• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Bologna > Roberto Zanzi su Pioli, Diamanti e Kone

Roberto Zanzi su Pioli, Diamanti e Kone

Il direttore sportivo del club emiliano in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Alessandro Diamanti (Getty Images)
Giorgio Elia

10/04/2013 15:31

MERCATO PALERMO ESCLUSIVO DS BOLOGNA ZANZI/PALERMO - Ennesimo scontro di vitale importanza quello di domenica per il Palermo di Giuseppe Sannino, alla ricerca del terzo acuto di fila nel match interno delle 12:30 contro il Bologna. Intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it il direttore sportivo del club emiliano Roberto Zanzi, si è cosi espresso in merito all'impegno della sua squadra allo stadio 'Renzo Barbera': "Quella di domenica penso possa considerarsi una partita complicata per entrambe le formazioni. Da parte nostra arriviamo a Palermo con la voglia di portare a casa un risultato positivo, utile ad avvicinarci sempre di più al traguardo della matematica salvezza. Di contro affronteremo una squadra che ha ripreso un certo tipo di percorso e intenzionata a dare continuità a quanto fatto nelle ultime due uscite per proseguire la rincorsa all'obiettivo salvezza. Bologna meno motivato del Palermo? Non è uno scenario minimamente ipotizzabile. Quello di domenica sarà uno confronto tra due squadre in piena lotta per i rispettivi obiettivi".

Non molto fortunato il Bologna nell'affrontare il miglior Palermo della stagione.
"Personalmente credo che questo sia il vero Palermo e che il vero fattore di sorpresa fosse nel vedere questa squadra relegata nei bassifondi della classifica. Non vivendo la situazione in prima persona non posso sicuramente entrare nello specifico dei problemi di questa squadra, ma posso certamente affermare che questa formazione adesso è tornata a fare quello che è nelle sue reali potenzialità".

Al Barbera si scenderà in campo alle 12:30, l'orario può condizionare l'andamento dell'incontro?
"La considero assolutamente un'anomalia, viste quelle che sono le normali abitudini nella preparazione dell'incontro. Scendere in campo un numero di volte così basso in una stagione a quel tipo di orario non permette ai calciatori di abituarsi, per un fattore sicuramente di influenza per quanto riguarda la gestione degli allenamenti e dei loro bioritmi".

Partita nella partita quella tra due attaccanti importanti, con Miccoli da una parte e Gilardino dall'altra.
"Potevo solo augurarmi un impatto cosi positivo da parte di Alberto con la nostra realtà, da parte di un giocatore che ci ha dato una grossa mano in questa stagione. L'augurio ovviamente è che adesso possa proseguire per questa strada, regalandoci qualche altra gioia da qui fino alla fine del campionato. Miccoli è un calciatore dalla tecnica sopraffina e dalle qualità riconosciute, la cui capacità di risultare determinante per la sua squadra è sicuramente maggiore quando si ritrova a giocare davanti ai propri tifosi".

Palermo-Bologna è anche la partita di Pioli, allenatore 'silurato' da Zamparini prima dell'inizio dello scorso campionato.
"Personalmente penso che ogni tecnico viva ogni partita con grande tensione, con la voglia di veder sul campo riscontri positivi di quanto fatto nel corso della settimana con la squadra. Per questo motivo penso che Pioli vivrà con la stessa intensità di sempre la partita del Barbera, senza particolare spirito di rivalsa".

Se dobbiamo ringraziare Zamparini per averlo liberato prima dell'inizio della passata stagione?

"A posteriori ognuno di noi magari non ripeterebbe determinate scelte prese, ma credo che ogni situazione vada analizzata anche in relazione al periodo nel quale si è sviluppata. Pioli è un tecnico che ha nella cura del lavoro quotidiano uno dei suoi miglior pregi ed è un peccato che non sia riuscito a esprimersi a Palermo. Qui da noi ha però trovato la sua dimensione ideale, nella quale è riuscito a centrare risultati importanti negli ultimi due campionati".

Vi ritroverete davanti Stefano Sorrentino, portiere seguito nell'ultimo mercato di gennaio.
"C'erano stati dei sondaggi per quanto riguarda Sorrentino, poi lui ha comunque deciso di fare un determinato tipo di scelta. Sicuramente è un portiere esperto e di qualità, ma noi non dovremo guardarci dal singolo nella partita di domenica ma dalla forza del gruppo dei nostri avversari".

Il mercato di giugno non è poi cosi lontano, con Diamanti e Kone pezzi pregiati da difendere.
"Al momento del rinnovo di Pioli abbiamo preso una decisione chiara, rinviando ogni analisi sulla prossima stagione al raggiungimento della salvezza. Una volta messa in cassaforte la permanenza nella massima serie analizzeremo con tecnico e presidente ogni tipo di situazione, anche quelle relative a possibili tormentoni dei mesi estivi".

Siena, Genoa e Palermo chi la spunterà nella corsa a tre per la salvezza.
"Non sono così sicuro che la lotta per non retrocedere possa riguardare soltanto queste tre squadre. Nelle ultime giornate formazioni accreditate hanno perso parecchi punti per strada, in corrispondenza della rinascita di altre che erano state date per spacciate. Ritengo dunque possa considerarsi una lotta molto serrata che potrebbe risolversi solo sul filo di lana".




Commenta con Facebook