Breaking News
  • Pagelle e tabellino di Brescia-Atalanta: Pasalic superstar, Grosso sprofonda
    © Getty Images

Pagelle e tabellino di Brescia-Atalanta: Pasalic superstar, Grosso sprofonda

I nerazzurri di Gasperini vincono facile con le 'Rondinelle', completamente in balia della Dea

BRESCIA ATALANTA SERIE A PAGELLE PASALIC BALOTELLI ILICIC / L'Atalanta non delude e porta a casa il derby lombardo contro il Brescia. Match dominato dai nerazzurri, soprattutto nel primo tempo in cui ai sedici tiri totali è corrisposto un solo gol. Decide la sfida la doppietta di Mario Pasalic, vera e propria superstar della serata: prima di testa, poi di tacco. Poi la chiude Ilicic per il 3-0 finale. Bene tutta la squadra di Gasperini, ad eccezione di un Muriel un po' opaco. Nel Brescia poca verve, prosegue il periodo nerissimo e Grosso rischia subito. Ecco le pagelle:

Per restare aggiornato con tutte le news legate al mercato e non solo CLICCA QUI!

BRESCIA

Joronen 5,5: si salva su Muriel all'inizio, non può nulla sui gol.

Mangraviti 5,5: controlla Muriel come può e il colombiano, effettivamente, non crea grossi pericoli. Soffre soprattutto quando si trova a dover fronteggiare i centrocampisti avversari. Dall'85' Morosini sv

Chancellor 5: difficoltà tante, soluzioni poche. Nel primo tempo spazza non appena il pallone arriva dalle sue parti e per lui non è facile entrarne in possesso, visto che l'Atalanta non gliela fa mai vedere. Pomeriggio complicato, soffre tantissimo.

Cistana 5: partenza shock per il difensore azzurro, Ilicic gli fa girare subito la testa. Poi ci si mette pure Castagne, con Martella che non gli dà per niente una mano. Si fa apprezzare per un'uscita palla al piede niente male e un tiro in porta potenzialmente pericoloso, ma per il resto affonda.

Sabelli 5,5: ci mette volontà e corsa, come al suo solito. Ma Gomez è un bruttissimo cliente e i raddoppi dei centrocampisti non gli danno manforte.

Ndoj 4,5: rischia di causare un rigore nel primo tempo, ma poi non si fa mai vedere, in nessuna delle due fasi. Viene fagocitato dall'intensità e dal palleggio dell'Atalanta. Dal 64' Bisoli 5,5: aveva fatto discutere la sua esclusione dai titolari a vantaggio del giocatore cresciuto nella Roma. Entra, ma senza incidere, anche se c'è da dire che in una partita del genere per smuovere il Brescia ci voleva qualcosa di vicino a un miracolo.

Tonali 5,5: cerca di tenere le redini del centrocampo del Brescia come può, lotta e sgomita, recupera qualche pallone ma non è in palla. Ci prova, ma viene lasciato quasi sempre da solo e non ha grandi opzioni nello scarico del pallone.

Romulo 5: ha sulla testa il gol del pareggio al 37', ma sbaglia e anche di tanto, togliendo anche il pallone a Torregrossa. Per il resto evanescente, a parte una folata offensiva interessante.

Martella 5: non fa più dei suoi compagni, non riesce mai a contenere Ilicic e a raddoppiare in maniera efficace su di lui. Sbaglia il controllo che porta lo sloveno al terzo gol.

Balotelli 5,5: non è un bel momento per lui e lo dimostra subito dopo 8 minuti, quando fa vedere di essere decisamente nervoso. Proteste inutili contro l’arbitro Doveri, che lo grazia all'inizio e poi anche nel finale quando cerca un contatto con Torregrossa. Poi appare un po’ supponente e svogliato, anche se nella ripresa almeno fa vedere qualcosa. Sue le occasioni migliori, con la traversa clamorosa (poteva fare di più, anche se non è comunque fortunato) e il tiro successivo su cui è bravo Gollini. Ci si aspetta di più, non è trascinatore ma è l'unico che prende la porta.

Torregrossa 5,5: partita decisamente complicata per lui, stende Gomez nel primo tempo e si becca il giallo. Prova a cambiare fascia, cerca la posizione ma con poco successo e sbaglia pure qualche passaggio. Ci mette almeno tanta volontà, poca qualità ma corsa e sacrificio tanti. Dal 77' Donnarumma sv

ALL Grosso 4,5: dopo 4 minuti di gioco l’Atalanta crea già tre occasioni nitide da gol, sintomo di una squadra spaventata. Il Brescia viene preso a pallate senza reagire, squadra messa male in campo e senza nerbo. E la scelta di Ndoj al posto di Bisoli non lo ripaga per niente, anzi. Nella ripresa va meglio, ma c'è poca manovra nelle occasioni create. I tifosi fischiano senza soluzione di continuità, Rischia tanto.

