Breaking News
  • Calciomercato Roma, da Emery al 'sogno' Guardiola: i possibili eredi di Spalletti
© Getty Images

Calciomercato Roma, da Emery al 'sogno' Guardiola: i possibili eredi di Spalletti

Il tecnico, accostato anche all'Inter, non sembra intenzionato a rinnovare il contratto in scadenza

CALCIOMERCATO ROMA SPALLETTI / Ogni giorno che passa diventa sempre più improbabile la permanenza sulla panchina della Roma di Luciano Spalletti.
Il tecnico non sembra intenzionato a prolungare il suo contratto in scadenza a giugno perché - al di là dei suoi problemi ambientali - non intravede all'orizzonte la possibilità di un calciomercato importante in grado di far diventare la squadra davvero competitiva per lo Scudetto e per poter compiere un lungo percorso nella prossima Champions League.
Il suo futuro potrebbe essere ancora in Italia solo nel caso in cui l'Inter, vedendo sfumare Antonio Conte e Diego Simeone, si decidesse a puntare davvero su di lui per il post Pioli preferendolo alle soluzioni 'straniere' che portano a Jardim, Pochettino e Marco Silva.
Oppure in Inghilterra, dove piace al Tottenham.
Tutt'altro che remota l'ipotesi di un anno sabbatico o comunque di un periodo di inattività in attesa della chiamata 'giusta'.

Calciomercato Roma, da Emery al 'sogno' Guardiola fino a Sarri: i possibili successori di Spalletti

Volendo seguire un filo logico, il posto del 58enne di Certaldo dovrebbe essere preso da Unai Emery, 'pallino' dell'ormai nuovo direttore sportivo Monchi.
L'attuale allenatore del Paris Saint Germain ha, però, un ingaggio importante e non propriamente in linea coi parametri del club di Pallotta.
Il quale, stando alle ultime indiscrezioni sul calciomercato Roma, 'sogna' nientemeno che Pep Guardiola.
Un sogno destinato a rimanere tale, mentre sarebbe più percorribile la 'suggestione' Maurizio Sarri, anche se per il mister del Napoli bisognerebbe superare gli ostacoli De Laurentiis e clausola rescissoria che è fissata a circa 8 milioni di euro.
Quindi non vanno del tutto scartati altri candidati: da Paulo Sousa a Roberto Mancini, fino all'ex Di Francesco.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)