Breaking News
  • PAGELLE E TABELLINO DI INTER-BARCELLONA: Lukaku croce e delizia, flop Godin
    © Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-BARCELLONA: Lukaku croce e delizia, flop Godin

L'attaccante segna il gol del pari ma si divora due occasioni colossali. Il difensore soffre e sbaglia sul filtrante di Griezmann, regalando a Perez il pallone del vantaggio

PAGELLE E TABELLINO INTER BARCELLONA / Non ce la fanno i nerazzurri di Antonio Conte, eliminati a San Siro a seguito della sconfitta con un Barcellona pieno zeppo di seconde linee, ma che comunque è riuscito ad imporre per larghi tratti della partita il proprio gioco. Senza Messi, né Suarez (quest'ultimo dall'inizio perlomeno), gli ospiti passano in vantaggio con Perez a seguito di un brutto errore in marcatura di Godin. L'Inter sciupa parecchio, ma trova il momentaneo pari con una bordata da fuori di Lukaku su assist di Lautaro. Ma è lo stesso belga a divorarsi il gol del sorpasso sparando su Neto ad inizio ripresa. I nerazzurri spingono col cuore ma sono poco lucidi, anche per via della stanchezza. E i cambi di Conte non apportano le migliorie auspicate. Finisce 1-2 e coi saluti alla Champions.

 

INTER

Handanovic 6 - Dice di no in allungo dove può, come in occasione del diagonale di Perez quando il risultato è ancorato sullo 0-0. Ma non può nulla sui gol. 

Godin 5 - Suo l'errore in marcatura sull'imbucata di Griezmann, che così si trasforma in un assist per Perez che sigla il vantaggio. Titubante fino alla fine.

de Vrij 6 - Tiene bene al centro della difesa nerazzurra, pur senza strafare in fase di disimpegno. 

Skriniar 6 - La sua partita è in crescendo. Meglio nel secondo tempo infatti, dove soffre pochissimo nonostante la sconfitta finale.

D'Ambrosio 6 - Spinge bene soprattutto nel primo tempo. E lotta, moltissimo su ogni pallone. Conte lo sostituisce per dare maggior peso in fase offensiva con Politano. Dal 75' Politano 5 - Quando viene chiamato in causa dai compagni ha le gambe pesanti per provare lo spunto bruciante. Che invece sarebbe quello di cui avrebbe bisogno l'Inter.

Vecino 5,5 - Lotta a centrocampo, ma è poco lucido a ridosso dell'area ospite. Calibra male gli ultimi passaggi oppure tira quando sarebbe meglio optare per un suggerimento.

Brozovic 5 - Sempre male quando si spinge in avanti palla al piede o senza. Le poche conclusioni sono velleitarie.

Borja Valero 5,5 - Inizia bene, ma dopo pochi minuti spreca un contropiede potenzialmente micidiale decidendo di allargare su D'Ambrosio. Fa quello che può negli straordinari a cui è chiamato, anche perchè i suoi ritmi sono più lenti rispetto a quelli di questa Inter. Anche nelle pensate. Dal 77' Esposito s.v.

Biraghi 6,5 - Spinge molto sulla sua fascia, mettendo in mezzo anche qualche buon pallone e impegnando Neto nel primo tempo su assist di Lukaku. Esce stanco. Dal 69' Lazaro 5 - Non entra mai in partita. Sbaglia tutto quello che può.

Lukaku 6 - Segna il gol del pareggio con una bordata su appoggio di Lautaro, ma si divora almeno altre due palle gol nitide: una per tempo. E alla fine è ciò che pesa nell'economia del risultato finale. Paradossalmente fa centro quando è più difficile.

Luataro Martinez 7 - Il momento di grazia prosegue, perlomeno sul piano fisico dove dimostra di avere pochi rivali. Arriva sempre primo su ogni pallone e quando non riesce, quasi sempre lo strappa dai piedi dei difensori del Barcellona. Difende il pallone per appoggiarlo a Lukaku che insacca l'1-1 e prova più volte la conclusione. Senza fortuna però. Alla fine è anche molto stanco e poco lucido. 

All. Conte 5 - La grinta c'è, ma gli errori anche. Troppi contro un Barcellona quasi B, che di fatto in campo manda molte riserve. L'Inter è sciupona, ma il gioco è penalizzato soprattutto dalla scarsa qualità a centrocampo su cui però balla un alibi importante come quello dei numerosi infortuni.

