• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli-Fiorentina, Sarri: "Loro sono più forti. Follia non parlare di Juve da Scudetto"

Napoli-Fiorentina, Sarri: "Loro sono più forti. Follia non parlare di Juve da Scudetto"

Calciomercato.it vi offre le dichiarazioni dell'allenatore azzurro


Maurizio Sarri © Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

17/10/2015 14:33

NAPOLI FIORENTINA CONFERENZA SARRI / NAPOLI - Grande attesa per la sfida tra il Napoli e la Fiorentina, due delle squadre più in forma della Serie A prima della sosta. Alla vigilia del match del San Paolo, il tecnico degli azzurri Maurizio Sarri parla in conferenza stampa delle news Napoli del momento: Calciomercato.it seguirà per voi le dichiarazioni dell'allenatore partenopeo. 

BIG MATCH - "E' un big match più merito della Fiorentina che è in testa e a dominato tutte le partite. E' un primo posto molto giustificato mentre noi abbiamo una classifica intermedia, frutto dei due punti nelle prime tre partite. Cerchiamo continuità che è l'unica arma per risalire in classifica". 

SOSTA - "L'incognita c'è sempre quando si ferma il campionato, perché rompe un'inerzia positiva. Dobbiamo ora vedere se abbiamo la mentalità di ripartire dove abbiamo lasciato. Questo non è automatico. Poi le Nazionali fanno allenare per due settimana senza calciatori e quindi è tutto più problematico".

INSIGNE - "Da mercoledì è rientrato in gruppo, sta abbastanza bene e credo che sarà a disposizione. Ha lasciato sicuramente qualcosa nei giorni in cui è stato fermo ma credo che sia su buoni livelli".

SCUDETTO - "E' una bestemmia: hanno vinto 4-1 contro l'Inter, lo scorso anno sono finiti avanti al Napoli, ora sono di nuovo davanti. Sono materialista, se per 15 mesi sono davanti a noi significa che sono più forti".

SOGNI - "Dobbiamo estraniarci da tutti, anche dai tifosi. Dobbiamo rimanere con i piedi per terra e pensare a noi: questo è l'unico modo per svolgere il nostro lavoro".

FIORENTINA - "Hanno il maggior possesso palla, la percentuale più alta di passaggi riusciti. Si prospetta una partita di sofferenza, poi dobbiamo vedere come si comportano i viola quando non avranno il pallino del gioco, finora non è mai capitato"

FIDUCIA - "Ho grande fiducia nei miei giocatori, vedo come stanno preparando la partita e sono disposto a giocarmela. Ma sarà una gara difficile". 

TIFOSI - "L'entusiasmo aiuta, ma il Napoli spero che a fine stagione farà trenta partite in casa e i tifosi, anche economicamente, non possono seguirci sempre. Spero in un San Paolo come un inferno con il pubblico che ci spinga". 

PREGI E DIFETTI - "Credo che abbiamo margini di miglioramento. Mi piacerebbe avere un baricentro più alto possibile, ma questo non può esserci per novanta minuti. Il nostro pensiero deve essere sempre di poter migliorare". 

JUVENTUS - "Non si può escludere la Juventus dalla lotta scudetto, sarebbe follia pura. E' capace di fare 7-8 vittorie consecutive: hanno cambiato molto ma la forza è rimasta la stessa". 

ALLENATORI - "Sono i giocatori che vanno in campo, gli allenatori possono provocare solo qualche danno. Domani decisivi saranno i calciatori. Higuain? E' rimasto qui fortunatamente, ha fatto un buon ciclo di allenamenti anche dal punto di vista fisico e spero che domani sia lui il giocatori decisivo".

CALENDARIO - "Sono abbastanza terrorizzato dal fatto che mi trucchino". 

TITOLARISSIMI - "Avevamo bisogno di trovare certezze e quindi serviva dare continuità a una formazione per qualche partita. Spero tra un mese questo non sia più vero e il primo segnale l'ho avuto a Varsavia. Quindi i titolari non possono star tranquilli più di tanto".




Commenta con Facebook