Breaking News
© Getty Images

I CRAQUE DEL MOMENTO - Icardi: capitano, bomber e trascinatore

Il centravanti dell'Inter è il nuovo capocannoniere della Serie A

I CRAQUE DEL MOMENTO ICARDI INTER / MILANO - Chi temeva che la lunga querelle estiva che ha coinvolto Mauro Icardi, sua moglie ed agente Wanda Nara e il possibile trasferimento al Napoli incidesse sulle prestazioni dell'attaccante argentino non poteva essere più lontano dalla realtà.
Il centravanti dell'Inter sta avendo il suo miglior avvio di stagione della sua carriera e con 6 gol in 5 giornate è il nuovo capocannoniere del campionato di Serie A.
Ma c'è di più: Icardi infatti è maturato molto in campo e fuori, quasi fosse diventato consapevole di cosa voglia dire indossare la fascia di capitano di un grande club.
Adesso è un vero leader che sprona i compagni di squadra e che per primo prova a dare il buon esempio sacrificandosi anche in fase di copertura, senza per questo risultare meno letale sotto porta.

PUNTO DEBOLE...
PUNTO DI FORZA -
Nessun attaccante nei principali campionati europei è decisivo quanto Mauro Icardi.
Dei sette gol totali messi a segno dall'Inter, infatti, sei portano la firma dell'ex sampdoriano (85,7%).
E l'unica rete che non ha siglato personalmente, è stata comunque propiziata da lui con l'assist a Perisic per il 2-1 sulla Juventus.
La doppietta realizzata contro l'Empoli ha poi confermato una decisa inversione di tendenza: fino alla passata stagione a Icardi veniva fatto notare che segnava pochissimo di testa.
In questo avvio di stagione, invece, l'argentino ha fatto centro proprio di testa contro Palermo, Pescara, Juventus ed appunto contro i toscani.

RINNOVO IN VISTA - Il futuro di 'Maurito' sarà ancora a Milano.
Respinte le sirene estive, come anticipato da Calciomercato.it, a breve Icardi rinnoverà il suo contratto con l'Inter portando la nuova scadenza al 2021 e ottenendo un grosso aumento dell'ingaggio che si aggirerà intorno ai 5 milioni di euro.
Onde evitare il ripetersi del caso Higuain, poi, dovrebbe essere inserita una clausola di rescissione da 100 milioni valida soltanto per le formazioni estere.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)