• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > IL PAGELLONE DI CM.IT: Higuain rilancia il Napoli, male De Sanctis

IL PAGELLONE DI CM.IT: Higuain rilancia il Napoli, male De Sanctis

Top e Flop della 14a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Higuain (Getty Images)
Simone Bennici

03/12/2013 08:39

PAGELLONE HIGUAIN DE SANCTIS/ ROMA – In una giornata ricca di goal troviamo le doppiette del "Pipita" e di B.Valero che regalano i 3 punti rispettivamente a Napoli e Fiorentina. Tra i peggiori Centurion, in affanno per tutto il tempo in cui è stato in campo e Cana, che tutto ha fatto meno che salvaguardare la propria squadra dagli affondi dei partenopei. Celebriamo ancora una volta la prestazione splendida di Kakà.

TOP 5

5° Kakà (Milan) - Mai banale in qualsiasi cosa fa. Soffre la marcatura a uomo degli etnei, ma ogni volta che se ne libera si rende pericoloso. A referto un gran gol che sancisce la sconfitta del Catania. ETERNO. VOTO 7

4° Alvarez (Inter) – Grazie al lavoro svolto in estate da mister Mazzarri, vediamo tutto il talento di un giocatore tecnicamente superiore rispetto a tanti altri. Giochi di magia all'ordine del giorno per l'argentino, che manda a farfalle più di una volta la difesa blucerchiata. Splendido l'assist per il gol di Guarin. MAGICO. VOTO 7

3° Perin (Genoa) – Periodo di forma splendido per l'ex portiere del Pescara, che grazie alle sue parate regala 1 punto importante alla propria squadra. Praticamente ovunque e mai fuori tempo, vediamo finalmente l'estremo difensore che tutti avevano etichettato tempo fa come il futuro sostituto di Buffon. RAGNO. VOTO 7,5

2° B.Valero (Fiorentina) – Il centrocampista di Montella si fa beffe del Verona, purgandola per ben due volte in nemmeno 10' di gioco. Oltre a questo tanta corsa, spirito di sacrificio e tecnica sopraffina che mette a disposizione ogni volta che scende in campo. La luce dello spagnolo brilla oggi più che mai nel cielo fiorentino. SPLENDENTE. VOTO 7,5

1° Higuain (Napoli) – Tornato al gol su azione dopo più di due mesi, non si accontenta di una sola rete ma ne fa addirittura due affondando la Lazio in quel dell'Olimpico. L'ex Galactico mostra tutto il suo repertorio, fatto di tecnica, rapidità e freddezza. Il popolo partenopeo ricomincia a sognare. DEVASTANTE. VOTO 8

FLOP 5

5° Neto (Fiorentina) – Rendimento altalenante quello del portiere brasiliano, che anche oggi si rende protagonista di una prestazione insufficiente. Colpevole su due dei tre gol presi dalla sua squadra, appare continuamente indeciso e spaventato. C'è ancora tanto da lavorare. OPACO. VOTO 5

4° Rinaudo (Livorno) – Giornata negativa più che mai per il difensore livornese, prima in ritardo sul gol di Rigoni e poi impalato a guardare Thereau mettere in porta il gol del 2-0. Le difficoltà mostrate non faranno piacere a mister Nicola, che dovrà correre ai ripari nel prossimo match di campionato. FUORI LUOGO. VOTO 4,5

3° Centurion (Genoa) – Gioca 46' di calcio, se vogliamo chiamarlo così, disastroso. Continuamente in ritardo e messo in ridicolo dai diretti avversari, non riesce mai a giocare un pallone senza perderlo pochi secondi dopo. PESSIMO. VOTO 4,5

2° De Sanctis (Roma) – Il pareggio rende meno amaro il goal subito dall'ex portiere del Napoli, che poteva senza dubbio fare di più. La barriera che salta e la palla che rimbalza a mezzo metro da lui sono attenuanti giuste per carità, ma la sua reattività non è di quelle che ci si aspetta da uno come lui. INERTE. VOTO 4,5

1° Cana (Lazio) – In una partita dove tutta la difesa gioca in maniera a dir poco pessima, nessuno escluso, lui è senza dubbio il peggiore. Si fa ubriacare da Higuain sulle azioni che portano alla doppietta dell'argentino senza riuscire nemmeno a sfiorare un pallone per tutta la gara. Una settimana fa regalava il pareggio alla sua squadra in quel di Genova allo scadere, mentre oggi ne sancisce la sconfitta. CATASTROFICO. VOTO 4,5




Commenta con Facebook