• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Antonello Cuccureddu su Juventus-Benfica e Fiorentina-Napoli

Antonello Cuccureddu su Juventus-Benfica e Fiorentina-Napoli

Calciomercato.it ha contattato in esclusiva l'ex calciatore di Juventus e Fiorentina


Juve vs Benfica (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

02/05/2014 12:12

EUROPA LEAGUE JUVENTUS BENFICA COPPA ITALIA FIORENTINA NAPOLI / ROMA - Il ritorno della semifinale di Europa League tra Juventus e Benfica ha riservato un'amara delusione ai tifosi bianconeri, proprio a un passo dalla finale allo 'Juventus Stadium'. Nella giornata di domani, un'altra finale terrà banco in Italia: quella di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli. Per analizzare le due partite, Calciomercato.it ha contattato in esclusiva l'ex calciatore di Juventus e Fiorentina Antonello Cuccureddu.

JUVE-BENFICA - "Siamo tutti delusi - ha esordito ai nostri microfoni - Al momento del sorteggio, sapevamo che i portoghesi sapevano giocar bene a calcio ed essere molto pericolosi con le ripartenze, ma ieri non abbiamo visto la Juventus che ci aspettavamo tutti. La squadra è mancata soprattutto in fase realizzativa, non erano i soliti Tevez e Llorente. Anche Pirlo era ben marcato e ha faticato in mezzo al campo. Sulle fasce, poi, non ho visto spingere molto Asamoah e Lichsteiner. Arbitraggio? Non mi sembra ci siano stati episodi eclatanti. Certamente il recupero poteva essere maggiore: i calciatori del Benfica hanno perso molto tempo".

ANTONIO CONTE - "Il campionato - ha dichiarato Cuccureddu in esclusiva a Calciomercato.it - è chiuso da tempo e già contro l'Atalanta, a mio avviso, la Juventus chiuderà la pratica. Le critiche a Conte? Antonio si avvia a vincere il terzo titolo nazionale consecutivo. Ora, in casa Juve si deve lavorare per tornare competitivi in Europa e serviranno ulteriori rinforzi ad una rosa già ben attrezzata. In ottica Champions, la Juventus non è all'altezza dei club più forti, ma l'Europa League era assolutamente alla sua portata. La difesa a tre? E' un modulo assolutamente collaudato, che i calciatori hanno dimostrato di conoscere a memoria e che ha portato tante vittorie. Nel calcio, però, bisogna sempre saper variare, anche in partita in corso".

FINALE COPPA ITALIA - "Quella di domani sarà una partita apertissima. Si affronteranno due squadre che sono abituate a giocare a viso aperto e in maniera molto simile. Da una parte e dall'altra ci sono ottimi giocatori, soprattutto dalla metà campo in su, e certamente sarà una partita bella da vedere. Dovranno fare attenzione però alla fase difensiva, dove in qualche occasione - ha concluso Cuccureddu - hanno mostrato di peccare un po'".




Commenta con Facebook