkley che nei minuti finali crea più pericoli di tuti i suoi compagni in 90’. Squadra grintosa, ma crea troppo poco per poter vincere la partita.

 

LIVERPOOL

Mignolet 6,5  – Tiene alta la concentrazione, nonostante non debba fare particolari interventi per difendere la sua porta, ma è fondamentale il suo intervento nel finale su Coleman.

Can 5,5 – Lui il pallone lo recupera, ed è bravo sull’uomo, concedendo davvero poco agli offensivi del Liverpool, peccato che spesso rovini tutto fidandosi troppo della sua tecnica e rischiando troppo.

Skrtel 6,5 – Sicuramente il più solido e concreto della linea difensiva. Bada poco allo stile e alle maniere, ma alla fine è efficace ed è quello che conta.

Sakho 4,5 – Sempre insicuro. Goffo e impacciato nei movimenti, è in difficoltà per tutti i 90’ della partita. Fatica in marcatura e si complica la vita quando ha il pallone tra i piedi, i tifose dei Reds tremano quando la palla finisce nella sua zona.

Ibe 7 – Richiamato anzitempo da Rodgers dal prestito al Derby County, è alla terza presenza in Premier League, ma dalla sfrontatezza che mette in campo non si direbbe. E’ di gran lunga il più pericoloso del Liverpool, va subito vicino al gol, ma Joel si oppone e colpisce un palo dalla lunga distanza. Anche nella seconda frazione tutti i pericoli nascono dalla sua fascia.

Lucas sv – Gioca appena 16’ e poi è costretto a lasciare il campo per un infortunio. Dal 16’ Allen 5,5 – Sicuramente ha più tecnica da metter in campo al posto di Lucas, ma non ha il suo senso tattico e la sua fase d’interdizione e a tratti il Liverpool paga questa mancanza.

Henderson 5,5 – Non riesce a far girare la squadra come vorrebbe. Non trova la miglior posizione ed è poco presente in regia. Col passare dei minuti si innervosisce.

Moreno 5 – Troppo timido. Non affronta praticamente mai Coleman, che infatti si prende la libertà di attaccare. Non arriva mai al cross, e si limita a tenere la sua posizione. Ha anche una buona occasione in area, ma non ha la reattività per deviare la palla in porta.

Gerrard 6 – Stranamente silenzioso a inizio partita, cresce poi nel secondo tempo dove sfiora una storica rete, nel suo ultimo derby in Premier League, in rovesciata.

Coutinho 6 – Il Liverpool conta molto sulle sue giocate, il brasiliano non è però nella sua giornata più ispirata. Dalle sue folate nasce sempre qualche pericolo, ma forse soffre un po’ troppo il “trattamento speciale” riservatogli dall’Everton. Esce dopo i tanti colpi ricevuti. Dal 55’ Sturridge 5,5 – Rientra dopo l’infortunio, ma non riesce a incidere come vorrebbe.

Sterling 5,5 – A inizio partita è lui l’unico a fare movimento nel reparto offensivo di Rodgers. Svaria da un lato all’altro del campo, non dando punti di riferimento ai difensori dell’Eveton, ma si spegne troppo presto. Dall’82’ Lambert

All. Rodgers 6 – Un punto che gli serve poco. E’ la sua squadra ad avere le occasioni maggiori, anche se nel finale poi rischia la beffa. L’infortunio di Lucas non lo aiuta, ma dietro il Liverpool è sempre troppo ballerino.

Arbitro: Taylor 7 – Vince a mani basse il titolo di migliore in campo del match. Gestisce il derby alla grande, senza sbagliare nulla e usando al momento giusto i cartellini. Partita non facile da dirigere, mantiene la calma e si fa rispettare.

 

TABELLINO

EVERTON-LIVERPOOL 0-0

Everton (4-2-3-1): Joel; Oviedo, Jagielka, Stones, Coleman; Besic (dall’86’ Alcaraz), Barry; McCarthy, Mirallas (dal 59’ Lennon), Naismith (dall’86 Barkley); Lukaku.
A disp.: Griffiths, Gibson, Kone, Browning.

Liverpool (3-4-3): Mignolet; Can, Skrtel, Sakho; Ibe, Lucas (dal 16’ Allen), Henderson, Moreno; Gerrard, Coutinho (dal 55’ Sturridge), Sterling (dall’82’ Lambert).
A disp.: Ward, Johnson, Lovren, Markovic.

Marcatori:

Arbitro: Taylor

Ammoniti: 37’ McCarthy (E), 72’ Oviedo (E), 78’ Henderson (L), 78’ Naismith (E)

Espulsi




Commenta con Facebook