• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Spagna > Milan, Ancelotti: "Berlusconi voleva sapere la formazione. Su Conte, Balotelli e rinnovo..."

Milan, Ancelotti: "Berlusconi voleva sapere la formazione. Su Conte, Balotelli e rinnovo..."

Il tecnico dei Galacticos si è soffermato sull'argomento nazionale


Carlo Ancelotti (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

20/11/2014 11:38

REAL MADRID ANCELOTTI NAZIONALE CONTE RINNOVO / MADRID (Spagna) - Carlo Ancelotti attualmente è tra i migliori tecnici del mondo, e spesso il suo nome è stato accostato alla panchina della Nazionale italiana. Intervistato da 'Radio Nacional de Espana' ha così dichiarato: "Sto molto bene al Real Madrid e anche i dirigenti della Figc lo sanno, infatti, in estate non mi hanno contattato per offrirmi la panchina azzurra. A me piace allenare ogni giorno, stare con i giocatori e vivere il calcio nella quotidianità. Fare il ct sarebbe completamente diverso, per questo preferirei evitare questo ruolo. Fortunatamente credo che l'Italia comunque abbia già un validissimo tecnico come Antonio Conte. L'ex allenatore della Juventus sta gestendo bene le cose nonostante le tante difficoltà di dover allenare una nazionale ricca di giovani, privi della giusta esperienza internazionale. Per quanto riguarda Balotelli, credo che si faccia troppo rumore intorno al ragazzo, il mondo ha altri problemi per dover sempre e solo pensare all'attaccante del Liverpool".

RINNOVO - Ancelotti ha il contratto in scadenza nel giugno del 2016 e quindi gli è stato chiesto cosa ha intenzione di fare per il futuro: "Per ora non ho ricevuto nessuna offerta, ma mi piacerebbe rinnovare. Credo che sia difficile trovare un club migliore di questo per me. Manca ancora un anno e mezzo, c'è tempo per fare tutto. Non ho avuto mai problemi con Florentino Perez che mi ha sempre fatto lavorare tranquillamente, anche quando le cose andavano male, non mi ha mai chiesto nemmeno la formazione che avrei schierato. Ai tempi del Milan, invece, Berlusconi spesso voleva sapere l'undici che avrei messo in campo, ma anche lui non ha mai creato problemi quando il momento era complicato, magari buttava un po' di benzina quando le cose andavano bene chiedendo un gioco più offensivo, ma nulla di più".




Commenta con Facebook