Breaking News
  • PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-LAZIO: Juric risveglia i bomber, Luis Alberto salva Inzaghi
© Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-LAZIO: Juric risveglia i bomber, Luis Alberto salva Inzaghi

L’ex Liverpool pareggia al 91' dopo il gol dell'ex Pandev che torna al gol come Simeone

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-LAZIO PROMOSSI E BOCCIATI – Il ritorno di Juric in panchina risveglia il Genoa,Simeone e Pandev che non segnavano rispettivamente da tre mesi e tre anni.
Luis Alberto riagguanta una partita bellissima e tiene viva la Lazio alla corsa in Europa.

 

GENOA

Lamanna 6,5 – Intuisce il rigore di Biglia ma è poco reattivo sulla respinta.
Attento sulle incursioni ospiti, viene graziato da Lombardi anche perché è bravo a chiudere lo specchio.
Strepitoso su Immobile all'82'.
Nulla da fare sul destro di Luis Alberto.
 

Munoz 6,5 – Molto attento e bravo nel chiudere ogni falla e andare sempre al raddoppio. 

Burdisso 5,5 – Molte sbavature e un paio di falli al limite uno dei quali poteva essere sanzionato come rigore su Parolo.
E' sempre suo il fallo da rigore per la Lazio.
Da un suo rinvio arriva il gol del pareggio definitivo.
 

Gentiletti 6 – Uno dei tanti ex della partita.
Un altro giocatore rivitalizzato dal ritorno di Juric.
Buon match.

Lazovic 7 – Ha giocato un grandissimo secondo tempo risultando una spina nel fianco della difesa biancoceleste.
Inzaghi aveva intuito il problema ma l'ingresso di Lukaku gli ha reso la vita ancora più facile.

Veloso 6 – Gara ordinata anche se commette qualche errore in fase di appoggio.
E' comunque stato un buon rientro.
Dal 61' Pandev 7 – Una vita passata alla Lazio torna al gol dopo quasi tre anni e lo fa col più classico gol dell'ex.
Esulta contro i suoi ex tifosi.
 

Ntcham 6,5 – La chiusura sull'accorrente Milinkovic-Savic è la cosa migliore del suo match.
Strano a dirsi per uno dalle sue qualità ma è stato meglio in fase difensiva che in quella offensiva.
Partita di sostanza.

Laxalt 7 – Spinge tanto e bene e difende altrettanto bene controllando Felipe Anderson.
La catena con Palladino funziona bene.

Rigoni 6 – Lavoro sporco di chiusure e ripartenze.
Lavoro anche molto faticoso quello chiestogli da Juric.
Dal 72' Cataldi 6 – Insieme a Pandev è l'ex più atteso.
Entra per far respirare la squadra e arginare le scorribande degli ex compagni.
 

Simeone 7 – Ritorna Juric e ritorna al gol.
Bravo come sempre a buttarsi su ogni pallone.
Sparisce per un po' dalla partita ma nel finale è prezioso per tenere palla e sotto pressione i difensori avversari.
Dall'88' Hiljemark s.v.

Palladino 6,5 – Grande iniziativa per l'assist del vantaggio di Simeone.
Continua a cucire gioco con preziosismi utili ed efficaci.
 

All.
Juric 6,5 – Torna ed è come se non fosse mai andato via.
La squadra lo segue e lo stima e si vede.
Il mercato di gennaio ha portato scompiglio lui ha perso un po' la bussola ma non la fiducia dei suoi uomini.
Una vittoria sfumata per poco ma la strada è quella giusta.

 

LAZIO

Strakosha 6,5 – Sfortuna e imperfetto sul gol di Pandev.
Non poteva fare molto di più su quello di Simeone ma è straordinario su Pandev al 95'.

Basta 5 – Concede troppo spazio a Palladino sul primo gol ed è negativo sulla chiusura mancata su Pandev che poteva valere la sconfitta.

De Vrij 6,5 – Rientra dopo l'infiammazione al ginocchio ma è timido sulla deviazione che fa arrivare il pallone al 'Cholito'.
Si riprende durante il match controllando bene l’area di rigore.

Hoedt 6,5 – Non interviene sul gol di Simeone e nel primo tempo commette diversi errori.
Nella ripresa prende fiducia sfiorando anche il gol.

