• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-LAZIO

I biancocelesti volano grazie a Candreva e Keita. Bene Biglia, da rivedere la retroguardia clivense


Keita (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

02/02/2014 18:18

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-LAZIO/ VERONA – Seconda vittoria consecutiva in trasferta per la Lazio che batte 2-0 il Chievo al ‘Bentegodi’. Tra i biancocelesti, oltre agli autori dei gol Candreva e Klose, da segnalare la prestazione di Biglia. Padroni di casa senza anima e gioco: male Dramé, decisivi gli errori di Canini e Dainelli.

CHIEVO

Puggioni 6 – Incolpevole sui gol di Candreva e Keita, compie due interventi che salvano la porta del Chievo.

Frey 5,5 – Klose gli scappa un paio di volte ma fortunatamente per lui oggi il tedesco non è infallibile.

Dainelli 5 – In avvio si perde colpevolmente Candreva permettendogli di controllare indisturbato in area e battere a rete. Pochi minuti dopo, esce a causa di un problema fisico. Dal 18’ Canini 5,5 – Sfortunato nel deviare il tiro di Keita che spiazza Puggioni e chiude i conti.

Cesar 5,5 – Deve vedersela a turno con le due frecce biancocelesti Candreva e Keita: missione quasi impossibile.

Sardo 6 – Se la cava soprattutto perché dalle sue parti Lulic spinge solamente ad intermittenza.

Bentivoglio 6 – Corini lo preferisce a Radovanovic: scelta ben ripagata visto che risulta essere uno dei pochi a salvarsi dalla disfatta odierna. Dal 62’ Pellissier sv

Rigoni 5,5 – Duro il duello faccia a faccia con Biglia: nonostante il grande impegno, è l’argentino ad uscirne vincitore.

Hetemaj 5,5 – Dinamico come sempre, prova ad inserirsi da dietro con risultati altalenanti. Dal 44’ Radovanovic 5,5 – Sostituzione obbligata per Corini che lo butta nella mischia senza vedere grandi cambiamenti nella manovra clivense.

Dramé 5 – La Lazio affonda soprattuto dalle sue parti: Cavanda, Candreva e Keita, a turno, gli fanno letteralmente girare la testa.

Paloschi 6 – Lotta praticamente da solo contro l’intera retroguardia biancoceleste: non segna ma si danna l’anima predicando nel deserto.

Thereau 5 – Lontano dal gioco, non riesce mai ad impensierire la porta laziale difesa da Berisha.

All. Corini 5 - Chievo brutto senza gioco e senza anima: serve l'entusiasmo del suo arrivo per ritrovare la retta via. 

LAZIO

Berisha 6 – Praticamente inoperoso, si limita a parare il parabile: attento come al solito sulle uscite alte.

Biava 6,5 – Scomposto ma ordinato: è il solito Biava, quello che legge sempre in anticipo le giocate degli attaccanti.

Dias 6,5 – Ha vita facile grazie all’impotenza degli avanti clivensi: di testa o di piede, oggi dietro non si passa.

Radu 6,5 – A suo agio anche nel ruolo di terzo centrale che ricopre in maniera molto ordinata.

Cavanda 6 - Bene in fase di spinta, compie passi in avanti anche quando si tratta di ripiegare.

Biglia 6,5 – Si alterna a Ledesma in cabina di regia con buoni risultati: mezzo voto in meno per l’inutile cartellino giallo che gli costa il derby di domenica prossima contro la Roma.

Ledesma 6 – Bada al sodo cercando sempre la giocata più semplice: gli giova molto la presenza al suo fianco di Biglia che lo aiuta nella fase di smistamento.

Lulic 5,5 – Deve ancora prendere le misure nel ruolo di esterno a tutto campo che Reja gli chiede da ormai un mese e sbaglia a porta quasi sguarnita il gol del raddoppio biancoceleste.

Candreva 7 – Partito Hernanes, la Lazio si affida soprattutto alle sue giocate: gli bastano sei minuti per colpire e mettere la partita in discesa con un gol di pregevole fattura. Dal 92’ Crecco sv

Klose 6 – Per due volte ha l’occasione giusta per colpire ma sbaglia davanti a Puggioni: errori comprensibili visto il grande lavoro che svolge anche in fase di copertura. Dal 90’ Perea sv

Keita 7 – Offre a Candreva l’assist per il gol dell’1-0 e firma, aiutato dalla deviazione di Canini, la rete che congela la partita: ennesima dimostrazione di forza per il ragazzino arrivato dalla cantera del Barcellona entrato prepotentemente nel cuore dei tifosi laziali. Dall’83’ Gonzalez sv

All. Reja 6,5 – Continua a funzionare la difesa a tre che garantisce maggiore compattezza: imbattuto in campionato da quando è subentrato a Petkovic, coglie oggi la sua seconda vittoria consecutiva in trasferta con una Lazio che nel girone d’andata non aveva mai vinto lontano dall’Olimpico.

Arbitro Russo 6 – Il match scorre via senza episodi particolarmente dubbi. Ammonisce con parsimonia in una gara priva di interventi cattivi.

TABELLINO

CHIEVO-LAZIO 0-2

Chievo (3-5-2): Puggioni; Frey, Dainelli (dal 18’ Canini), Cesar; Sardo, Bentivoglio (dal 62’ Pellissier), Rigoni, Hetemaj (dal 44’  Radovanovic), Dramé; Paloschi, Thereau. All.: Corini.

Lazio (3-4-3): Berisha; Biava, Dias, Radu; Cavanda, Biglia, Ledesma, Lulic; Candreva (dal 92' Crecco), Klose (dal 90' Perea), Keita (dall'82' Gonzalez). All.: Reja.

Arbitro: Russo
Marcatori: 6’ Candreva (L), 70’ Keita (L)
Ammoniti:  61’ Biglia (L), 64’ Radovanovic (C), 74’ Frey (C).




Commenta con Facebook