I cambi se possibile peggiorano addirittura le cose.

 

BARCELLONA

Neto 6 - Niente da fare sulla bordata di Lukaku. Per il resto c'è sempre, pur senza strafare.

Todibo 5,5 - Fa vedere anche buone cose, ma è forse ancora un po' troppo timido per quello che sembra il suo alto potenziale. Lautaro non gli fa vedere il pallone quando lo difende per Lukaku spalle alla porta.

Lenglet 6 - Un salvataggio provvidenziale favorito dal tentennamento di Lukaku ad inizio partita, poi un gol divorato quasi allo scadere della prima frazione e qualche sofferenza di troppo patita con Lautaro.

Umtiti 5 - Luataro lo mangia sempre, palla al piede e non. Difatti sbaglia anche in fase di disimpegno per la pressione subita.

Wague 6 - Fa il suo senza strafare. Attento in fase difensiva, più timido in avanti.

Rakitic 6 - Orchestra con semplicità ma anche facilità il gioco blaugrana, nonostante un inizio difficoltoso a causa della buona pressione operata dai centrocampisti nerazzurri. Dal 63' de Jong 6 - Garantisce equilibrio al reparto.

Vidal 6 - Sembra giochicchiare per lo più. Ma lo fa bene, sapendo soffrire l'iniziale forcing nerazzurro per poi avanzare di qualche metro la sua posizione. Ed infatti è in area nerazzurra quando Griezmann prova a cercarlo con l'assist che poi si rivelerà prezioso per Perez, grazie all'errore di Godin.

Firpo 5,5 - Timido, resta ancorato sulla sua posizione. Dove soffre anche qualcosa quando viene puntato.

Perez 7 - Segna lui il gol del vantaggio approfittando dell'errore di Godin in marcatura. Poco prima impegna Handanovic e per tutta la gara risulta sempre una spina nel fianco per la retroguardia nerazzurra. Poco prima di uscire però sciupa il potenziale contropiede del raddoppio con una conclusione sballata. Dall'85' Fati 7 - Un predestinato? Forse, intanto segna il gol del 2-1 ad un minuto dal suo ingresso in campo con un bel tiro da fuori.

Griezmann 6,5 - La sua invenzione avrebbe trovato Vidal, ma l'intervento comunque scellerato di Godin consente al pallone di arrivare sui piedi di Perez per l'1-0 blaugrana. Trotterella sino a prendere palla da centrocampo trovando spesso l'inserimento dei compagni. Un regista offensivo praticamente, ma col freno a mano tirato. Dal 62' Suarez 6 - 

Alena 5,5 - Si vede poco, nonostante il buon possesso palla blaugrana.

All. Valverde 6,5 - Vince anche con le riserve, perchè di questo si tratta. Il gioco lo detiene sempre la sua squadra nonostante l'assenza di molti big. E questo è un merito anche suo. Innegabile.

 

Arbitro: Kuipers 6 - Dirige bene un match delicato. E delle reti gonfiate da parte dei giocatori nerazzurri non si può mai parlare di gol annullati. Perfetto sempre nelle situazioni legate al fuorigioco. E ottima gestione dei cartellini.

 

TABELLINO

Inter-Barcellona 1-2

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; D'Ambrosio (dal 75' Politano), Vecino, Brozovic, Borja Valero (dal 77' Esposito), Biraghi (dal 69' Lazaro); Lukaku, Lautaro Martinez. A disposizione: Bastoni, Dimarco, Candreva, Padelli. All.: Conte.

Barcellona (3-4-3): Neto; Todibo, Lenglet, Umtiti; Wague, Rakitic (dal 63' de Jong), Vidal, Firpo; Perez (dall'85' Fati), Griezmann (dal 62' Suarez), Alena. A disposizione: Morer, Araujo, Busquets, ter Stegen. All.: Valverde.

Arbitro: Bjorn Kuipers (NED)

Ammoniti: 35' Lenglet (B), 45' Borja Valero (I), 49' Firpo (B), 88' de Vrij (I), 92' Godin (I)

Espulsi:

Marcatori: 23' Perez (B), 44' Lukaku (I), 86' Fati (B)

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)