• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > LA MOVIOLA DI CM.IT: mani di Antonelli sanzionabile, non ci sono i falli di Glik e Floro Flores

LA MOVIOLA DI CM.IT: mani di Antonelli sanzionabile, non ci sono i falli di Glik e Floro Flores

Banti non punisce il braccio largo del difensore del Milan. Calvarese concede due penalty molto dubbi


Luca Banti ©Getty Images
Emiliano Forte

20/04/2015 07:39

MOVIOLA 31A GIORNATA ANTONELLI GLIK / ROMA - Il derby di Milano finisce a reti bianche ma con diversi episodi da moviola da rivedere, come il mani in area di Antonelli su tiro di Hernanes che ha fatto molto arrabbiare i nerazzurri. Da analizzare anche l'autogol di Mexes, con Banti che interviene ed annulla tutto per un presunto fallo di Palacio. Nell'altro big-match di giornata che ha visto di fronte Juventus e Lazio bene Rizzoli, che convalida l'1-0 firmato Tevez il quale scatta da posizione regolare per poi battere Marchetti. Unico neo il fallo di Marchisio su Lulic che probabilmente meritava più di un giallo. Non convincono le scelte di Calavarese in Sassuolo-Torino finita 1-1 grazie a due calci di rigore quantomeno discutibili.

 

SAMPDORIA-CESENA 0-0, arbitro Giacomelli 6,5 - Contatto dubbio Eder-Lucchini in area romagnola al 51esimo, con Giacomelli che lascia correre nonostante l'intervento del difensore non sia dei più puliti. Decisione condivisibile visto che Eder si lascia cadere con troppa facilità. Al 70esimo arriva il giallo per Okaka per una gomitata a Volta che, stando alle immagini, non sembra particolarmente violenta o intenzionale. L'ammonizione probabilmente è eccessiva.

 

JUVENTUS-LAZIO 2-0, arbitro Rizzoli 6,5 - Regolare la rete del vantaggio juventino, con Tevez che scatta da posizione regolare sul colpo di testa di Vidal. Più al centro c'è Matri davanti a tutti ma il suo fuorigioco è passivo dunque Rizzoli fa bene a non intervenire. C'è il giallo per Chiellini nel corso della ripresa quando appena fuori area intercetta con un braccio un pallone calciato da Candreva. Marchisio, invece, autore di un brutto fallo su Lulic rischia il rosso ma Rizzoli opta per l'ammonizione. Metro di giudizio diverso nei confronti di Cataldi che viene espulso per un fallo da dietro: in questo caso l'arbitro applica alla lettera il regolamento.

 

SASSUOLO-TORINO 1-1, arbitro Calvarese 5 - Non convince il direttore di gara in corrispondenza dei due calci di rigore che hanno fissato il risultato sull'1-1. In entrambi gli episodi sono protagonisti Glik e Floro Flores prima in area di rigore granata poi in quella neroverde ed in entrambi i casi non sembra esserci un intervento tale da giustificare un penalty.

 

PALERMO-GENOA 2-1, arbitro Cervellera 5,5 - Regolare la posizione di Dybala nell'azione che porta al primo gol di Chochev, così come quella di Iago che accorcia le distanze per i suoi nella ripresa. Qualche sbavatura per Cervellera nel corso del match come in occasione del fallo di De Maio su Dybala con Rispoli che si lancia verso la porta genoana: il direttore di gara sbaglia nel non concedere il vantaggio ai rosanero che perdono una grossa occasione per andare al tiro da posizione favorevole.

 

CHIEVO-UDINESE 1-1, arbitro Massa 6 - Manca un giallo a Bubnjic per un brutto fallo da dietro dopo 17 minuti di gioco. Alla mezz'ora contatto Pellissier-Danilo appena fuori l'area di rigore: Massa lascia correre ma poteva starci il calcio di punizione.

 

EMPOLI-PARMA 2-2, arbitro Pasqua 6 - Gara molto corretta che il fischietto di Tivoli controlla senza grosse difficoltà. Regolare il pareggio degli ospiti firmato da Belfodil.

 

ROMA-ATALANTA 1-1, arbitro Gervasoni 5,5 - Dopo 2' minuti di gioco arriva il penalty per la Roma trasformato da Totti e nato da un mani di Stendardo su una conclusione di Ljajic. Decisione ineccepibile da parte di Gervasoni. Venti minuti dopo arriva il secondo penalty della gara questa volta concesso all'Atalanta per l'intervento di Astori su Emanuelson: in questo caso il fallo è meno evidente ma ci può stare la scelta dell'arbitro di assegnare il tiro dagli 11 metri.

 

CAGLIARI-NAPOLI 0-3, arbitro Valeri 6 - É regolare la posizione di Callejon quando al 24esimo raccoglie l'invito di Hamsik e batte Brkic con freddezza e precisione. Molto fiscale Valeri (forse troppo) in occasione dell'espulsione di Maggio nella ripresa.

 

INTER-MILAN 0-0, arbitro Banti 5 - Nel corso del primo tempo Alex si vede annullare un gol sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto dalla destra. Banti vede bene visto che in partenza c'è un offside dello stesso Alex e soprattutto, sul tocco di Mexes, de Jong si trova in posizione di fuorigioco attivo e va a disturbare l'intervento di D'Ambrosio. Situazione molto difficile ma l'arbitro se la cava bene. Molti dubbi al 63esimo, quando una conclusione di Hernanes viene intercettata con un braccio da Antonelli in piena area di rigore: vista la poca distanza tra i due giocatori Banti decide di non intervenire ma il braccio del difensore rossonero è davvero molto largo. Non convince del tutto neanche la decisione di annullare l'autogol di Mexes per un fallo in attacco di Palacio su Antonelli a palla lontana: altra scelta discutibile ma più comprensibile rispetto al mani non sanzionato di Antonelli.




Commenta con Facebook