• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, da Ranocchia a Biglia: ecco le mosse in entrata ed uscita per il 2016

Calciomercato Inter, da Ranocchia a Biglia: ecco le mosse in entrata ed uscita per il 2016

Nerazzurri anche su Biglia in mediana. Ma prima spazio alle cessioni, soprattutto in difesa


Lucas Biglia ©Getty Images
Andrea Della Sala (twitter @dellas8427) / Maurizio Russo

31/12/2015 23:00

CALCIOMERCATO INTER MERCATO 2016 / MILANO - L'Inter ha chiuso il 2015 in testa al campionato, nonostante la deludente ultima partita contro la Lazio. In casa nerazzurra c'è soddisfazione per quanto fatto finora da Mancini, il quale spera che gli venga concesso qualche altro rinforzo nel calciomercato di gennaio. In estate il mercato Inter è stato di assoluto livello, così il Ds Ausilio ora vuole piazzare prima i giocatori che stanno trovando poco spazio e, solo successivamente, inserire qualche nuova pedina nello scacchiere di Mancini. Inter osserva tutto con attenzione e ha obiettivi chiari per difesa, centrocampo e attacco. Dagli obiettivi in entrata Bruma, Biglia e Candreva alle possibili cessioni di Dodò, Ranocchia e Brozovic: ecco il punto sul calciomercato dell'Inter a gennaio 2016.

DIFESA INTER: PRIMA SI CEDE, POI UN TERZINO DESTRO

Il reparto difensivo è forse quello che necessita più lavoro a livello di cessioni. L'Inter è alle prese con il rinnovo di Handanovic, per il quale pare manchi solamente l'ufficialità, e con quello di Nagatomo che dovrebbe rimanere almeno fino a giugno e poi (a seguito del prolungamento del contratto) in estate verranno valutate le offerte per il giapponese. Il primo a partire dovrebbe essere Andrea Ranocchia, che come ha anticipato Calciomercato.it, è potrebbe trasferirsi al Bologna o andare all'estero visto che in nerazzurro è chiuso dalla coppia Murillo-Miranda e che è alla ricerca di un posto da titolare per conquistarsi l'Europeo in Francia. Oltre all'italiano potrebbe partire anche Dodò che, dopo il lungo stop, necessita di maggiore continuità. Per il brasiliano si valutano eventuali offerte a titolo temporaneo, sia in Serie A che in patria. Anche Juan Jesus è nella lista dei possibili partenti e sul difensore c'è da tempo l'interesse della Roma, anche perché il suo agente è stato spesso avvistato a Trigoria. A quel punto Mancini potrebbe virare su un altro centrale: piace Bruma del Psv Eindhoven. In entrata il tecnico jesino vorrebbe un altro terzino destro, magari con la cessione di Santon o Montoya: il sogno è Zabaleta, ma le piste più calde sono quelle che portano a Sala del Verona e Meunier del Club Bruges e van der Wiel del Psg; negli ultimi giorni tra i candidati si ritrova anche Martin Caceres della Juventus.

CENTROCAMPO: OBIETTIVO REGISTA. BROZOVIC E GUARIN TRA I SACRIFICABILI

Il centrocampo, probabilmente, è la zona dove Mancini richiede maggiori inteventi. Alla squadra nerazzurra manca un regista, un giocatore di qualità che faccia girare la squadra. Il tecnico interista lo avrebbe individuato in Pirlo, ma l'ex Juve non sembra voler tornare in Italia nemmeno per un breve prestito e vuole continuare la sua avventura in USA al New York City. Nelle ultime ore si è rifatto il nome di Lassana Diarra, ma le indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione parlano di una trattativa tutt'altro che semplice. Non trovano per ora conferme nemmeno le voci su un ritorno di fiamma per Imbula, seguito a lungo la scorsa estate. Un'altra opzione in cabina di regia è Biglia della Lazio, da sempre un pallino dell'Inter e di Mancini. L'argentino piace e dopo la sfida del 'Meazza' pare aver convinto ancor di più tecnico e dirigenza interista. Con Lotito si proverà a trattare non solo per lui ma anche per Candreva. Non sarà facile strappare al patron biancoceleste uno dei suoi top player, ma anche per Hernanes due anni fa le premesse non erano delle migliori. In uscita al momento non ci sono grossi movimenti se non la ricerca di un prestito per il giovane Gnoukouri, a meno che l'Inter non decida di sacrificare uno dei suoi gioielli per fare cassa. In tale ottica, oltre a Guarin, a rischiare sarebbe Marcelo Brozovic: il croato piace parecchio in Inghilterra e l'Arsenal potrebbe offrire una bella somma per convincere Thohir a cedere l'ex Dinamo Zagabria. 

ATTACCO: CALLERI SOLO DI PASSAGGIO. UN'ALTRA ALA PER MANCINI?

L'attacco è stato spesso criticato, visto che tra le squadre di testa l'Inter è quella che è andata meno in gol. Il problema, però, secondo Mancini non è di uomini ma di affiatamento e di tempo. Il tecnico è soddisfatto del reparto offensivo e non ci sarebbero obiettivi primari nel mercato di gennaio. Come riportato da Calciomercato.it Calleri arriverà, ma prima di approdare all'Inter sarà girato in prestito al Bologna. Da valutare la possibilità di prendere subito anche un attaccante esterno: Feghouli è stato quasi 'prenotato' a costo zero per la prossima stagione, mentre ieri in occasione dell'amichevole con il Psg si è tornato a parlare di Lavezzi. La new entry invece porta il nome di Forsberg che, come appreso in esclusiva dalla nostra redazione, oltre all'Inter piace anche alla Roma. In uscita potrebbe esserci il giovane Manaj, anche se in tal caso la società dovrà prima trovare un vice Icardi. Proseguono le trattative per il rinnovo di Palacio: il 'Trenza' ha il contratto in scadenza a giugno, ma potrebbe prolungare per un'altra stagione. 




Commenta con Facebook