• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > VIDEO - Milan-Catania, Allegri non si nasconde: "Decisiva per il terzo posto". E sul futur

VIDEO - Milan-Catania, Allegri non si nasconde: "Decisiva per il terzo posto". E sul futuro...

Il tecnico rossonero ha parlato in vista della sfida contro gli etnei


Allegri (Getty Images)
Matteo Zappalà (twitter: @MattZappa88)

27/04/2013 13:33

MILAN-CATANIA ALLEGRI CONFERENZA STAMPA / MILANO - E' un Massimiliano Allegri pronto a chiudere la lotta per il terzo posto, quello intervenuto in conferenza stampa in vista della sfida contro il Catania. Ecco le sue dichiarazioni.

TERZO POSTO - "Il punto di vantaggio con la Fiorentina è importante perché siamo in svantaggio con gli scontri diretti, quindi sarà da mantenere assolutamente. Spero di fare gli stessi punti della Fiorentina di qui alla fine del campionato".

SQUALIFICA BALOTELLI - "Non so se tornerà alla grande come Ibrahimovic dopo la lunga squalifica per lo schiaffo ad Aronica (tripletta al Palermo, ndr). Naturalmente me lo auguro".

CATANIA - "Credo che domani sia la partita decisiva per conquistare il terzo posto. Ci darebbe uno slancio a livello psicologico e ci rafforzerebbe. Ci servirà l'appoggio del pubblico, perché non dimentichiamoci che troveremo una squadra ben equipaggiata che lotterà per l'Europa League. Domani dovremo fare una partita di grande determinazione, avendo comunque rispetto per il Catania che è una buona squadra. Sono molto bravi nelle ripartenze, si sacrificano molto e concedono poco".

RITROVARE IL GIOCO - "Sicuramente domani dovremo giocare anche bene. Anche perché non siamo una squadra che vince pur giocando male. In ogni caso, le partite del finale di stagione sono completamente diverse dalle altre. Dovremo giocare molto bene tecnicamente, cercando di sbagliare poco soprattutto in alcune zone del campo, oltre a ulteriori attenzioni alla fase difensiva".

FUTURO - "In questo momento non ho tempo di pensare al mio futuro. E' un periodo troppo importante per raggiungere il terzo posto. Fino a due domeniche fa eravamo addirittura in lotta per il secondo posto, ma le prospettive dopo le prime gare del campionato erano ben altre. Non ho pensato alle dichiarazioni del presidente Berlusconi e del mio futuro. Ultime gare decisive? Non credo, non si può valutare un allenatore nelle ultime cinque partite. In ogni caso, a parte la mia volontà, l'ultima decisione spetta al presidente Berlusconi e a Galliani. Interesse di Roma e Napoli? Ho fatto una buona stagione insieme a tutti i ragazzi, ma non ci penso".

LOTTA CON LA FIORENTINA - "Noi e la Fiorentina siamo squadre che dimostrano di essere pari dal punto di vista della forza. Il calendario? Secondo me la partita di domani sarà la chiave delle ultime cinque gare".

NIANG - "Scarso utilizzo nelle ultime gare? Ha 18 anni, è la prima stagione in Italia, al Milan. Non bisogna aspettarsi che giochi tutte le partite, va lasciato sereno e tranquillo".

ZACCARDO - "Ha giocato una volta. Ho cinque difensori centrali, è arrivato in un momento in cui Zapata e Mexes stavano facendo molto bene. Poi ci sono Bonera e Yepes, quindi era difficile trovargli spazio. Questo però non vuol dire che non abbia fiducia in lui".




Commenta con Facebook