• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Siena-Lazio, Lotito: "Ecco quello che ci manca". E sul mercato...

Siena-Lazio, Lotito: "Ecco quello che ci manca". E sul mercato...

Il presidente biancoceleste ha parlato prima del match


Claudio Lotito (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

18/02/2013 21:28

SIENA LAZIO LOTITO INTERVISTA / ROMA - Intervistato da 'Sky Sport' nell'immediata vigilia del match con il Siena, il presidente della Lazio Lotito ha fatto il punto sulla situazione della sua squadra: "Io ho sempre detto che i risultati dipendono da fattori imponderabili, che ultimamente non ci sono stati favorevoli, come con il Napoli. La squadra ha preso coscienza di dover essere maggiormente concentrata, è mancata di cinismo. Può confrontarsi alla pari con tutti. La squadra ha carattere e determinazione coe dimostrato in Europa League, non posso rimproverare nulla se non il cinismo. Con il Chievo abbiamo perso subendo un tiro in porta, con il Genoa non siamo scesi in campo nel primo tempo, con il Napoli e in Europa League meritavamo di vincere". Poi il presidente ha parlato delle scelte di mercato fatte a gennaio dal suo club: "Noi non facciamo la raccolta di figurine, cerchiamo giocatori utili e compatibili con lo spogliatoio. Tutto quel che dovevamo fare lo abbiamo fatto. Oggi rientrano alcuni giocatori che mancavano da tempo. Siamo finalisti in Coppa Italia e in corsa in Europa League. Quest'estate ci veniva addebitato che vevamo troppi giocatori, a gennaio abbiamo fatto inserimenti oculati prendendo un grande giocatore come Perea e stando vicini un altro giocatore. Il fatto di non aver venduto Kozak e Floccari dimostra il nostro buon lavoro, stanno dando un contributo importantissimo. Il collettivo da noi esalta le individualità. Le tensioni agonistiche sono fondamentali per gli obiettivi, se si gioca tanto possono affievolirsi. Al di là della qualità tecnica conta lo spirito di sacrificio e l'umiltà".




Commenta con Facebook