• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Veron: "Inter, attenta alla Juventus. Higuain non può bastare al Napoli"

Serie A, Veron: "Inter, attenta alla Juventus. Higuain non può bastare al Napoli"

L'ex centrocampista su Messi: "Una volta mi disse che gli sarebbe piaciuto giocare nell'Inter"


Juan Sebastian Veron © Getty Images
Marco Di Federico

22/12/2015 08:29

NEWS SERIE A JUVENTUS INTER VERON / MILANO - Juan Sebastian Veron ha concesso una lunga intervista a 'TuttoSport' nella quale ha parlato delle ultime news Serie A, dalla rincorsa Scudetto della Juventus fino all'Inter di Mancini, passando per i connazionali Higuain, Calleri, Icardi e Dybala.

SCUDETTO - "Tutto è possibile quest'anno. - le parole dell'argentino - Non c'è più la Juventus che dominava dall'inizio alla fine. Ma il rientro dei bianconeri non può lasciare tranquilla l'Inter e nessun altro".

DYBALA - "Non va caricato di troppe aspettative e pressioni. Però non è da tutti arrivare così giovane alla Juventus e diventare immediatamente protagonista a suon di gol. Per puntare al Pallone d'Oro il talento c'è, poi dipenderà dalla continuità e dalle vittorie. Messi è Messi, ma sarebbe bello che dopo di lui ci fosse un altro argentino a dominare. Il confronto con Tevez? Carlitos è più potente, Paulo ha più classe".

HIGUAIN - "Ora lo vedo alla grande: forte fisicamente, leggero. Di sicuro è il miglior bomber della Serie A. Fa la differenza, ma è difficile che un solo giocatore ti faccia vincere lo Scudetto".

MANCINI - "È un leader indiscusso e quella di quest'anno è una squadra che sente più sua. Il suo lavoro è una certezza, ma la garanzia di vincere non esiste per nessuno: guardate cosa è successo a Mourinho".

ICARDI - "Deve seguire quello che gli dice Mancini: se lo farà, arriverà lontano. In lui vedo più Crespo che Batistuta: Bati era unico, talmente potente che portava dietro anche i difensori".

POGBA - "È un tuttocampista raro. Fisico, qualità, quantità. Segna e recupera palloni: è il mio preferito della Serie A".

CALLERI - "Tecnico e veloce. In Argentina si è imposto, ma l'Italia è un'altra cosa. Avrà bisogno di tempo".

MESSI - "Una volta mi disse che gli sarebbe piaciuto giocare nell'Inter. C'era ancora Moratti. Sinceramente mi sembra impossibile in chiave calciomercato che Leo lasci il Barcellona".




Commenta con Facebook