• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Mazzarri: "Hernanes e' un ragazzo d'oro. D'Ambrosio voleva sol

Calciomercato Inter, Mazzarri: "Hernanes e' un ragazzo d'oro. D'Ambrosio voleva solo noi"

Il tecnico dei nerazzurri ha parlato in occasione dell'uscita del suo libro


Walter Mazzarri (Getty Images)
Martin Sartorio (twitter: smartins88)

30/01/2014 21:36

MAZZARI INTER PAROLE HERNANES MERCATO/ MILANO - Walter Mazzarri - ospite a 'Sky Sport' - ha rilasciato una lunga intervista. Il tecnico dell'Inter ha commentato le lacrime di Hernanes, sempre più vicino al trasferimento a Milano: "Dietro ad ogni calciatore o ad un allenatore c'è sempre una persona. Hernanes è un ragazzo d'oro. Quando annunciai ai ragazzi del Napoli che avrei lasciato, mi è venuto un nodo alla gola anche a me".

THOHIR - "Ho avuto una buona impressione. Ha tanta voglia di fare. Mi è piaciuto molto per quello che ha detto su di me. Posso dire solo bene su di lui".

PIANGINA - "Non digerisco questo termine. Me lo attribuiscono i miei avversari. Molti sono approssimativi e vedono e sentono quello che gli conviene. Un mio sostenitore non me lo ha mai detto".

ALLENATORI - "Non curo il rapporto con i miei colleghi. Penso solo ai miei calciatori. E' giusto però che pensi anche a loro. Proprio per questo ho invitato i miei collaboratori a ricordarmi di salutarli".

LAVORO DI ALLENATORE - "Ho il piacere di fare questo mestiere. Ho voglia di dimostrare che sono in grado di far vincere le mie squadre. Al mondo dei media mi sono dovuto adeguare, ma al centro di tutto, nel mio lavoro, ci sono i calciatori e il campo".

NAPOLI - "Io non vivo la città, perché mi concentro sul lavoro. Arrivo talmente stanco a fine giornata che preferisco non uscire. Tutto è fatto in funzione del lavoro e i miei datori di lavoro lo hanno sempre apprezzato".

MORATTI - "La cessione a Thohir è certamente un motivo in più per far bene".

CALCIATORI - "Voglio che superano i limiti. Dobbiamo cercare di fare sempre meglio: ogni partita deve essere una finale. Solo così puoi essere concentrato e dare il massimo. Una finale è affrontata in una maniere diversa, ma se ti chiami Inter non puoi avere cali di concentrazione".

SOGNO - "Prima di smettere con il calcio vorrei fare il presidente. Se un presidente è preparato fa le scelte giuste".

D'AMBROSIO - "Mi sono piaciute le motivazioni che ha avuto per venire all'Inter. Nonostante l'inserimento di altre squadre ha voluto solo noi. Voleva essere allenato da me".

GIOVANI - "Ho allenato la Primavera del Bologna. Alla Reggina ho fatto esordire tanti giovani. Chiedete a Rolando Bianchi... Non è vero che io li trascuro. Poi bisogna vedere quali sono gli obiettivi della squadra. Se devi arrivare primo come fai a far giocare solo i giovani. Bisogna essere obiettivi e i miei presidenti hanno sempre capito il mio pensiero. La Juventus con quanti giovani ha vinto lo Scudetto? Cavani, Lavezzi Insigne sono diventati campioni grazie a me".

KOVACIC - "E' giovanissimo con delle doti fantastiche, ma non puoi dargli delle responsabilità. Deve crescere piano piano, oppure lo bruci."

ICARDI - "Deve prendere esempio dai compagni che hanno vinto tutto. Bisogna fare sacrifici, le doti solamente non bastano".

 




Commenta con Facebook