• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-PALERMO

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-PALERMO

Llorente si sblocca, Vidal torna guerriero in campo. Ai rosanero non basta Dybala


Vidal sblocca l
Giorgio Elia

26/10/2014 16:49

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS-PALERMO

 

JUVENTUS

Buffon 6 - Deve intervenire su una conclusione dalla distanza di Dybala, mantenendo inviolata la sua porta.

Ogbonna 6 - Nulla da dire dal punto di vista difensivo, avverte qualche difficoltà nel partecipare allo sviluppo del gioco della squadra. Allegri se ne accorge e lo sposta al centro, invertendo la sua posizione con Bonucci. 

Bonucci 6,5 - Parte da centrale poi si sposta a destra per offrire un'alternativa in più alla squadra in fase di palleggio, offrendo ai suoi tifosi un paio di giocate e di disimpegni difensivi da applausi. 

Chiellini 6 - Un po' di difficoltà nel confronto con Vazquez l'avverte, ma riesce per buona parte della partita a far valere la sua esperienza. 

Pereyra 5,5 - Non è Lichtsteiner e si vede, ma riesce comunque a sostituire con sufficienza lo svizzero. Meno rodato al tipo di gioco che il suo ruolo prevede nel meccanismo bianconero, riesce a fornire un paio di spunti interessanti sulla fascia destra. Dal 53's.t. Lichtsteiner 6,5 - Entra bene sul terreno di gioco offrendo fin da subito un apporto sia dal punto di vista della qualità che della quantità delle azioni prodotte, superiore a Pereyra. 

Vidal 7 - Torna a far parlare di sé per quanto fatto sul terreno di gioco, dopo settimane di vicende extra-campo. Sblocca l'equilibrio iniziale finalizzando un'ottima azione di Tevez, abbattendo così il muro eretto da Iachini con il suo Palermo.

Pirlo 6 - Non è al top della condizione e si vede, ma la qualità della sua regia anche nel saper far circolare la sfera di gioco da un fronte all'altro, cresce rispetto all'insufficiente prova fornita nella trasferta in Grecia di Champions League. Dal 65's.t. Pogba 6,5 - Positivo il suo impatto con il match con giocate di pura classe e alta tecnica individuale con il pallone tra i piedi, propiziando occasioni da rete con precisi fraseggi con i compagni del reparto offensivo. 

Marchisio 6,5 - Molto dinamico il "Principino" in mezzo al campo, abile nel recuperare un gran numero di palloni e nel proporsi per la costruzione del gioco. Finalizza spesso la manovra con conclusioni pericolose dalle parti di Sorrentino. 

Asamoah 6,5 - Più incisivo di Pereyra guadagna punizioni pericolose vincendo il duello con Pisano e offrendo uno sbocco interessante a sinistra alla sua squadra, allargando così le maglie difensive degli avversari. 

Tevez 6,5 - Non segna ma manda in rete Vidal inventandosi l'azione dell'1-0, abbassando spesso la sua posizione per partecipare attivamente alla costruzione delle occasioni da rete per la sua squadra. Dal 80's.t. Giovinco 6,5 - Sfiora il 3-0 per la sua squadra con un gran mancino che si infrange sul palo. 

Llorente 7 - Offre alla squadra un'ottimo lavoro spalle alla porta aprendo dei varchi per i compagni alle sue spalle: rompe il digiuno sovrastando Feddal con un imperioso stacco di testa. 

Allenatore Allegri 6,5 - Gestisce bene le forze in mezzo al campo, con la scelta di puntare su Llorente che risulta vincente con la prima rete in campionato dello spagnolo. 

 

PALERMO

Sorrentino 6 - Non ha colpe sulle reti dei bianconeri, facendosi trovare comunque pronto sugli altri tentativi dei padroni di casa. 

Munoz 6 - Tiene bene nel duello fisico con Llorente, mostrando di aver recuperato dall'infortunio che lo aveva tenuto fuori per oltre un mese. 

Gonzalez 6,5 - Senza dubbio il migliore della linea difensiva a cinque eretta da Iachini per provare ad arginare la Juventus, confermando le buone impressioni del suo debutto in Italia contro il Cesena. 

