• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CESENA-GENOA

PAGELLE E TABELLINO DI CESENA-GENOA

Leali assolto, Volta & Co. da incubo. Super Matri, Perotti e Antonelli sugli scudi.


Esultanza Genoa (Getty Images)
Valerio Sesti

30/11/2014 16:52


ECCO LE PAGELLE DI CESENA-GENOA:

 

CESENA

Leali 7 – Subito coinvolto nel match: può fare poco e nulla sullo 0-1 di Matri, ancora meno sul secondo gol di Antonelli. Attento poco prima su una buona conclusione di Rosi. Strepitoso sul rigore parato alla mezz'ora su Matri. La difesa di fronte a lui sbanda pericolosamente, ma lui è sempre pronto a mettere una pezza con una parata decisiva. Sul terzo gol degli avversari è incolpevole per la deviazione del compagno. Comunque decisivo.

Volta 5 – Traballa paurosamente insieme ai suoi compagni di reparto; non riesce mai realmente ad opporsi con forza a Matri & co. Spesso preso pericolosamente in mezzo da scambi ravvicinati degli attaccanti avversari. Sfortunato anche nell'autorete dello 0-3.

Lucchini 5 – La prestazione da trascinatore di settimana scorsa è un lontano miraggio; le maglie della difesa da lui guidata sono sempre troppo larghe, permettendo agli avanti ospiti di essere spesso pericolosi. Soffre il gioco palla a terra degli avversari.

Mazzotta 5 – Spinge meno delle altre volte, difensivamente a tratti è in difficoltà contro la velocità e tecnica di Iago Falque.

Giorgi 5 – Impiegato questo pomeriggio nel ruolo inedito di terzino destro, oggi ha un cliente assai scomodo come Perotti; spesso soffre la rapidità dell'argentino, non riesce mai a spingere sulla fascia come vorrebbe il suo allenatore. Opaco.

Carbonero 5,5 – Grande determinazione, ma spesso anche confusione per il centrocampista del Cesena. Non riesce ad incidere pienamente nel match, nonostante sia uno degli ultimi ad arrendersi. Spesso nervoso, ammonito per proteste.

Cascione 5 – Risucchiato dal centrocampo avversario, deve sempre rincorrere in fase di contenimento; non riesce mai a costruire come è riuscito nelle ultime partite. Sbaglia il possibile rigore che avrebbe potuto aprire la partita.

Coppola 5,5 – Sostituito dopo poco più di mezz'ora per far posto ad un attaccante. Non esce senz'altro per demeriti, vista la grande voglia e applicazione messa al servizio della squadra, ma per ragioni tattica in vista del cambio di modulo. Dal 36' Rodriguez 5,5 – Schierato per cambiare la gara, tenta quantomeno con tanta determinazione a dare una svolta. Colpisce una trasversa nel finale.

Brienza 5 – Prova ad inventare gioco con il suo grande sinistro, ma non riesce quasi mai a trovare la giocata giusta per le punte. Esce giustamente ad inizio ripresa. Deludente. Dal 54' Tabanelli 5,5 – Non incide nella gara pienamente, ma comunque prova a dare una scossa ai compagni

Defrel 5 – Completamente fuori dal match, non riesce mai a trovare lo spunto giusto. Partita da dimenticare per lui come per i suoi compagni. Sostituito, tardi, nella ripresa. Dal 70' Djuric 5 – Gioca troppo poco per essere valutato adeguatamente, comunque mai nel vivo della contesa.

Almeida 5,5 – Lotta con Burdisso e Izzo con grande determinazione, ma spesso è troppo solo e poco assistito dai compagni. Sconsolato.

All. Bisoli 5 – Dopo pochi minuti il suo Cesena è sullo 0-2 dopo uni inizio shock; sveglia i suoi che provano a reagire alle due reti ospiti, ma sono confusi e poco incisivi. In fase difensiva troppi errori elementari. La fortuna non aiuta senza dubbio (due traverse). Situazione di classifica critica.

 

GENOA

Perin 6,5 – Miracoloso con una grande uscita sulla testa di H. Almeida; sempre sicuro nelle palle alte, tra i pali è praticamente imbattibile, anche se quest'oggi non è molto impegnato. Ancora gran parata quando, nel finale, devia sulla traversa il tiro di Rodriguez. Il futuro è suo.

Roncaglia 5,5 – Rischia la frittata sullo 0-2 con un retropassaggio folle di testa per il suo portiere. Sembra sempre insicuro e mai affidabile in marcatura. Unica insufficienza del Genoa. Indeciso.

