• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile 2014 > Italia, tutti i nomi per il dopo Prandelli

Italia, tutti i nomi per il dopo Prandelli

I principali candidati al momento sono Allegri, Mancini, Guidolin e Spalletti


Allegri (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

27/06/2014 08:45

ITALIA NAZIONALE PRANDELLI MANCINI / ROMA – Dopo la disastrosa spedizione brasiliana è tempo di cambiamenti per la Nazionale italiana. Archiviate le dimissioni di Abete e Prandelli ci si interroga su chi sarà chiamato a guidare il nuovo corso azzurro: come riporta l’edizione odierna de ‘La Gazzetta delloSport’ i due favoriti per la poltrona di presidente della Federcalcio, Demetrio Albertini e Giancarlo Tavecchio, hanno visioni diametralmente opposte sul futuro, con il primo intenzionato a trovare sul mercato il sostituto di Prandelli e il secondo più incline ad una politica di austerità. I principali candidati alla sostituzione dell’allenatore di Orzinuovi restano però fondamentalmente quattro, oltre a un paio di possibili sorprese.

ALLEGRI – L’ex allenatore del Milan, come anticipato da Calciomercato.it, sembra attualmente il candidato principale dato che gode di molta stima all’interno degli ambienti federali. E’ abituato ad ingaggi importanti, ma per la panchina azzurra sarebbe disposto a venire incontro alle esigenze della Figc e la sua duttilità tattica piace e non poco. La principale controindicazione potrebbe però essere il rapporto non idilliaco con un totem come Pirlo, lasciato andare via con troppa leggerezza ai tempi del Milan.

MANCINI – Rispetto ad Allegri l’ex manager del Manchester City costa di più e ha più esperienza internazionale. Per la Nazionale sarebbe disposto a ridurre le sue pretese, e pare che la sua candidatura sia vista di buon occhio dal presidente del Coni Giovanni Malagò.

GUIDOLIN – Il tecnico ex Udinese è forse l’identikit ideale per Tavecchio, che vorrebbe una soluzione low cost. La sua esperienza con i giovani e la sua duttilità a livello di moduli tattici lo rendono un candidato più che credibile.

SPALLETTI – La candidatura dell’ex tecnico della Roma e dello Zenit non sembra avere ancora sponsor importanti: a creare dubbi sarebbe il suo carattere a tratti spigoloso, anche se il suo handicap principale è l’ingaggio. Ma la sua è comunque una candidatura importante.

ALTRI – Sembra di difficile realizzazione l’ipotesi di un tandem Gattuso-Cannavaro, così come difficile quella di un traghettamento targato Gigi Di Biagio. I tempi sono stretti: il 4 settembre è in programma il primo atto del nuovo corso azzurro in amichevole contro l’Olanda.




Commenta con Facebook