• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Germania > Italia, ESCLUSIVO Bizzotto: "Gli azzurri non sono quelli visti ieri. Attacco? Dico Eder-Pellè"

Italia, ESCLUSIVO Bizzotto: "Gli azzurri non sono quelli visti ieri. Attacco? Dico Eder-Pellè"

Il giornalista della 'Rai' ai microfoni di Calciomercato.it: "All'Europeo partiamo dietro, ma può succedere di tutto"


Antonio Conte ©Getty Images
ESCLUSIVO
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

30/03/2016 13:46

ITALIA ESCLUSIVO BIZZOTTO GERMANIA EDER PELLE' CONTE EUROPEO 2016 / ROMA - Una sconfitta pesante, per risultato e prestazione. La Germania abbatte l'Italia e rimette tutto in discussione dopo l'entusiasmo per la buona prova fornita contro la Spagna. Quella vista contro la selezione tedesca, però, non è la vera Italia. Parola di Stefano Bizzotto, giornalista e telecronista della 'Rai', che in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it fa il punto sulle ultime news Italia: "Penso che l'Italia più vicina al vero sia quella vista contro la Spagna. E' stata fra le peggiori partite della gestione Conte. Di fronte avevamo una squadra campione del mondo e molto motivata perché veniva da una sconfitta casalinga e l'allenatore credo abbia toccato le corde giuste die giocatori alla vigilia. Un'altra battuta d'arresto avrebbe complicato non poco la marcia d'avvicinamento all'Europeo".

PROMOSSI - "Di ieri ovviamente nessuno. I giudizi positivi si fermano alla gara con la Spagna. I tre che ieri sono partiti titolari non hanno brillato, contro la Spagna quando sono entrati hanno fatto vedere grandi cose, tra cui il gol del pareggio che è stato bellissimo. Poi però bisogna ripetersi e ieri non si sono ripetuti, quindi qualche dubbio ora Conte lo avrà".

ATTACCO - "Probabilmente Eder e Pellè, che erano stati sostituiti ad Udine, risaliranno nelle gerarchie. Forse di ieri si può promuovere El Shaarawy, al quale è stato concesso poco spazio e l'ha sfruttato bene. L'unico gol, pur deviato, nasce da una sua iniziativa. Dubbi in attacco? Quando prendi quattro gol bisogna avere anche dei dubbi in difesa. Per trovare il miglior attacco bisogna soffermarsi sul cammino nelle qualificazioni europee. Avevano iniziato bene Immobile e Zaza, hanno finito bene Eder e Pellè. Ora Immobile è fuori casa, quindi converrebbe puntare su Eder e Pellè che formano una coppia ben assortita anche per caratteristiche e movimenti. Anche se è vero che Eder non ha trovato giovamento dal trasferimento all'Inter, anzi. Non ha segnato, non gioca sempre e questo può dare qualche preoccupazione a Conte. Però per quanto visto in Nazionale penso che la coppia su cui puntare sia Eder-Pellè" spiega Stefano Bizzotto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it.

EUROPEO - "E' la manifestazione che con più frequenza si è divertita a prendere a calci i pronostici. Nel '92 la Danimarca e nel 2004 la Grecia erano le squadre meno accreditate. Conviene non tagliar fuori nessuno. Detto questo, la Francia che gioca in casa, la Germania vista ieri, la Spagna, anche se non quella di Udine dove mancavano diversi giocatori, hanno qualcosa in più. La Francia in particolare anche per il fatto di giocare in casa. Ho visto l'Inghilterra sabato contro la Germania ed è un'altra squadra che potrebbe lottare per il titolo. Oggi l'Italia è forse un gradino sotto, ma sono gerarchie molto liquide, destinate a cambiare. Adesso non avremo più riscontri fino a maggio, ma secondo me in questo momento Spagna, Francia e Germania hanno qualcosa in più dell'Italia che potrebbe essere insieme a Belgio ed Inghilterra in un'ipotetica seconda fila. 

DOPO CONTE - "Le minestre riscaldate non sono mai una cosa apprezzabile, ma Donadoni sicuramente per quello che sta facendo a Bologna e per quello che ha fatto in Nazionale, dove è stato esonerato senza aver perso, sarebbe un'ottima scelta. Altrimenti è intrigante l'ipotesi di un allenatore di esperienza che possa portare anni di frequentazione di calcio ad alti o medi livelli. I nomi che vengono spontanei sono quelli di Ranieri, Guidolin, Ventura. Bisogna entrare nella testa dei federali per capire. Sembra si sia raffreddata la pista Donadoni visto il pressing del Bologna che vuole tenerlo. Bisogna comunque fare in fretta, perché ci aspettano delle qualificazioni Mondiali tostissime dove passerà direttamente soltanto la prima ed avremo la Spagna nel girone".




Commenta con Facebook