Burdisso 6,5 – Guida la difesa da vero leader; padrone dell'area di rigore sulle palle alte, sempre concentrato in marcatura. Si toglie la soddisfazione di propiziare la terza rete dei suoi. Esperienza al servizio della squadra.

Izzo 6,5 – Buona personalità per il giovane difensore di Gasperini alla terza presenza in serie A. Molto attento nella marcatura degli attaccanti bianconeri. Piacevole scoperta. Dall'88' De Maio s.v.

Rosi 6 – Partita ordinata per il terzino scuola Roma. Non eccelle, né demerita con una prestazione sufficiente.

Bertolacci 7 – Il giovane centrocampista italiano è la vera mente della mediana dei liguri e non è un caso che sia entrato nel giro della nazionale. Assist perfetto per la rete in apertura di Matri; gestisce il pallone con grande personalità disegnando gioco da vero regista. Positivo.

Kucka 6,5 – Sfiora a metà primo tempo un gran gol con un tiro, terrificante per potenza, da fuori area, che si stampa sulla traversa interna. Grande determinazione e buona qualità in fase di possesso. Sta tornando il vero Kucka, ammirato prima dall'infortunio al ginocchio della scorsa stagione.

Antonelli 7 – Grande inizio del capitano genoano come tutta la sua squadra. Va anche lui subito in rete dopo pochi minuti servito da uno splendido colpo di tacco di Matri. In fase offensiva sempre presente con le sue sovrapposizioni; difensivamente sempre attento con le diagonali lunghe.

Perotti 7 – Pericolo costante per la difesa avversaria; a volte è immarcabile e spesso i difensori devono ricorrere al fallo per fermare il talento argentino. Ci si chiede perché non giochi in una squadra di livello internazionale; sta fornendo una serie di prestazioni ottime. Giocatore vero.

Matri 6,5 – Pronti e via e punisce subito i padroni di casa, ma non gli basta: fornisce, dopo pochi minuti, un assist perfetto di tacco al capitano Antonelli. Reattivo e sempre nel vivo del gioco, è un costante pericolo per la difesa dei padroni di casa. Sbaglia (o meglio gli viene parato) il rigore che avrebbe potuto chiudere il match dopo mezz'ora. Ottima prestazione, mezzo voto in meno per il rigore. Dal 90' Pinilla s.v.

Iago 6,5 – Sta bene e si vede il giovane talento di scuola Barcellona. Fortissimo con il pallone tra i piedi, nell'uno contro uno si ammira la sua tecnica sublime e capacità di saltare l'uno. Piacevole scoperta del grande campionato dei liguri. Dall'85' Lestienne s.v.

All. Gasperini 7 – Il suo Genoa è squadra vera: praticamente mai in difficoltà nella difficile trasferta del Manuzzi. Gioco spumeggiante e fase difensiva quasi perfetta dei suoi. Il sogno Europa continua.

Arbitro: Russo 5 - È alla 100^ in serie A il fischietto della sezione di Nola. Dubbi sul rigore assegnato al Genoa, anche se probabilmente non è lui a concederlo, ma gli viene comunicato nell'auricolare dall'arbitro di area. Corrette le ammonizione comminate. Molti dubbi anche sul rigore assegnato al Cesena. Invece, non assegna probabilmente un rigore su Tabanelli a dieci minuti dal termine. Nel finale grazia Volta quando non lo espelle per fallo da ultimo uomo.

 

TABELLINO

CESENA-GENOA 0-3

Cesena (4-3-1-2): Leali; Volta, Lucchini, Mazzotta, Giorgi; Carbonero, Cascione, Coppola (dal 36' Rodriguez); Brienza (dal 54' Tabanelli); Defrel (dal 70' Djuric), Almeida. All.: Bisoli.

Genoa (3-4-3): Perin; Roncaglia, Burdisso, Izzo (dall'88' De Maio); Rosi, Bertolacci, Kucka, Antonelli; Perotti, Matri (dal 90' Pinilla), Iago (dall'85' Lestienne). All.: Gasperini.

Arbitro: Russo di Nola.

Marcatori: 5' Matri (G), 8' Antonelli (G), 43' aut. Volta (C).

Ammoniti: 29' Lucchini (C), 33' Giorgi (C), 34' Roncaglia (G), 51' Carbonero (C), 89' Burdisso (G).

Espulsi: -

Note: al 30' Leali (C) para il rigore a Matri (G); al 63' Cascione (C) sbaglia il rigore colpendo la traversa.




Commenta con Facebook