• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > LA MOVIOLA DI CM.IT: Netto il fallo di Miranda, severa l'espulsione di Mihajlovic

LA MOVIOLA DI CM.IT: Netto il fallo di Miranda, severa l'espulsione di Mihajlovic

Il difensore nerazzurro atterra Defrel e rischia anche il rosso. Orsato applica alla lettera il regolamento e allontana il tecnico


Daniele Orsato ©Getty Images
Emiliano Forte

11/01/2016 07:40

MOVIOLA 19A GIORNATA MIRANDA MIHAJLOVIC / ROMA - Per gli arbitri l'ultima di andata va in archivio senza particolari strascichi polemici, con Rizzoli ed Orsato che hanno confermato la loro affidabilità in occasione dei big match di giornata Fiorentina-Lazio e Roma-Milan. Nella sfida dello stadio 'Olimpico', Orsato è intransigente ed allontana Mihajlovic dalla sua postazione per un calcio ad una bottiglietta. Al 'Meazza' il confronto tra Inter e Sassuolo, determinante per la corsa al titolo d'inverno, viene deciso da un rigore concesso in pieno recupero al Sassuolo per il contatto Miranda-Defrel. Altro episodio nella stessa gara che merita attenzione è una manata di Berardi rifilata al nerazzurro D'Ambrosio, con gli interisti che hanno chiesto il rosso. Da analizzare in sede di moviola anche un contatto tra Rugani ed Ivan in area bianconera nel corso di Sampdoria-Juventus.

 

CARPI-UDINESE 2-1, arbitro Fabbri 6 - Match corretto e privo di insidie per il direttore di gara che ricorre al cartellino solo in due occasioni.

 

FIORENTINA-LAZIO 1-3, arbitro Rizzoli 6,5 - Dopo 3 minuti di gioco c'è un contatto in area laziale con protagonisti Hoedt e Kalinic: l'arbitro giustamente lascia correre visto che i giocatori si ostacolano e si trattengono a vicenda. Per il resto la gara è diretta con la consueta precisione e personalità da Rizzoli.

 

ROMA-MILAN 1-1, arbitro Orsato 6 - Ad inizio ripresa Luiz Adriano già ammonito colpisce Castan mentre sta rilanciando: il fallo c'è ma non è cattivo quindi fa bene Orsato a non ammonire per la seconda volta l'attaccante rossonero. Lascia molti dubbi al 57esimo il tocco di Pjanic su un'incursione di Boateng sul quale l'arbitro sorvola. L'espulsione di Mihajlovic per il calcio alla bottiglietta probabilmente è eccessiva, ma in questo caso Orsato applica alla lettera il regolamento.

 

INTER-SASSUOLO 0-1, arbitro Doveri 5,5 - Alla mezz'ora grazia Peluso per un intervento su Kondogbia meritevole del cartellino giallo. A seguire Murillo riceve il giallo per un fallo meno evidente: una disparità di giudizio che genera nervosismo tra i giocatori in campo. Sfugge a Doveri un accenno di reazione di Medel che, con un calcetto, colpisce Sansone dopo aver perso palla. L'Inter chiede l'espulsione di Berardi per una manata ai danni di D'Ambrosio: Doveri avrebbe dovuto sanzionare il gesto anche se il rosso probabilmente sarebbe stato eccessivo. Netto il rigore concesso al Sassuolo nel finale con Miranda che stende Defrel in piena area: vista la dinamica dell'azione, che vede il difensore nerazzuro interrompere una chiara occasione da gol, poteva starci anche il rosso, ma l'arbitro opta per il giallo.

 

VERONA-PALERMO 0-1, arbitro Banti 5,5 - In due occasioni, con il Palermo in vantaggio, i padroni di casa hanno chiesto l'intervento di Banti. Il primo episodio vede protagonisti Gonzalez e Pazzini con quest'ultimo che dopo il contatto finisce a terra in area: l'arbitro, molto vicino all'azione, decide di lasciar correre anche se qualche dubbio rimane. Altro episodio poco chiaro in area rosanero questa volta con protagonisti Goldaniga e Toni, con Banti che fischia ma per sanzionare un fallo in attacco del capitano gialloblu.

 

FROSINONE-NAPOLI 1-5, arbitro Tagliavento 6 - Sulla prima rete azzurra i padroni di casa protestano per un contatto tra Higuain ed il portiere ciociaro Zappino. Dalle immagini il tocco dell'attaccante argentino non sembra tale da ostacolare o impedire l'intervento dell'avversario. Giusto concedere il tiro dal dischetto in favore del Napoli per il fallo di Crivello su Higuain.

 

ATALANTA-GENOA 0-2, arbitro Guida 6 - Sfida che il fischietto di Torre Annunziata controlla senza particolari difficoltà vista la correttezza dei giocatori in campo. Unico dubbio riguarda la posizione di fuorigioco (attivo o passivo?) di Pavoletti sul gol di Dzemaili.

 

TORINO-EMPOLI 0-1, arbitro Gervasoni 7 - La gara è di quelle spigolose, dove sono fondamentali polso e concentrazione. Gervasoni tiene botta alla grande ricorrendo al giallo ogni volta che la situazione lo richiede senza mai perdere il controllo delle operazioni. Il Torino protesta per un mani di Costa in area toscana, ma l'arbitro fa bene a lasciar correre visto che nell'azione il braccio del difensore rimane ben attaccato al corpo.

 

BOLOGNA-CHIEVO 0-1, arbitro Gavillucci 6 - Nel corso del primo tempo è corretta la decisione di sanzionare con un penalty l'intervento di Frey su Giaccherini. Tiro dal dischetto che sarà poi fallito da Mattia Destro. È il minuto 79 quando Simone Pepe firma il gol vittoria con i giocatori rossoblu che protestano per un presunto fuorigioco di M'Poku: le immagini però danno ragione a Gavillucci che non interrompe il gioco e convalida la rete.

 

SAMPDORIA-JUVENTUS 1-2, arbitro Mazzoleni 6 - Prestazione convincente quella dell'arbitro di Bergamo, che affronta con decisione e personalità anche le fasi più accese del confronto. Un solo episodio dubbio da segnalare: nel corso della ripresa (minuto 58) Rugani in area juventina entra in contatto con Ivan e lo afferra per la maglia: il gesto poteva essere sanzionato con un tiro dal dischetto in favore dei blucerchiati.




Commenta con Facebook