• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-TOTTENHAM

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-TOTTENHAM

I nerazzurri commuovono 'S.Siro', ma il 4-1 non basta per superare il turno


Cassano (Getty Images)
Marco Macca

14/03/2013 22:49

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-TOTTENHAM / MILANO - Un'Inter tragicamente bella deve dire addio all'Europa League, sfiorando un'impresa che sarebbe stata senza dubbio epica. Il 4-1 inflitto al Tottenham non basta per passare ai quarti di finale della competizione, nonostante una partita che rimarrà negli annali della storia recente nerazzurra. Il primo gol di Cassano arriva al 20' e San Siro inizia pian piano a crederci. In avvio di ripresa Palacio e poi ancora Cassano mandano in estasi il pubblico nerazzurro. Supplementari. Extra-time che si apre col gelo per l'Inter: Dembelé tira e sulla respinta di Handanovic Adebayor insacca. Tutto sembra perduto, ma la capocciata di Ricky ALvarez sul cross di un immenso Cassano ridanno speranza a un popolo intero. Gli assalti finali non sono sufficienti. Passa il Tottenham, l'Inter esce con grande onore.

INTER
Handanovic 6,5 - Un paio di ottime: su Sigurdsson nel primo tempo e su Naughton nella ripresa. Ancora una volta è superbo.
Jonhatan 6,5 - Sembra incredibile vedere questo voto a lato del suo nome, eppure, dopo tante e meritate insufficienze, una gara precisa, propositiva, sicura, in cui appare sempre concentrato e in cui si mette in mostra in un paio di diagonali praticamente perfette. Potrebbe essere la svolta della sua carriera interista. Dal 108' Ranocchia s.v
Juan Jesus 6,5 - Quando riesce a fronteggiare uno contro uno gli attaccanti avversari è quasi insuperabile.
Chivu 6,5 - Esce bene palla al piede con tranquillità e senza patemi particolari in fase difensiva, sempre concentrato e preciso negli interventi.
Zanetti 6,5 - Ne' Adebayor, ne' Holtby, ne' nessun altro riescono a sopravanzarlo in velocità pura. Non sbaglia un intervento. Se c'era qualcuno che iniziava a dubitare delle sue condizioni, questa è la risposta.
Gargano 6,5 - Molti sbagli in fase d'impostazione, ma almeno oggi morde le caviglie avversarie con autorevolezza. Una prova di incredibile sostanza e dinamismo.
Kovacic 7 - Classe, personalità, qualità, tempi di gioco perfetti. Questa in estrema sintesi la sua partita. Se teniamo presenti i 19 anni e l'importanza della gara, ci rendiamo conto della portata di questa ottima prestazione. Dal 79' Benassi 6,5 - Gioca da subito benissimo continuando al meglio il compito di Kovacic.
Cambiasso 6,5 - Come da copione sempre lì, come un avvoltoio sulle macerie della difesa avversaria, pronto a colpire. Affianca al meglio Kovacic nella costruzione del gioco ed è uno splendido collante fra centrocampo e attacco. Tutt'altro che un giocatore in crisi.
Guarin 5,5 - A differenza dei suoi compagni che giocano con furia agonistica e con determinazione da vendere, lui sembra quasi svuotato, nella notte in cui ci si attendeva una grande prova dopo un periodo difficile. Tanti errori e pochi inserimenti. Dal 71' Alvarez 6,5 - Entra determinato e con grande piglio, siglando il gol della vana speranza.
Palacio 7 - La traversa del primo tempo doveva essere una casualità e, infatti, a inizio ripresa fredda Friedel come lui sa fare. Regala ai propri tifosi, ancora una volta, una superba prestazione per qualità e sacrificio. Una prima punta che svaria su tutto il fronte d'attacco e che fa venire costantemente il mal di testa ai centrali inglesi.
Cassano 8 - Contrariamente che in altre, troppe occasioni, è dinamico e pronto ad aiutare la squadra. Sempre pronto a proporsi in appoggio, a servire con pennellate Palacio, Guarin e Cambiasso, sempre pronto a pungere in avanti. La doppietta è solo la ciliegina sulla torta. Stramaccioni spera in un giocatore finalmente ritrovato.
All. Stramaccioni 7 - Se nelle scorse occasioni lo si era pesantemente criticato, ma questa sera ha vinto anche lui. I suoi sono furiosi, compatti, determinati, quasi commuoventi, a tratti. La squadra ci crede sempre, anche quando tutto sembra perduto, segno di grande unità. Indovina anche la tattica: pressing alto e verticalizzazioni improvvise a scavalcare l'altissima e distrattissima difesa londinese. Se voleva riconquistare i tifosi con una prestazione d'orgoglio e d'onore, ha centrato l'obiettivo in pieno.