Andelkovic 6 - Si comporta bene al pari degli altri due compagni di reparto Munoz e Gonzalez, provando con le buone e con le cattive a limitare Tevez e Llorente. 

Pisano 5 - Ritarda la chiusura su Vidal in occasione della rete del cileno, non sfruttando le occasioni capitategli per far ripartire la squadra sulla sua fascia di competenza. 

Bolzoni 5,5 - Poco filtro in mezzo al campo spesso preso in mezzo tra Marchisio e Pirlo, con scarsa efficacia anche in fase di rottura del gioco avversario. 

Rigoni 5 - Efficace nell'offrire copertura alla linea difensiva in azione di interdizione, ma poco preciso quando deve dettare la manovra di gioco tanto da subire i continui richiami di Iachini. Da una sua incomprensione con Feddal nasce l'azione che sfocia nella rete di Vidal. Dal 74's.t. Maresca s.v.

Barreto 5 - Non riesce a far valere la sua esperienza nello sviluppo della manovra della squadra in fase di ripartenza, spesso confusionario con il pallone tra i piedi. Dal 59's.t. Belotti 6 - Il "gallo" prova a creare qualcosa di buono in avanti muovendosi bene lungo tutto il fronte dell'attacco, venendo però poco assistito e seguito dai suoi compagni. 

Feddal 4,5 - Parte bene in marcatura su Pereyra, ma la sua imprecisione nella giocata nata da un malinteso con Rigoni avvia l'azione di Tevez conclusa con la rete di Vidal che rompe gli equilibri. Si ripete in negativo nella ripresa, sbagliando un disimpegno che libera ancora al tiro Vidal che però non inquadra la porta. 

Vazquez 6 - Con Gonzalez e Dybala tra i migliori dei rosanero, con la sua tecnica e forza fisica che permettono al Palermo di batter qualche colpo anche nella metà campo di gioco juventina. Dal suo mancino e dalla sua testa le occasioni più ghiotte rosanero, in entrambe le circostanze però la sfera di gioco si perde alta sopra la porta difesa da Buffon. Dal 80's.t. Quaison s.v.

Dybala 6,5 - Il piccolo Paulo non ha paura di sfidare l'intera linea di centrali bianconeri, riuscendo ad accendere la luce in avanti al pari di Vazquez. Con il suo connazionale confeziona l'azione più pericoloso con il sinistro del Mudo deviato in corner da Ogbonna. 

Allenatore Iachini 6 - La sua squadra tiene bene fino alla rete di Vidal, ma non riesce a reagire nonostante l'ingresso in campo di Belotti al posto di Barreto. 

Arbitro Calvarese 6 - Buona direzione di gara la sua, facilitata anche dalla grande sportività dei giocatori in campo. 

 

TABELLINO 

JUVENTUS-PALERMO 2-0

JUVENTUS: 1 Buffon (cap.); 5 Ogbonna, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 37 Pereyra(Lichtsteiner 53's.t.), 23 Vidal, 21 Pirlo(Pogba 65's.t.), 8 Marchisio, 22 Asamoah; 14 Llorente, 10 Tevez(Giovinco 80's.t.). A disp.: 30 Storari, 34 Rubinho, 2 Romulo, 9 Morata, 11 Coman, 38 Mattiello. Allenatore: Massimiliano Allegri.

PALERMO: 70 Sorrentino; 6 Munoz, 12 Gonzalez, 4 Andelkovic; 3 Pisano, 15 Bolzoni, 27 Rigoni(Maresca 74's.t.), 8 Barreto (Belotti 59's.t.), 23 Feddal; 20 Vazquez(Quaison 80's.t.), 9 Dybala. A disp.: 1 Ujkani, 2 Vitiello, 7 Lazaar, 10 Joao Silva, 11 Makienok, 18 Chochev, 19 Terzi, 33 Daprelà, 89 Morganella. Allenatore: Giuseppe Iachini.

ARBITRO: Gianpaolo Calvarese

Marcatori: Vidal(J) 32'p.t., Llorente(J) 64's.t.

Ammoniti: Barreto(P), Marchisio(J), Vidal(J)




Commenta con Facebook