• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-CROTONE

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-CROTONE

Destro torna e firma la vittoria. Nagy impressiona, Cordaz le prende quasi tutte


Mattia Destro ©Getty Images

21/08/2016 23:17

Ecco le pagelle di BOLOGNA-CROTONE:

 

 

BOLOGNA

Mirante 6 – Serata tranquilla per l’estremo difensore rossoblu che non deve compiere 6 particolari interventi.

Krafth 6 – Timido nella prima frazione, risulta più intraprendente nella ripresa quando il Bologna preme sull’acceleratore alla ricerca della vittoria.

Gastaldello 6,5 – Molto concentrato come il suo compagno di reparto, ha una buona chance al 57esimo ma da pochi passi non riesce ad arrivare all’appuntamento con il gol.

Maietta 6,5 – Serata tranquilla per il centrale rossoblu che commette poche sbavature. Ad inizio ripresa è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare. Dal 55’ Oikonomou 6 – Controlla senza fatica gli avanti calabresi.

Masina 6,5 – Spinge molto, complice le difficoltà iniziali degli ospiti, sull’out di sinistra, confezionando diverse palle interessanti.

Taider 6,5 – Appena ne ha l’opportunità non esita ad inserirsi nell’area di rigore avversaria. Al 35esimo gira bene il suggerimento di Pulgar, ma il palo gli nega la gioia del gol.

Pulgar 6 – Donadoni gli affida le chiavi del centrocampo e lui risponde con una prestazione di sostanza, senza strafare, ma cercando di badare al sodo. Ha però ancora ampi margini di crescita.

Nagy 6,5 – Uno dei volti nuovi di questa campagna acquisti, l’ungherese strappa subito i primi applausi del pubblico del Dall’Ara. Suo l’ottimo lancio per Destro che l’ex romanista non sfrutta a dovere. Dal 78’ Dzemaili 6,5 – Ruba palla a Palladino ed innesca Destro per la rete della vittoria.

Verdi 6 – Si muove molto grazie anche ad un’ottima intesa con Destro e Krejčí. I suoi continui tagli senza palla mettono in apprensione la retroguardia calabrese: gli manca soltanto il guizzo vincente. Dal 56’ Rizzo 6 – Spaventa Cordaz con almeno un paio di sortite offensive che sfiorano la rete del vantaggio.

Destro 7 – Torna dal primo minuto dopo l’infortunio che ho tenuto lontano dai campi di gioco per cinque mesi. Dopo pochi minuti spreca addosso a Cordaz una buona palla gol fornita da Nagy. Nel finale diventa il man of the match capitalizzando al massimo il contropiede di Dzemaili.

Krejčí 6,5 – Alla prima chance coglie subito il palo che avrebbe coronato al meglio il suo esordio. Vive di fiammate ma alla fine risulta sempre un pericolo costante per la porta calabrese.

All. Donadoni 6,5 – Il risultato gli va molto stretto ai felsinei che avrebbero meritato una vittoria più larga. I nuovi cominciano ad inserirsi e la difesa conferma i progressi della seconda parte dello scorso anno. E poi, è tornato Destro.

 

CROTONE

Cordaz 7 – Uno dei protagonisti della cavalcata in Serie A dei calabresi, deve subito ricorrere agli straordinari, prima sul tentativo di Destro e poi sulla conclusione di Nagy. Le parate si susseguono e alla fine deve arrendersi solo a quattro minuti dal termine.

Ceccherini 6 – Combatte e lotta su tutti i palloni. Si perde nel finale, ma esce comunque a testa alta dopo aver dato tutto.

Claiton 5,5 – Il suo avvio è da incubo, poi però si riprende e riesce a contenere il più possibile gli attaccanti degli emiliani.

Ferrari 6 – Sbroglia almeno un paio di situazioni intricate. Sul gol di Destro, arriva in leggero ritardo sulla diagonale difensiva.

Sampirisi 6,5 – Buon piglio in fase di spinta, dai suoi piedi arrivano palloni interessanti che mettono in apprensione la difesa di Donadoni.

Salzano 5,5 – La partita è in costante sofferenza, soprattutto in mezzo al campo. In fase di impostazione si fa vedere raramente.

Rohden 5,5 – Anche per lui non è facile contrastare la manovra dei padroni di casa.

Martella 6,5 – La sua corsia è sicuramente quella più battuta dalla squadra di Nicola. Lo dimostra anche il cambio di Donadoni, che inserisce Rizzo per Verdi, proprio per contenere l’esterno calabrese. Esce quando il risultato è ancora sullo 0-0. Tra i migliori. Dall’84’ Fazzi s.v.

Stoian 5,5 – Non incide molto. Da uno come lui che ha già calcato i campi della Serie A, ci saremo aspettati di più. Dall’80’ De Giorgio s.v.

Simy 5,5 – E’ generoso e molto combattivo nel fronteggiare due veterani come Gastaldello e Maietta. Non procura grossi pericoli alla porta di Mirante, ma sicuramente riuscirà presto a riscattarsi.  

Palladino 5,5 – E’ lui un po’ l’uomo simbolo di questo Crotone. Parte largo a sinistra ma in realtà finisce sempre per ripiegare a sostegno dei compagni. Insieme a Cordaz e Martella è senza dubbio uno dei migliori, ma l’erroraccio finale sul gol di Destro gli costa la sufficienza.

All. Nicola 5,5 – Il pareggio forse sarebbe stato troppo, eppure nonostante le difficoltà del caso, la squadra ha provato a giocare e non pensare soltanto a difendersi. Il lavoro da fare è ancora molto, ma forse per provare a salvarsi è necessario anche qualche innesto prima della fine del mercato.

Arbitro Gavillucci 5,5 – Prestazione in chiaroscuro per il fischietto di Latina. Al 22esimo Krejčí, lanciato a rete, viene fermato ingiustamente dal direttore di gara in sospetto fuorigioco: l’attaccante rossoblu, infatti, appare al di qua della linea difensiva del Crotone. Al 43esimo Verdi viene steso in area da Cordaz, ma l’arbitro su segnalazione dell’assistente ravvisa la posizione di off-side dell’attaccante felsineo.

 

TABELLINO

BOLOGNA-CROTONE 1-0

Bologna (4-3-3): Mirante; Krafth, Gastaldello, Maietta (dal 55’ Oikonomou), Masina; Taïder, Pulgar, Nagy (dal 78’ Dzemaili); Verdi (dal 56’ Rizzo), Destro, Krejčí. A disp.: Da Costa, Sarr, Morleo, Crisetig, Mounier, Cherubin, Di Francesco, Mbaye, Brienza.  All.: Roberto Donadoni.

Crotone (3-4-3)Cordaz; Ceccherini, Claiton, Ferrari; Sampirisi, Salzano, Rohdén, Martella (dall’84’ Fazzi); Stoian (dall’80’ De Giorgio), Simy, Palladino. A disp.: Festa, Viscovo, Di Roberto, Barberis, Capezzi. All.: Davide Nicola.

Arbitro: Gavillucci di Latina

Marcatori: 86’ Destro (B),

Ammoniti: 35’ Rohden (C), 75’ Pulgar (B)

Espulsi




Commenta con Facebook