TOTTENHAM
Friedel 5,5 - Non può opporre resistenza su Cassano quando questi infila l'1-0. Più volte irritante quando si ostina a perdere tempo anche a inizio partita, guadagnandosi un meritatissimo cartellino giallo.
Walker 5,5 - Nel primo tempo uno dei più positivi dei suoi, ma poi si spegne man mano, commettendo molti errori di valutazione in fase difensiva.
Gallas 4,5 - E' il punto debole della difesa londinese e ogni volta che l'Inter riesce a verticalizzare lascia la propria zona scoperta, dove poi Palacio e Cassano riescono a infilarsi con tempismo, come in occasione del gol del barese, solo e indisturbato di incornare verso la porta di Freidel. Il mezzo autogol è solo l'apice di una serata inguardabile.
Vertonghen 5 - E' pericoloso quando è in avanti per un calcio piazzato tanto quanto lo è per i suoi quando deve coprire sulle verticalizzazioni interiste.
Naughton 5,5 - Distratto e poco propositivo, quando nella ripresa Palacio e compagni attaccano dalle sue parti, sembra spaesato. Dal 104' Caulker s.v
Sigurdsson 5,5 - Dopo un inizio incoraggiante si perde e sparisce praticamente dal campo. 
Livermore 5,5 - Dopo nemmeno un quarto d'ora si vede sventolare un giallo per perdita di tempo, venendo contro ai valori che il calcio d'oltremanica dovrebbe rappresentare. Per il resto, è il centrocampista del Tottenham con meno tecnica e, quando Cambiasso e Kovacic riescono a portare un'adeguata pressione, va in crisi. Dal 70' Lennon 6 - E' l'uomo più veloce degli Spurs e i compagni si affidano a lui nei momenti critici. Ma contro un Zanetti così mostruoso è difficile anche per una saetta come lui.
Parker 6 - E' colui che più di altri riesce a tenere in mano le redini del centrocampo londinese, poiché ha personalità e notevole intelligenza tattica.
Dembelé 6,5 - Come all'andata, è l'uomo ovunque del Tottenham. Non sbaglia praticamente nulla, regalando pregevoli serpentine e contrastando egregiamente Guarin e soci e, in una squadra come quella londinese fin troppo leziosa e presuntuosa, carica a testa bassa e regge da solo il peso della mediana. Forse il giocatore più importante in assoluto per lo scacchiere di Villas Boas. Da una sua strepitosa discesa nasce il gol che condanna i nerazzurri.
Defoe 5,5 - Avulso dalla manovra della squadra e poco incisivo. Non il Defoe che di solito si ammira sui campi della Premier. Dal 56' Holtby 5,5 - Villas Boas lo inserisce per coprire maggiormente la zona mediana. Ma l'interdizione non è il suo forte e si vede quando i centrocampisti nerazzurri riescono quasi sempre a trovare spazzi interessanti.
Adebayor 6 - La sufficienza è per il gol qualificazione, non certo per quanto offerto dalla sua abulica prestazione.
All. Villas Boas 5 - La sua squadra è decisamente la brutta copia di quella travolgente vista all'andata. Troppo riduttivo invocare l'assenza di Bale come motivazione di una prestazione così deludente. Una difesa altissima e sconsiderata e una squadra leziosa e presuntuosa viene salvata da un gol di rapina ai supplementari. I quarti sono realtà ma, se il gioco è questo, la vittoria finale è un sogno.
Arbitro Bebek (CRO) 6 - A parte il finale un po' fiscale, non sbaglia nulla, dalle ammonizioni alle chiamate dei fuorigioco, coadiuvato dai suoi assistenti. Forse il calcio di Adebayor meritava qualcosa in più.
TABELLINO
INTER-TOTTENHAM 4-1
Inter (4-3-1-2): Handanovic; Jonhatan (dal 108' Ranocchia), Juan Jesus, Chivu, Zanetti; Gargano, Kovacic (Dal 79' Benassi), Cambiasso; Guarin (Dal 71' Alvarez) ; Palacio, Cassano. All. Stramaccioni Tottenham (4-4-2): Friedel; Walker, Gallas, Vertonghen, Naughton (Dal 104' Caulker); Sigurdsson, Livermore (Dal 70' Lennon), Parker, Dembelé; Defoe (Dal 56' Holtby), Adebayor. All. Villas Boas.
Marcatori: 20' Cassano (INT), 52' Palacio (INT), 75' Cassano (INT), 96' Adebayor (TOT), 110' Alvarez (INT)
Ammoniti: 14' Livermore (TOT), 44' Friedel (TOT), 77' Walker (TOT), 114' Juan Jesus (INT), 115' Adebayor (TOT)
Espulsi:




Commenta con Facebook