• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inghilterra > Sunderland, parla Di Canio: "Ridicolo chiamarmi razzista. La mia dignita' non si tocca"

Sunderland, parla Di Canio: "Ridicolo chiamarmi razzista. La mia dignita' non si tocca"

L'allenatore dei 'Black Cats' e' al centro di una polemica per le sue idee politiche


Paolo Di Canio (Getty Images)
Matteo Torre (Twitter: @torrelocchetta)

01/04/2013 17:36

SUNDERLAND DI CANIO RAZZISTA DIGNITA / SUNDERLAND (Inghilterra) - Prima le dimissioni di un membro laburista del CdA del Sunderland, quindi il duro attacco del FARE, associazione contro il razzismo nel calcio in Europa (clicca qui per leggere l'articolo): Paolo Di Canio è al centro di un fuoco di fila di polemiche dopo essere stato ingaggiato come nuovo tecnico dei 'Black Cats'. Per fare chiarezza sulla propria posizione, e sull'accusa di essere un razzista oltreché fascista, Di Canio ha rilasciato un comunicato sul sito del Sunderland. Eccone i passaggi salienti: "La mia vita parla per me. Fa male il fatto che delle persone cerchino di privarmi della mia dignità. Credo nei miei valori, e non mi ferisce che venga danneggiato io, ma che venga toccato quanto mi hanno insegnato i miei genitori. Se qualcuno si sente ferito, mi dispiace, ma io non ho mai avuto problemi col mio passato: ho espresso un'opinione in un'intervista molti anni fa, di cui sono state estrapolate ad arte delle parti per convenienza mediatica. Hanno interpretato in maniera molto negativa il mio pensiero pur di sparare grandi titoli, ma io non ho problemi con nessuno".

RAZZISMO - "Io razzista? Un'accusa assolutamente stupida e ridicola. Chi mi conosce cambia rapidamente idea su questo punto. I miei migliori amici in Inghilterra erano Trevor Sinclair e Chris Powell (entrambi neri, ndr). Non parlo di politica, non è la mia area di competenza: non siamo alla Camera, ma in una società di calcio, e voglio parlare di calcio. Non sono una persona di politica". Il Sunderland e Paolo Di Canio non rilasceranno ulteriori dichiarazioni sull'argomento.




Commenta con Facebook