• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Mikaela Calcagno su Galatasaray-Juventus, Champions League e Pallone d'Oro

Mikaela Calcagno su Galatasaray-Juventus, Champions League e Pallone d'Oro

Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva il volto 'Mediaset' Mikaela Calcagno


Conte vs Mancini (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

10/12/2013 16:11

CHAMPIONS LEAGUE GALATASARAY JUVENTUS ESCLUSIVO MIKAELA CALCAGNO PALLONE D'ORO / ROMA - La Champions League è giunta all'ultima giornata della fase a gironi. La Juventus di Antonio Conte è attesa questa sera a Istanbul dalla decisiva sfida contro il Galatasaray di Roberto Mancini. Per analizzare la partita e non solo, abbiamo contattato in esclusiva la giornalista 'Mediaset' Mikaela Calcagno.

GALATASARAY-JUVENTUS - "La Juve, forte delle sette vittorie di fila in campionato. può dire la sua anche in Europa. Il Galatasaray - ha dichiarato la Calcagno in esclusiva ai nostri microfoni - ha alcune individualità molto forti e Mancini vorrà dare certamente filo da torcere a Conte, ma non reputo quella turca una squadra all'altezza dei bianconeri. La Juventus ha tutto per passare il turno; nelle ultime partite sembra essere tornata la squadra imbattibile degli anni scorsi grazie anche ai 'nuovi' innesti di Tevez e Llorente. L'ambiente? Sarà caldissimo, è sempre difficile giocare in trasferta contro i club turchi. Il campo ghiacciato, invece, non sarà un fattore determinante a mio modo di vedere perchè creerà problemi a entrambe le squadre".

VINCITRICE CHAMPIONS LEAGUE - "E' molto difficile - ha spiegato Mikaela Calcagno a Calciomercato.it - prevedere oggi chi vincerà la Champions, a volte non la vince la più forte. Ci sono un sacco di variabili, bisogna aspettare almeno febbraio. Di certo il Bayern Monaco è una tra le squadre più accreditate alla vittoria, in quanto campione in carica e anche in virtù dell'arrivo in panchina di Guardiola. Poi dico Chelsea, Psg e Real Madrid, che sembra avere sempre una sorta di 'psicosi' per questa coppa. Senza trascurare il Barcellona...".

VINCITORE PALLONE D'ORO - "Posto che i tre finalisti annunciati sono tutti e tre dei talenti e ognuno può avere le sue preferenze personali - ha concluso la giornalista ai nostri microfoni - secondo me Messi resta il calciatore più forte ma ques'anno il trofeo io lo darei a Cristiano Ronaldo. Peraltro, credo proprio che andrà a finire così".

 




Commenta con Facebook