Breaking News
© Getty Images

Inter, Mazzarri cambia: ecco le nuove soluzioni tattiche

Il tecnico toscano intenzionato a passare alla difesa a quattro per dare più equilibrio. Giovedì contro il Qarabag prime mosse

INTER RIVOLUZIONE TATTICA MAZZARRI / MILANO - La preoccupante sconfitta di 'San Siro' contro il Cagliari è suonata come un campanello di allarme in casa Inter. Sia Thohir che il ds Ausilio hanno alzato la voce verso la squadra e indirettamente anche verso l'allenatore: a buon intenditor poche parole. Mazzarri, che un novellino non è, lo sa e per questo vuole fin da subito porre rimedio per dimostrare che la prestazione schock di domenica è stata solo un incidente di percorso. Ecco allora che il tecnico nerazzurro sta pensando a nuove soluzioni tattiche da mettere in atto fin dalla gara di giovedì in Europa League contro il Qarabag. Ancorarsi al 3-5-2 e ai dettami a lui cari potrebbe essere una rischiosa arma a doppio taglio.

Come riporta 'TuttoSport' in questi giorni Mazzarri ha tenuto la squadra a rapporto, chiusa nella sala video della Pinetina per rivedere gli errori delle ultime partite, esaminare i pro e i contro del gioco nerazzurro e trovare i correttivi necessari, perchè da oggi non sono più ammessi errori. Chi sbaglia paga e in campo andrà solo chi è al top. Inoltre era necessario intervenire anche sulla testa dei giocatori perchè una sconfitta così può essere una bella batosta per il morale di una squadra che non ha ancora dimostrato maturità e carattere vincente. Rivedere l'atteggiamento con cui si scende in campo è un altro fattore chiave.

Infine i correttivi tattici. La grande news Inter è quella che Mazzarri si è convinto di dare fiducia totale alla difesa a quattro. Contro il Qarabag potrebbe restare fuori uno tra Vidic o Juan Jesus, il più impiegato. Questo permetterà il ritorno al doppio mediano perchè Medel da solo è sembrato troppo in balia degli avversari. Il favorito per un posto tra i titolari nelle prossime partite è M'Vila. La squadra ha bisogno di maggior equilibrio perchè con  Hernanes lontano dalla forma migliore e un Kovacic che sta sentendo il peso delle responsabilità il centrocampo è troppo fragile. Anche a Firenze domenica prossima si potrebbe vedere un'Inter diversa formato campionato. Mazzarri ha gli occhi puntati addosso e non può fallire. Deve rigenerare tutta la rosa perchè il calciomercato è ancora lontano.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    In evidenza   Inter   Juventus
    Juventus, Moggi: "Calciopoli? Non è cambiato nulla. Inter sempre a 15 punti"
    In evidenza   Inter  
    Fiorentina-Inter, Mancini: "Resto? Se non mi mandano via..."
    Fiorentina-Inter, Mancini: "Resto? Se non mi mandano via..."
    Calciomercato.it vi offre le dichiarazioni dell'allenatore nerazzurro
    In evidenza   Inter   Sampdoria
    Serie A, le probabili formazioni della trentaseiesima giornata
    Serie A, le probabili formazioni della trentaseiesima giornata
    Ecco i possibili schieramenti riportati dagli inviati di Calciomercato.it
    In evidenza   Inter   Roma
    Fair Play Finanziario, UFFICIALE: ecco le sanzioni UEFA per Roma ed Inter
    Fair Play Finanziario, UFFICIALE: ecco le sanzioni UEFA per Roma ed Inter
    Stangata per i nerazzurri multati di 20 milioni di euro; 2 milioni invece per i giallorossi
    In evidenza   Inter   Udinese
    Serie A, le probabili formazioni della trentaduesima giornata
    Serie A, le probabili formazioni della trentaduesima giornata
    Ecco i possibili schieramenti riportati dagli inviati di Calciomercato.it
    In evidenza   Inter   Udinese
    Inter-Udinese, Mancini: "Icardi diventerà grande. Con Sylvinho enormi miglioramenti"
    Inter-Udinese, Mancini: "Icardi diventerà grande. Con Sylvinho enormi miglioramenti"
    Domani i nerazzurri ospiteranno i friulani guidati dall'ex Stramaccioni
    In evidenza   Inter   Milan
    Inter, Vieri: "Mi hanno trattato come un mafioso, che sofferenza il Mondiale del 2006"
    Inter, Vieri: "Mi hanno trattato come un mafioso, che sofferenza il Mondiale del 2006"
    L'ex attaccante: "Al Milan invece sembrava che giocassi con loro per un decennio"