• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Zola: "Conta più il talento della tattica, Pirlo è l'essenza del football"

Serie A, Zola: "Conta più il talento della tattica, Pirlo è l'essenza del football"

L'ex fantasista del Cagliari: "Tra i giovani ho un debole per Giuseppe Rossi, poi Insigne e Gabbiadini"


Gianfranco Zola © Getty Images

02/12/2014 08:10

ZOLA PREMIER LEAGUE SERIE A PIRLO PJANIC / LONDRA (Inghilterra) - Gianfranco Zola ha fatto della tecnica il suo marchio di fabbrica. L'ex fantasista del Cagliari nel 2007 fu collocato dal tabloid 'Sun' al secondo posto nella classifica dei dieci artisti del calcio inglese di tutti i tempi, mentre in Italia era stato "emarginato" a favore di esigenze tattiche sempre più pressanti: le reti meravigliose segnate dai vari Pjanic, Pirlo o Peres questa domenica sono la rivincita di tutti quelli che, come Zola, vedono nella tecnica e non nella tattica l'essenza del calcio. "I gol di Pirlo e Pjanic sno i gesti che rendono il calcio uno sport unico. Pjanic è fantastico, la sua punizione all'Inter è stata vicina alla perfezione: se fosse usato il metro di giudizio di una disciplina come i tuffi, avrebbe sfiorato il 10. - le parole dell'ex ct dell'Under 21 - Pirlo è l'essenza del football. In Inghilterra tutte le volte che parlo della Serie A viene sempre fuori il suo nome. Quassù lo adorano".

SERIE A - "Negli anni '90 in Italia si esagerò con la tattica. Io non sono nemico degli schemi, nel calcio sono importanti e vanno sorretti dalla corsa, ma ad un certo punto il sistema si sbilanciò. Ma il calcio non è la guerra o una partita a scacchi: è uno sport dove la componente tecnica resta il requisito fondamentale. Quando Benitez dice che nel calcio italiano conta soprattutto la tattica, mette a nudo i nostri limiti. Ma il talento è sempre supportato dalla fatica quotidiana. Dietro i gol di Pirlo e Pjanic c'è un allenamento serio. I migliori giocatori italiani? Pirlo a parte, Totti è straordinario. Ha 38 anni, ma è ancora determinante e bello da vedersi: la cosa gli fa onore. Nel podio degli over 30 metto anche Di Natale. Tra i giovani ho un debole per Giuseppe Rossi, poi Insigne e Gabbiadini".

 

M.D.F.




Commenta con Facebook