• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Pogba delizia, Menez irritante

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Pogba delizia, Menez irritante

Top e Flop della 19a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Paul Pogba (Getty Images)
Emiliano Forte

19/01/2015 07:24

PAGELLONE, POGBA MENEZ / MILANO - Si chiude con l'allungo della Juventus sulla Roma il girone di andata del campionato di Serie A che vede ora le due formazioni in lotta per il titolo distanziate da 5 punti. Nel poker servito dai bianconeri nella sfida contro il Verona da segnalare la prestazione superba di due autentici fenomeni come Paul Pogba e Carlos Tevez che hanno offerto spettacolo e gol al pubblico dello 'Stadium'. Continua la sua stagione sopra le righe la Samp del presidentissimo Ferrero trascinata da un superlativo Roberto Soriano.

Ancora una sconfitta, invece, per il Milan di Inzaghi che, in evidente crisi d'identità, cade a 'San Siro' per mano dell'Atalanta. Tra i rossoneri da dimenticare le prestazioni di Menez ed El Shaarawy, ancora una volta troppo discontinui e poco concreti in zona gol.

 

TOP

 

5.Chiellini (Juventus) – Gara impeccabile per il numero 3 bianconero che in fase difensiva non concede un solo centimetro agli avversari. Al di là della solita grinta e dell'esuberanza fisica, riesce persino a concedersi una proiezione offensiva che culmina con un assist al bacio, degno del miglior Pirlo, per il tris di Pereyra. Gigante. VOTO 7,5

 

4.Brienza (Cesena) – Pericoloso dalla distanza e implacabile dal dischetto; fino al gol di Maxi Lopez il numero 11 romagnolo stava vivendo una giornata da eroe capace con le sue giocate di guidare la rimonta dei suoi dopo lo 0-2 iniziale. Purtroppo per lui e per il Cesena il risultato ed i punti non sono arrivati ma la prestazione maiuscola rimane. Trascinatore. VOTO 7,5

 

3.Soriano (Sampdoria) – Prestazione di spessore soprattutto nella ripresa quando prima dà il la all'azione che porta al gol di Bergessio poi finalizza ribadendo in rete una conclusione dello stesso Bergessio finita sul palo. Tutte le volte che si accende sono dolori per il Parma. Decisivo. VOTO 7,5

 

2.Tevez (Juventus) – Il volume di gioco prodotto dal centrocampo bianconero ed il moto perpetuo di Morata su tutto il fronte offensivo, trovano in Tevez quel finalizzatore implacabile capace di trasformare in oro qualsiasi pallone gli capiti a tiro. L'Apache anche contro il Verona si conferma cannoniere principe del nostro campionato con una doppietta da urlo. Prima colpisce scagliando in porta un destro forte e preciso dopo un delizioso velo di Pogba; poi cala il poker juventino con un tiro incrociato a pochi passi da Rafael che passa proprio tra le gambe del portiere gialloblu. Furia. VOTO 7,5

 

1.Pogba (Juventus) – Con una serie di giocate tanto spettacolari quanto decisive, il francesino continua la sua scalata all'Olimpo dei più grandi. Doti tecniche ed atletiche fuori dal normale stanno facendo di Pogba uno dei calciatori più decisivi e corteggiati in assoluto. Il destro dalla distanza che spiana la strada ai suoi dopo neanche 3 minuti di gioco contro il Verona è un'altra gemma da aggiungere alla sua collezione personale. Divino. VOTO 7,5

 

 

FLOP

 

5.G. Rodriguez (Verona) – Costretto a fronteggiare Tevez e compagni in versione extra lusso trascorre momenti di totale blackout con i bianconeri che dalle sue parti fanno quello che vogliono. Non riesce mai a leggere per tempo le intenzioni degli avversari e per giunta difetta di intesa con i compagni di reparto. Avvilito. VOTO 4,5

 

4.Krajnc (Cesena) – In marcatura, soprattutto su Quagliarella, lascia molto a desiderare concedendo metri che poi risulteranno letali per il Cesena. Sbadato. VOTO 4,5

 

3.El Shaarawy (Milan) – Volontà e corsa non mancano ma le immagini di un 'Faraone' imprendibile e micidiale sotto porta sono ormai un ricordo sbiadito. L'attaccante rossonero fatta eccezione per qualche sporadico spunto, non riesce proprio a ritrovarsi ed è un vero peccato visto che in questa fase il Milan avrebbe tanto bisogno del vero El Shaarawy. Scoraggiato. VOTO 4,5

 

2.Jansson (Torino) – Imperdonabile l'ingenuo fallo di mani che a 5 minuti dal 90esimo regala al Cesena il rigore che vale il 2-2 firmato Brienza. Nei minuti finali i granata trovano la forza di riacciuffare i tre punti con Maxi Lopez ma quel goffo intervento su un cross senza pretese nella fase clou del match non può passare inosservato. Impacciato. VOTO 4

 

1.Menez (Milan) – Si ostina nel cercare più e più volte la soluzione personale senza risultati apprezzabili. Quando non è in giornata di grazia il suo gioco diventa addirittura deleterio per il Milan che senza un punto di riferimento in avanti capace di finalizzare o di dialogare con i compagni perde d'incisività. Tante corse a vuoto e tocchi nel nulla per il francese che si conferma croce e delizia per i suoi allenatori e tifosi. Svogliato. VOTO 4




Commenta con Facebook