Breaking News
© Getty Images

Bayer Leverkusen, Donati: "Bundesliga superiore alla A. L'Inter e la Nazionale..."

L'ex laterale nerazzurro, volato in Germania nel 2013, si racconta

BAYER LEVERKUSEN DONATI BUNDESLIGA INTER NAZIONALE / LEVERKUSEN (Germania) - Tra passato, presente e futuro. Giulio Donati, laterale ex Inter in forza al Bayer Leverkusen, si racconta in una lunga intervista concessa al portale 'goal.com': "La spalla sta bene e sono totalmente a disposizione. Dispiace aver saltato le ultime partite, ma l'importante è che siamo ancora in zona Champions League. Mi sono sempre fatto trovare pronto quando chiamato in causa. Sono soddisfatto, ma dobbiamo migliorare, sia come squadra che a livello personale. Ora mi sto ambientando, anche con la lingua".

BUNDESLIGA - "E' un campionato molto appassionante, anche per i tifosi. Il livello cresce di anno in anno. Il gap con la Serie A si vede, non ci possiamo nascondere. Però anche le squadra italiane e la Nazionale nelle partite secche sono sempre difficili da battere".

OBIETTIVI - "Arrivare più avanti possibile in Champions League, anche se con l'Atletico sarà difficile, ed in Coppa di Germania e centrare la qualificazione alla prossima Champions. Immobile? Penso che le sue difficoltà siano legate al momento della squadra".

NAZIONALE - "Conte è riuscito subito a cambiare rotta. Per me la Nazionale è un sogno, che però non deve diventare un pensiero asfissiante. Solo dimostrando il mio valore qui potrò convincere Conte a chiamarmi.

INTER - "Ibrahimovic ha una potenza disumana, una volta in allenamento mi spostò di due metri con un braccio. Mourinho il miglior allenatore che abbia avuto fino ad ora - spiega Donati che, poi, si sofferma sulla rivoluzione nerazzurra e le ultime news InterMancini? Penso sia presto per valutare il suo lavoro. E' arrivato in una squadra non creata da lui. In Italia ed in Inghilterra ha già dimostrato le sue qualità. Nonostante la crisi economica stanno facendo bene sul calciomercato, credo che quella intrapresa da Mancini sia la strada giusta. Podolski e Shaqiri sono due giocatori importanti, hanno trovato poco spazio ultimamente e cercheranno una rivincita. Penso possano far bene. Thohir? Ha tanta voglia di modernizzare, anche dal punto di vista del marketing".

L.P.

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Serie A   Inter  
    FOTO CM.IT - Inter, Vecchi: "Scuse Gabigol? Gli fa onore"
    FOTO CM.IT - Inter, Vecchi: "Scuse Gabigol? Gli fa onore"
    Il tecnico sul brasiliano: "Si confronterà anche con la società"
    Serie A   Inter   Lazio
    Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
    Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
    Il tecnico nerazzurro ha incontrato i giornalisti in sala stampa
    Serie A   Inter  
    Inter, è caos: record negativo, tifosi furiosi e il mercato alle porte
    Inter, è caos: record negativo, tifosi furiosi e il mercato alle porte
    Solo due punti in otto partite. La curva contesta, Handanovic e Eder alzano i toni in tv
    Serie A   Inter   Sassuolo
    Inter-Sassuolo, Vecchi: "Serve una svolta, spiazzato dalla società"
    Inter-Sassuolo, Vecchi: "Serve una svolta, spiazzato dalla società"
    Il tecnico parla in conferenza stampa della gara di domani
    Serie A   Inter  
    Inter, la strigliata di Gagliardini: "Facciamo una brutta figura!"
    Inter, la strigliata di Gagliardini: "Facciamo una brutta figura!"
    Il centrocampista nerazzurro commenta il momento: "Dobbiamo lottare per i tifosi"
    Serie A   Inter  
    Genoa-Inter, Pioli: "Icardi? Non ero contento. Dobbiamo reagire"
    Genoa-Inter, Pioli: "Icardi? Non ero contento. Dobbiamo reagire"
    Il tecnico nerazzurro ai microfoni di 'Premium Sport'
    Serie A   Inter   Genoa
    Genoa-Inter, Pioli: "Ho la fiducia della società! Gabigol..."
    Genoa-Inter, Pioli: "Ho la fiducia della società! Gabigol..."
    Il tecnico nerazzurro presenta l'importante trasferta di domani in programma al 'Ferraris'