ATALANTA

Gollini 6,5: pochi interventi, ma buoni.

Bravo su Balotelli.

Masiello 6: amministra senza grandi difficoltà, una garanzia contro una Brescia comunque non frizzante.

Djimsiti 6: buonissima partita dell'albanese, che non ha bisogno di spingere molto anche se nella ripresa si concede qualche incursione. Prestazione positiva.

Palomino 6,5: nel primo tempo viene lasciato spesso all’uno contro uno con Torregrossa, è l’ultimo baluardo difensivo ma riesce sempre a tenere posizionandosi benissimo con il corpo. Non si fa mai superare, anche in velocità. Puntuale in ogni chiusura.

Castagne 6,5: macina chilometri sulla destra, cresce alla distanza nel primo tempo e serve un cross perfetto per la testa di Pasalic che insacca l’1-0. Non si ferma e continua a far partire traversoni di grande qualità e pericolosità. Nella ripresa gestisce senza patemi.

De Roon 6: match di grande sostanza, come ci ha sempre abituato l'olandese. Nessun lampo, ma tanta legna. Dal 51' Freuler 6: raccoglie i compiti del collega, distribuisce il pallone e gestisce i ritmi senza affanni.

Pasalic 8: ha il merito di sbloccare il match con un inserimento perfetto e il colpo di testa praticamente da dentro la porta. Aveva avuto un’altra grande occasione in area sono il sinistro, poi punisce Joronen scartando il cioccolatino di Castagne. A fine primo tempo prende anche un palo, sempre di testa: la difesa del Brescia se lo perde puntualmente su tutte le palle inattive. L'ex Milan è una continua spina nel fianco e mette a segno anche il raddoppio con un colpo di tacco delizioso. È la sua giornata.

Gosens 6: buona partita, anche se in fase di rifinitura l'Atalanta da quella parte passa quasi sempre e solo per i piedi di Gomez. Esce per qualche giramento di testa a seguito di uno scontro di gioco, speriamo nulla di grave. Dal 74' Hateboer 6: spinge con regolarità, anche se in realtà non sfonda quasi mai.

Ilicic 7,5: semina subito scompiglio in tutto il Brescia, che non riesce a prendergli le misure. Lo sloveno crea e rifinisce, come al solito, in maniera poetica. Non perde un pallone, fa sempre la scelta giusta e distribuisce palloni con il goniometro. Serve l'assist del secondo gol, poi mette la ciliegina sulla torta con un contropiede di 50 metri al 91'. Vederlo giocare in queste occasioni è una gioie per gli occhi.

Gomez 7: ha diverse occasioni già nei primi minuti di gara, soprattutto la seconda, ma non riesce ad angolare il destro. Gioca bene, è frizzante e sempre nel vivo nel gioco anche se cala fisicamente nei minuti finali. L'unica pecca è non aver trovato il gol.

Muriel 5,5: parte un po’ in sordina, prova a pungere al momento giusto. È la nota leggermente stonata dell'Atalanta: il colombiano non è ancora al meglio, ma in un attacco che va da solo lui non fa più del compitino. Calcia pochissimo e tocca pochi palloni. Per fortuna di Gasperini stasera non c'è bisogno di lui. Dal 58' Malinovskyi 6: entra bene in partita e mette o zampino nel secondo gol. Deve ancora limare qualcosa nell'atteggiamento e nella gestione del momento a livello di temperamento, ma è un giocatore che non si discute.

ALL. Gasperini 7: dopo la vittoria in Champions, la prima della storia orobica, si poteva temere un calo psicologico o fisico. Niente di più sbagliato: la Dea macina chilometri, trame offensive e occasioni. È in un momento d'oro.

Arbitro Doveri 6: gestisce bene, usa il buon senso su Balotelli dopo 8 minuti valutando bene il momento e il giocatore. Rischia Ndoj con un tocco di mano in area netto, ma il direttore di gara è bravo a considerarlo non da rigore. Cartellini gestiti con parsimonia, anche perché il match è molto tranquillo.

IL TABELLINO (PRIMO TEMPO 0-1)

BRESCIA (3-5-2): Joronen; Chancellor, Cistana, Mangraviti (85' Morosini); Sabelli, Tonali, Ndoj (64' Bisoli), Romulo, Martella; Balotelli, Torregrossa (77' Donnarumma A.).
Allenatore: Grosso

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Palomino, Djimsiti, Masiello; Castagne, De Roon (51' Freuler), Pasalic, Gosens (74' Hateboer); A. Gómez; Ilicic, Muriel (58' Malinovskyi).
Allenatore: Gasperini

Arbitro: Doveri
Marcatori: 26' Pasalic, 61' Pasalic, 90'+2 Ilicic
Ammoniti: Castagne, Torregrossa, Palomino, Djimsiti, Malinovskyi

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)