• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Benessere > Salute, il latte di mucca è il più indicato per bebè e bambini: ecco perché

Salute, il latte di mucca è il più indicato per bebè e bambini: ecco perché

Lo studio effettuato dai ricercatori del St. Michael's Hospital “premia” il “vaccino”


Latte vaccino (Getty Images)

23/10/2014 16:44

SALUTE LATTE MUCCA BEBE’ BAMBINI / ROMA - Il latte migliore per neonati e bambini? E’ il cosiddetto “latte vaccino”. La definizione, che risulta spesso ambigua e foriera di equivoci, altro non è che il classico latte di mucca: un alimento indispensabile per le sue proprietà nutrizionali che risultano particolarmente importanti per lo sviluppo dell'organismo e per la salute delle ossa. La conferma arriva da uno studio canadese che dimostra come i bebè che non lo bevono possono avere carenza di vitamina D.

Il latte vaccino è risultato inoltre una ricca fonte di sali minerali quali calcio e fosforo e appunto di vitamina D, necessaria per la deposizione di calcio nello scheletro e nelle cartilagini. Ma non è tutto. Anche le proteine fanno la loro parte: le più abbondanti sono denominate caseine, che costituiscono una scorta di amminoacidi essenziali come ad esempio la fenilalanina.

Lo studio recentemente effettuato dai ricercatori del St. Michael's Hospital e pubblicato sulla rivista “Canadian MedicalAssociation Journal” ha decretato la superiorità del latte di mucca rispetto alle altre tipologie. La sperimentazione degli scienziati d'oltreoceano ha coinvolto circa 4 mila bambini di età compresa tra uno e sei anni ed ha evidenziato che chi sostituisce il classico latte vaccino con dei suoi surrogati presenta un rischio maggiore di soffrire di carenza di vitamina D e calcio, elementi spesso non presenti naturalmente nelle altre tipologie di latte ma addizionati. Esistono infatti vari tipi di latte, tra cui quello derivato da altri animali quali capra, pecora e bufala, e quelli di tipo vegetale estratto come per esempio dalla mandorla, dalla soia e dal cocco. Questi vengono commercializzati in quanto risultano possedere proprietà differenti rispetto a quello vaccino (prima fra tutte la diversa digeribilità), .

I ricercatori canadesi hanno quantificato che per ogni bicchiere di latte vaccino non consumato, si va incontro ad una riduzione del 5% dei livelli plasmatici di vitamina D ogni mese, quantità che comporta un pericolo di carenza di questo elemento più che raddoppiato rispetto a coloro i quali assumono abitualmente latte vaccino. Questo significa, soprattutto al di sotto dei cinque anni, che occorre preferire il latte di mucca (e ancor meglio non scremato), tipo di latte che presenta un maggiore contenuto di grassi indispensabili per fornire al lattante l'apporto energetico necessario ad una crescita rapida e ad un corretto sviluppo del sistema nervoso. E’ utile ricordare che la scarsità dei costituenti chimici prima elencati nell’organismo umano produce effetti collaterali piuttosto seri, provocando rachitismo e osteoporosi.

Eugenio Del Toma, professore associato di Nutrizione Clinica all'Università Campus Biomedico di Roma ha spiegato: “Il latte vaccinoha tali pregi da poter essere considerato in pratica l’integratore naturale delle diete carenti e squilibrate. L’unico neo della sua composizione è la modesta presenza di ferro e di zinco”.

Il latte di mucca è inoltre ricco di vitamine (A, D, E ed alcune del gruppo B)  e fermenti lattici, è un prezioso alleato per il corretto funzionamento della flora batterica intestinale che regola il pH gastrointestinale, combatte le infezioni e aiuta i processi digestivi. Il latte contiene anche il potassio, elemento fondamentale per ridurre la pressione alta e che abbassa le probabilità di avere problemi cardiocircolatori. Studi recenti rivelano inoltre che il latte di mucca svolge un’azione protettiva contro il tumore al seno e al colon-retto ed è eccellente se assunto dopo aver svolto esercizio fisicoperché  reintegra i fluidi persi durante lo sforzo e fornisce nuove riserve di energia. Non ultime, le proprietà relative ai disturbi di sonno: un buon bicchiere prima di andare a letto favorisce il riposo.




Commenta con Facebook