• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Napoli, Buffon: "Abbiamo dimostrato di essere mentalizzati solo per vincere"

Juventus-Napoli, Buffon: "Abbiamo dimostrato di essere mentalizzati solo per vincere"

Il capitano bianconero esulta per il primato conquistato a scapito degli azzurri


Gianluigi Buffon ©Getty Images

13/02/2016 23:48

JUVENTUS NAPOLI BUFFON / TORINO - Gianluigi Buffon si gode il primato in classifica. Un traguardo conquistato questa sera grazie alla vittoria sul Napoli griffata da Zaza. Queste le parole del capitano della Juventus a 'Mediaset Premium': 

"Ero preoccupato ad inizio partita, soprattutto sul piano psicologico, perché un'eventuale vittoria del Napoli ci avrebbe messo un po' in difficoltà. Magari il pareggio no, perché poi alla fine la nostra abitudine a rincorrere certi traguardi avrebbe potuto fare la differenza. L'ho sempre pensata così, sono felice che siamo di nuovo in testa.

A un quarto d'ora dalla fine eravamo anche un po' in difficoltà, sembravano avere loro il pallino del gioco in mano, per questo un pareggio non mi sarebbe dispiaciuto, pur mantenendo la speranza della vittoria. Ci ha pensato Zaza con un coniglio dal cilindro. Abbiamo dimostrato di essere squadra e abbiamo dimostrato che siamo forti e mentalizzati solo per vincere. Il Napoli ci ha dato filo da torcere, questa partita ci ha dato la consapevolezza che dietro di noi c'è una squadra di grande valore e che dovremo sempre guardarci le spalle.

Barzagli? Bisogna stracciargli la carta d'identità, è incredibile che abbia 35 anni. E' un calciatore straordinario, in partite importanti come questa qui per me deve giocare sempre, ci dà una sicurezza impressionante".

Il capitano della 'Vecchia Signora' ha proseguito poi su 'Sky Sport': “Questa vittoria non uccide il Napoli perché non è una squadra arrendevole e non lo è il suo allenatore. Oggi hanno fatto un’ottima gara ed è stata punita, forse immeritatamente, a due minuti dalla fine. Sappiamo che non possiamo concedere nulla. Se li abbiamo uccisi? Ancora no. Devo dire che nelle ultime 5-6 partite i miei compagni sono stati straordinari. Il gol di Higuain dell’andata? Penso che oggi l’avrei parato. Sono cambiato rispetto all’andata, anche nell’approccio alla gara".

A.P.




Commenta con Facebook