Radu 6 – Dalla sua parte si aggira Lazovic che ha uno spunto importante ma riesce a contenerlo anche perché il Genoa si appoggia più sul lato di Palladino.
Dal 72' Lukaku 5 – Entra per tenere viva la fascia sinistra dove Lazovic stava crescendo.
Ma il belga è meno difensore e non riesce nel suo scopo.
Infatti da un cross del serbo arriva il gol di Pandev.
 

Parolo 6 – Solita grande partita di raccordo fra difesa e attacco.
Reclama anche per un fallo da rigore, ma il suo lavoro oscuro è sempre prezioso.
Dal 81' Luis Alberto 6,5 – Menzione speciale per lui che trova il gol per un pareggio fondamentale.
 

Biglia 6 – Abile a ribattare subito in rete dopo l'errore dal dischetto.
Il suo recupero è fondamentale per Inzaghi e la Lazio ma non è ancora al top.

Milinkovic-Savic  5,5 – Un pomeriggio incolore rispetto ai suoi standard.
Qualche incursione pericolosa ma di veri guizzi pochi.

Felipe Anderson 5,5 – E' praticamente chiuso nella morsa fra Laxalt e Gentiletti.
Inzaghi lo sposta nella ripresa ma la musica non cambia, si muove a sprazzi.
Dal 67' Lombardi 5,5 – Clamoroso l'errore al 75’ quando a tu per tu con Lamanna calcia male a lato con uno strano esterno destro.
 

Immobile 5 – Pur entrando in molte azioni della Lazio il suo calo fisico è vistoso.
Molti gli errori di palleggio in momenti clou della partita.
  

Keita 6 – Dei tre davanti è quello con maggiore verve.
Protesta per un paio di falli subiti in area e in effetti su di lui c'è un’attenzione particolare.

All.
Inzaghi 5,5 – L'approccio alla partita non è dei migliori.
Nonostante i recuperi di de Vrij, Radu e Biglia e pur avendo fatto partire dal primo minuto Keita la squadra non si è espressa ad alti livelli.
Ingaggia un duello verbale con Maresca che alla fine lo allontana dalla panchina.
 

 

Arbitro: Maresca 5 – Pomeriggio irrequieto.
Grandi proteste della Lazio al 24' per un fallo di Burdisso su Parolo lanciato a rete.
All'analisi della moviola il contatto c'è e il rigore poteva essere concesso con sanzione disciplinare per l'argentino.
Rigore che arriva a fine primo tempo per fallo di mano del capitano del Genoa ma il tocco arriva dopo che la palla striscia il corpo.
Decisione dubbia.
La Lazio aveva protestato anche per un fallo su Keita ma in questo caso è stato giusto sorvolare.
Altra decisione molto discutibile al 57': Laxalt atterra Keita ma Maresca non se la sente di dare un altro rigore.
  

 

TABELLINO

GENOA-LAZIO 2-2

GENOA (3-4-3): Lamanna; Munoz, Burdisso, Gentiletti; Lazovic, Veloso (dal 61' Pandev), Ntcham, Laxalt; Rigoni (dal 72' Cataldi), Simeone (dal 89' Hiljemark), Palladino. A disp.: Zima, Biraschi, Beghetto, Orban, Morosini, Pellegri, Ninkovic.
All.: Juric.

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Basta, De Vrij, Hoedt, Radu (dal 72' Lukaku); Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic; Felipe Anderson, Immobile, Keita. A disp: Adamonis, Vargic, Murgia, Patric, Wallace, Bastos, Luis Alberto, Lulic, Murgia, Lombardi, Crecco, Djordjevic.
All.: Inzaghi.

Arbitro: Maresca di Napoli

Marcatori: 10' Simeone (G), 45'+2 Biglia (L), 78' Pandev (G), 91' Luis Alberto (L)

Ammoniti: 25' Parolo (L), 30' Milinkovic-Savic (L), 39' Palladino (G), 44'Rigoni (G), 46' Burdisso (G), 55' Basta (L), 93' Lombardi (L)

Espulsi:

Note: 45'+2 Lamanna para rigore a Biglia. 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)