• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Fenerbahce-Lazio, Manzini: "Crediamo nella finale. Il ricorso? Purtroppo a porte chiuse...&quo

Fenerbahce-Lazio, Manzini: "Crediamo nella finale. Il ricorso? Purtroppo a porte chiuse..."

Il team manager biancoceleste ha commentato a caldo il sorteggio di Europa League


Lazio (Getty Images)

15/03/2013 13:58

LAZIO FENERBAHCE EUROPA LEAGUE SORTEGGI QUARTI/ NYON (Svizzera) - Sorteggio piuttosto benevolo per la Lazio, che dall'urna di Nyon, ha pescato il Fenerbahce. Un quarto di finale che rischia, però, di essere abbastanza anomalo: i turchi, infatti, come i biancocelesti hanno il campo squalificato ed è quindi molto probabile che entrambi i match si giochino a porte chiuse.  A tal proposito ha detto la sua il team manager biancoceleste, Maurizio Manzini: "La speranza è sempre l'ultima a morire - ha affermato a 'Sky Sport'-, però credo che sarà abbastanza difficile scongiurare le porte chiuse e giocare col nostro pubblico in casa. E' un doppio confronto che promette di essere difficile, acceso, vivo, date le caratteristiche del Fenerbahçe".

 SORTEGGIO - "Abbiamo già giocato a Istanbul. L'atmosfera è fantastica, e la città è splendida. Dal punto di vista logistico organizzare questa trasferta presenta poche difficoltà. E' un buon sorteggio, ma una volta arrivati ai quarti di finale è difficile dire se una delle squadre sia meno forte dell'altra. Vi sono indubbiamente delle differenze, ma tutte sono competitive a questo livello".

ORGOGLIO LAZIO - "Siamo l'unica italiana in Europa League? Non solo come dirigente, ma come tifoso sono molto orgoglioso del nostro cammino in questa competizione. Questo orgoglio è rafforzato dal fatto che siamo imbattuti finora, per cui siamo veramente contenti e speriamo che la nostra aquila possa continuare a volare alta a lungo".

IMPRESA EUROPEA - "Arrivare in finale come nel 1998? Si può dire che si respira la stessa aria che respiravamo allora. Siamo coscienti delle grandissime difficoltà tra i quarti e la finale di Amsterdam, ma siamo fiduciosi di poterci arrivare. E' un obiettivo da raggiungere, ma partita per partita".

KOZAK - "Ieri ha preso il pallone e se lo è fatto firmare da tutti i compagni. A casa lo custodirà gelosamente ed orgogliosamente".

 

M.S




Commenta con Facebook