• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > SPECIALE CM.IT: Europa League, beffa Lazio. Le sorprese si chiamano Viktoria Plzen e Betis

SPECIALE CM.IT: Europa League, beffa Lazio. Le sorprese si chiamano Viktoria Plzen e Betis

Rubrica di analisi, approfondimenti e curiosita' sul giovedi di coppa


Beffa Lazio (Getty Images)
Jonathan Terreni

28/02/2014 16:00

SPECIALE EUROPA LEAGUE / ROMA - Rubrica di Calciomercato.it che fa il punto sul giovedì di Europa League con risultati, statistiche e approfondimenti.

FIORENTINA-JUVENTUS : FUORI I SECONDI. BEFFA LAZIO - Tre su quattro. E' questo il bilancio delle italiane che sono approdate agli ottavi di Europa League. E peccato davvero per la Lazio che, per troppa sfortuna e disattenzione, si è vista sfilare il pass in Bulgaria. E dire che i biancocelesti erano partiti alla grande con il gol di Keita dopo sedici secondi, rimettendo lo score in parità. Il gol nella ripresa di Perea sembrava la garanzia per gli ottavi invece è successo di tutto. Prima il gol di Bezjak poi la papera di Marchetti sul tiro non irresistibile di Zlatinski. Dubbi se la palla fosse completamente dentro la porta o meno fatto sta che il muro delle certezze biancocelesti è crollato. Ci ha provato Klose a rimettere il tutto verso la strada di Roma ma a due minuti dal termine la clamorosa incomprensione tra Konko e Marchetti è costata il 3-3 finale che ha promosso il Ludogorets. Tanta, troppa frustrazione per gli uomini di Reja che adesso sono attesi dal campionato e soprattutto dalla difficile situazione interna tra tifosi e società.

Un ottavo da leccarsi i baffi. Chi se lo sarebbe immaginato un Fiorentina-Juventus in Europa League per un calendario che vedrà scontrarsi viola e bianconeri ben tre volte in dieci giorni, campionato compreso. La squadra di Montella ha controllato con un tranquillo 1-1 l'Esbjerg quando ormai la qualificazione era già stata ipotecata in Danimarca. Ai bianconeri invece serviva mettere da parte la paura e dare uno squillo forte anche in trasferta dopo le sofferenze di Torino col Trabzonspor. Così è stato e le reti di Vidal e Osvaldo e la bella prestazione di Giovinco hanno allontanato i fantasmi turchi della Champions.

Quanta sofferenza per il Napoli. Una squadra di medio-bassa classifica in Premier è servita a spaventare il 'San Paolo'; del resto si era già visto settimana corsa in terra gallese. Il pareggio di De Guzman e le troppe occasioni avute dagli ospiti per chiudere il discorso devono far riflettere una squadra che vuole fare qualcosa di grande anche in Europa. Ci ha pensato il solito Higuain a fare la voce grossa, poi Inler ha chiuso i conti all'ultimo secondo. Bene, adesso giusto guardare avanti alla sfida col Porto senza però dimenticarsi i patemi del cammino.

DAGLI ALTRI CAMPI - Il Tottenham sale in cattedra e batte 3-1 il Dnipro dopo lo spavento dell'andata e soprattutto dopo lo svantaggio ad opera di Zozulya ad inizio ripresa. La punizione di Eriksen, e una doppietta di Adebayor regalano gli ottavi in tredici minuti contro il Benfica, che al 'Da Luz' rifila tre reti al modesto Paok.

Sarà derby anche a Siviglia dove il Betis è andato a vincere 2-0 in casa del Rubin Kazan (bello il gol di Castro), per un complessivo di 3-1. I cugini del Siviglia invece regolano 2-1 il Maribor dopo il 2-2 dell'andata. L'Anzhi (0-2 a domicilio sul Genk) se la vedrà con l'Az Alkmaar, a cui basta l'1-1 in casa con lo Slovan Liberec. Per il Ludogortes, giustiziere della Lazio, c'è adesso il Valencia che al 'Mestalla' non va oltre lo 0-0 contro la Dinamo Kiev, forte del 2-0 della prima sfida.

Il Porto, prossimo avversario del Napoli, dopo il pericoloso pareggio interno dell'andata contro l'Eintracht Francoforte è andato a pareggiare anche in Germania con un clamoroso 3-3: decisiva la rete di Ghilas a tre minuti dal termine. Avanti anche il Lione che batte di misura il Chornomorets in Francia non senza difficoltà, grazie alla stupenda rete di Lacazette nel finale. Facile il Basilea che schianta 3-0 il Maccabi Tel Aviv (0-0 all'andata). Una delle sorprese di giornata è la vittoria del Viktoria Plzen sul campo dello Shakhtar Donetsk: si partiva dall'1-1 in Repubblica Ceca. Passeggia di nuovo il Salisburgo che rifila altre tre reti all'Ajax (ancora Soriano, capocannoniere).

TOP 11 - Bolek (Viktoria Plzen); Barragan (Valencia), Bonucci (Juventus), Viergever (Az Alkmaar), Mangala (Porto), Aliyev (Anzhi), Reyes (Siviglia), Gaitan (Benfica), Adebayor (Tottenham), Streller (Basilea), Lacazette (Lione)

FOCUS - Osvaldo Nicolas Gaitan è un centrocampista argentino classe 1998 del Benfica. E' molto duttile in fase offensiva perchè può giocare sia sulla trequarti che esterno alto. Grazie alla sua tecnica a volte è stato utilizzato anche come centrocampista centrale. Cresciuto nel Boca Juniors vanta sei presenze con la Nazionale argentina. E' in Portogallo dal 2010 quando fu prelevato per una cifra vicina ai nove milioni di euro. Per molti è un potenziale non ancora espresso al massimo e visti i grandi margini di miglioramento su di lui ci sono da tempo Napoli, Manchester United e Psg.

 

GLI ACCOPPIAMENTI DEGLI OTTAVI DI FINALE




Commenta con Facebook