• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Coppa Italia > Napoli, addio a Ciro Esposito: funerali a Scampia. "No alla violenza"

Napoli, addio a Ciro Esposito: funerali a Scampia. "No alla violenza"

Il rito evangelico si tiene in piazza Grandi Eventi nel quartiere partenopeo


Scontri Coppa Italia (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

27/06/2014 15:55

NAPOLI FUNERALI CIRO ESPOSITO / NAPOLI -  AGGIORNAMENTO ORE 17.00 - Dopo un breve discorso, il cantante Nino D'Angelo fa partire il coro "Napoli, Napoli, Napoli" che chiude la funzione. Inizia il corteo.

AGGIORNAMENTO ORE 16.55 - Torna a parlare Antonella, la mamma di Ciro: "Grazie a tutti per essere qui, Ciro vive in ognuno di voi. Abbiamo pregato tutti i giorni". Poi, la donna ha un lieve mancamento. Riprende in mano il microfono: "In questi giorni abbiamo avuto il modo di pregare assieme a mio figlio. Lui aveva mille motivi per bestemmiare il nome di Dio, ma non ha mai smesso di cercare la salvezza del cuore e del corpo attraverso il Signore. Ancora oggi, io ringrazio Dio per come ci ha accompagnato a questo evento. Ciro è già entrato nella gloria di Dio. Grazie a tutti voi, al presidente De Laurentiis, a Gioacchino Alfano, a tutti quelli che ci sono stati vicini. Io sono stremata, ma prego ancora il Signore. Il sacrificio di Ciro non sia vano e possa portare solo pace, gioia e amore. Non vi dimenticate mai di lui!".

AGGIORNAMENTO ORE 16.50 - Parla il sindaco De Magistris: "Oggi diciamo con forza due cose: no all'odio e alla vendetta, sì alla giustizia. Deve pagare chi non ha garantito l'ordine pubblico a Roma!".

AGGIORNAMENTO ORE 16.45 - Prende la parola il presidente del Coni, Giovanni Malagò: "Essere qui è una questione di rispetto. Antonella (la mamma di Ciro, n.d.r.) è un gigante. Ne ho viste tante di celebrazioni, quello che conta è domani, da qui all'eternità. Alla mamma di Ciro ho detto che lei ha dato una lezione di vita a sessanta milioni di italiani. La sua dignità resterà nella storia".

AGGIORNAMENTO ORE 16.40 - Parla la fidanzata di Ciro Esposito: "Non c'è distinzione tra nord e sud, il Signore c'è sempre. Basta con la violenza, così lo uccidete due volte Ciro!".

AGGIORNAMENTO ORE 16.32 - Prende la parola il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis: "Nella tragedia, la mamma di Ciro ha conservato i veri valori morali. Il 3 maggio  è morto il calcio. Che valore ha quella Coppa Italia? A Scampia, oggi, nasce la speranza. La morte di Ciro Esposito permetta al calcio di ritrovare la sua dignità. Sono troppo emozionato, scusatemi. Un abbraccio al papà, alla mamma e alla famiglia di Ciro".

AGGIORNAMENTO ORE 16.30 - Iniziano ad arrivare le prime stime: secondo 'Il Mattino' sarebbero 20mila le persone presenti in piazza Grandi Eventi a Scampia per il funerale di Ciro Esposito.

AGGIORNAMENTO ORE 16.20 - Il fratello di Ciro Esposito ha voluto salutarlo per un'ultima volta con un omaggio musicale.

AGGIORNAMENTO ORE 16:  In perfetto orario sono iniziati i funerali di Ciro Esposito. Il pastore evangelico, nella sua orazione, ha ribadito l'appello alla non violenza: "Ragazzi, non siate animati da sentimenti di odio e di vendetta. Allo stadio portate bandiere e fischietti, non spranghe. Momenti come questo non si devono ripetere in nessuna città italiana. A Napoli c'è più bene che male. Chi ha ucciso Ciro non deve nascondersi dietro la menzogna. Gli assassini devono pentirsi. Napoli vincerà col bene. Napoli risorgi!".
".

La madre di Ciro, all'inizio della funzione funebre, ha dichiarato: "E' il momento della fede. Raccoglietevi e pregate".

 

Oggi è il giorno del silenzio, oggi è il giorno dell'addio commosso a Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito mortalmente a colpi di pistola poche ore prima del fischio d'inizio della finale di Coppa Italia dello scorso 3 maggio. Il giovane, 27 anni, ha lottato tra la vita e la morte per 50 giorni, prima di 'spegnersi' all'ospedale 'Agostino Gemelli' di Roma per "un'insufficienza multiorganica non rispondente alle terapie mediche e di supporto alle funzioni vitali".

A partire dalle ore 16, presso la piazza Grandi Eventi di Scampia (quartiere dove è nato e cresciuto il ragazzo), si svolgono i funerali con rito evangelico. Il marmo con il nome della piazza di Scampia è stato sostituito con la dicitura "Piazza Ciro Esposito". Lo striscione che campeggia all'ingresso del rione recita "Scampia per Ciro non vuole violenza".

Il feretro ha lasciato la camera ardente (chiusa alle 14) portato in spalla dai tifosi del Napoli. Sono già moltissime le persone giunte sul posto. In mezzo alla folla anche il sindaco Luigi De Magistris. Amici e parenti stanno intonando il coro "Ciro, Ciro" tra la commozione generale.

In piazza, è stata già portata la corona di fiori di Aurelio De Laurentiis, patron del Napoli arrivato sul posto per partecipare alla funzione. Anche Lorenzo Insigne, reduce dai Mondiali in Brasile, è giunto a Scampia per l'ultimo saluto a Ciro Esposito. Con lui la moglie Genny, il coordinatore del club Grava, l'addetto stampa Baldari e cinque giovani calciatori della Primavera.

Presente tra la folla anche Genny De Tommaso (detto 'a carogna), protagonista della presunta trattativa tra Curva e forze dell'ordine prima del fischio d'inizio della finale di Coppa italia tra Napoli e Fiorentina e al centro di numerose polemiche per la maglietta 'Speziale libero'.

Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha annunciato l'istituzione di una borsa di studio intitolata alla memoria Ciro Esposito e terrà un'orazione nel corso della funzione. La municipalità di Scampia ha annunciato invece che dedicherà al ragazzo un campo di quartiere situato in via Ugo Pratt, che riporterà una targa con dicitura "All'eroe Ciro".




Commenta con Facebook