• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Genoa-Juventus, Allegri: "Tocca a Pogba diventare un top player. Pirlo..."

Genoa-Juventus, Allegri: "Tocca a Pogba diventare un top player. Pirlo..."

Il tecnico parla ai giornalisti prima del turno infrasettimanale


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

28/10/2014 12:01

GENOA JUVENTUS CONFERENZA ALLEGRI / TORINO  - Alla vigilia del turno infrasettimanale di Serie A che pone la Juventus davanti all'ostacolo Genoa, Massimiliano Allegri parla in conferenza stampa. Calciomercato.it ha seguito per voi le dichiarazioni dell'allenatore bianconero. 

"I campionati non si vincono giocando benissimo tutte le partite - esordisce Allegri -, ci sono dei momenti dove si gioca meno bene, che poi nel caso nostro vuole dire fare 7-8 occasioni gol a partita. Rispetto al primo tempo contro il Palermo, dobbiamo giocare meglio". 

TEVEZ -  "Ha raggiunto un obiettivo importante e sono contento per lui. Merita di andare in Nazionale". 

POGBA - Tra le news Juventus di oggi c'è la presenza di Pogba tra i candidati al Pallone d'Oro: "E' un buon risultato. D'altronde il rinnovo di contratto è un segno di grande stima nei confronti di un calciatore che è stato portato a livelli dei top-player: ora sta a lui diventare uno dei migliori centrocampisti al mondo". 

INFORTUNATI - "Rientra Marrone tra i convocati, abbiamo fuori Caceres, Barzagli. Pepe ha avuto un risentimento all'adduttore, ma nel giro di due tre giorni sarà nuovamente a disposizione".

TURN OVER - "Lo stiamo già facendo: nelle ultime due partite è rimasto fuori MArchisio, contro il Palermo Pogba, prima Vidal. A metà campo sto ruotando, ma anche in attacco. Ci sarà spazio per tutti, ma in difesa non posso fare turnover". 

PIRLO - "Ha fatto meglio rispetto a Sassuolo ed Atene e quando è uscito ha ricevuto l'applauso di tutto lo stadio. Era prevedibile che dopo l'infortunio avesse maggior difficoltà: sono cose che capitano a tutti. Sono contento di quanto fatto con Palermo e credo che stia recuperando: è un calciatore di cui la Juventus ha bisogno". 

MORATA - "Ancora devo decidere, può darsi che giochi ancora Llorente. Deve valutare diverse cose: Fernando è tornato al gol, facendo una buona partita ma non a livelli delle altre partite dove pur non segnando aveva giocato molto meglio".

PALLONE D'ORO - "Assenza italiani? E' un premio che è assegnato in base a quello che uno fa durante la stagione: le squadre italiane non hanno fatto bene lo scorso anno e neanche la Nazionale, quindi è normale". 

BUFFON - "Le 500 presenze sono un traguardo per pochi: ha ancora molto da dare perché ha la voglia di un ragazzino e la saggezza di un vecchietto. Questa è la sua forza ed è un valore aggiunto per la squadra e per i giovani. 




Commenta con Facebook