• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 21 della MLS

SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 21 della MLS

Calciomercato.it vi propone un focus sul calcio a stelle e strisce


Kakà © Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

30/07/2015 16:16

SOCCER FEVER MLS WEEK 21 / ROMA - Appuntamento settimanale di Calciomercato.it che vi offre un approfondimento sulla week 21 della Mls, il massimo campionato statunitense con i top, i flop e gli uomini mercato, oltre alla top 11 della settimana e il resoconto dell'All-Star Game.

 

Gli Stati Uniti si leccano le ferite dopo il flop nella Gold Cup, dedicandosi alla Mls che è arrivata alla week 21 che comprende anche l'All-Star Game che tanto piace al pubblico d'oltreoceano. Nella corsa al Supporter's Shield volano a pari punti Dallas (4-1 ai Portland Timbers) e D.C. United, che ha la meglio sui Philadelphia Union sconfitti 3-2. Balzo in avanti per i Vancouver Whitecaps che schiantano i San José Earthquakes con un netto 3-1. Brusca frenata per i Los Angeles Galaxy di Bruce Arena che cadono a Houston sotto i colpi dei Dynamo (3-0 con un Gerrard irriconoscibile). Toronto e Columbus mettono in scena una delle partite più emozionanti della settimana: 3-3, con la franchigia dell'Ohio che si era portata addirittura in triplice vantaggio. Per i canadesi decisivo, al solito, Sebastian Giovinco. Nella costa ovest passo falso per i Seattle Sounders (sconfitti 1-0 a Montreal) e Sporting Kansas City, battuto dal Real Salt Lake. Ad est, infine, i Chicago Fire fermano sul pari i New England Revolution. Gol e spettacolo nel 5-3 del New York City sull'Orlando di Kakà. Nella franchigia della 'Grande Mela' arriva anche l'esordio di Andrea Pirlo.

ALL-STAR GAME - E' stata anche la settimana dell'All-Star Game, disputatosi nella notte al 'Dick's Sportings Goods Park' di Commerce City, in Colorado. La selezione dei migliori giocatori della Mls (Kakà, Villa e Dempsey su tutti) guidato da Pablo Mastroeni ha affrontato il Tottenham di Mauricio Pochettino. Hanno avuto la meglio i padroni di casa grazie ad un Kakà davvero ispirato (gol su rigore ed assist) e al solito David Villa, oltre ad un Nick Rimando fenomenale in porta nel frustrare i tentativi degli 'Spurs'. Di Harry Kane la rete inglese che ha fissato il 2-1 finale.


TOP - Due giocatori sugli scudi questa settimana. Kakà, mvp dell'All-Star Game, e Cyle Larin, player of the week per quanto riguarda la regular season. Il centravanti canadese dell'Orlando City ha infatti impressionati tutti con la tripletta (risultata poi inutile) rifilata al New York City, che ha messo in mostra il solito fenomenale David Villa. Nella rimonta di Toronto con il Columbus Crew c'è tantissimo di Sebastian Giovinco, che sta vivendo una seconda gioventù in Canada. La franchigia dell'Ohio si consola con Ethan Finlay e Kei Kamara, quest'ultimo capocannoniere con 15 reti. L'Fc Dallas si coccola invece il colombiano Barrios e Acosta, letteralmente devastanti nel 4-1 rifilato ai Portland Timbers. Se i Los Angeles Galaxy affondando a Houston il merito è anche del classe '81 Brad Davis, gol e assist. Partita monstre per il belga Laurent Ciman di Montreal: preciso in difesa e decisivo di testa nella vittoria contro Seattle.


FLOP - Spicca la brutta sconfitta dei Los Angeles Galaxy. Steven Gerrard non ha saputo ripetere le prestazioni dell'esordio e Robbie Keane si è dimostrato in giornata no. Sotto accusa anche le difese. In Chicago Fire-New England il lassismo della coppia centrale Gehrig-Adailton è irritante. Atteggiamento sbagliato anche per Adrian Heath, allenatore dell'Orlando City. Allo 'Yankee Stadium', infatti, la difesa a tre St.Ledger-Hines-Collin naufraga sotto i colpi di Villa e compagni. Tra i portieri spicca negativamente Brian Sylvestre, classe '92 dei Philadelphia Union ed autore di una prova disastrosa al cospetto di un D.C United cinico e concreto.


CONSIGLI DI MERCATO - Il Canada è una delle nazionali di calcio più deboli del mondo e lo ha dimostrato anche alla recente Gold Cup, uscendo al girone senza segnare nemmeno un gol. Il futuro sembra più roseo, però, grazie a Cyle Larin, attaccante dell'Orlando City. Classe '95 cresciuto in patria e con brevissime esperienze nell'Europa centrale (periodi di prova in Germania e Belgio). Dopo un'annata nei Connecticut Huskies (squadra di college) è stato selezionato come prima scelta assoluta al Super Draft del 2015. Finora ha segnato 9 gol in 15 partite di Mls, timbrando anche nell'unica presenza in Us Open Cup. Attaccante potente fisicamente e molto tecnico, svaria per tutto il fronte offensivo ed ha una buona tecnica individuale oltre ad un fiuto del gol eccezionale. Promessa di ottimo livello, la tripletta al New York City ha messo in vetrina tutto il suo repertorio. Può avere un futuro interessante se non si perde per strada.


TOP 11 (3-4-3): Deric (Houston Dynamo); Korb (D.C United), Ciman (Montreal Impact), Horst (Houston Dynamo); Rosales (Vancouver Whitecaps), Poku (New York City), Acosta (Fc Dallas), Barrios (Fc Dallas); Villa (New York City), Giovinco (Toronto Fc), Larin (Orlando City). All. Oscar Pareja (Fc Dallas).




Commenta con Facebook