• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Milan, Musacchio: un leader difensivo per Montella

TATTICA DEL MERCATO - Milan, Musacchio: un leader difensivo per Montella

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul difensore del Villarreal


Mateo Musacchio ©Getty Images
Maurizio Russo

13/07/2016 15:20

TATTICA DEL MERCATO MILAN MUSACCHIO VILLARREAL / MILANO - Il Milan è in ricostruzione completa. Dal nuovo allenatore, alla nuova società passando per una rosa da rinnovare profondamente. E affinché una squadra possa tornare grande, bisogna mettere delle buone fondamenta, il che vuol dire una difesa solida e affidabile. In tal senso il calciomercato Milan è concentrato soprattutto sul nome di Mateo Musacchio, 25enne difensore centrale argentino con passaporto italiano. Come anticipato in esclusiva da Calciomercato.it, il Milan sta trattando per cercare di abbassare le pretese economiche del Villarreal che per Musacchio vorrebbe pagata la clausola rescissoria da 50 milioni di euro. Conosciamo meglio il giocatore attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI MUSACCHIO, OBIETTIVO DEL MILAN PER LA DIFESA

Mateo Pablo Musacchio nasce a Rosario, in Argentina, il 26 agosto del 1990. Sin da giovanissimo veste la prestigiosa casacca del River Plate, club con il quale debutta a 16 anni. Fino al 2009 rimane nei 'Millionarios' ricoprendo però un ruolo marginale e collezionando solo 10 presenze. In quell'estate viene prelevato a titolo definitivo dal Villarreal che lo gira immediatamente alla squadra 'B', con cui il giocatore disputa un ottimo campionato condito dall'esordio in prima squadra sotto la gestione tecnica di Ernesto Valverde. Dalla stagione successiva diventa un elemento fondamentale della rosa del 'Submarino Amarillo', aiutando la compagine a risorgere dopo l'inaspettata retrocessione del 2012. In totale nella Liga spagnola ha collezionato 127 presenze con 5 gol. 

Musacchio ha preso parte alla Nazionali giovanli Under 17 e Under 20, poi ha esordito con la maglia dell'Argentina nel giugno del 2011 con Sergio Batista in panchina. La terza presenza con la maglia dell'Albiceleste', sempre in amichevole, arriva a marzo 2015. Non è stato convocato per le ultime due Coppa America.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI MUSACCHIO

Alto 1,82 per 82 kg, fisico compatto ed esplosivo, destro naturale. Mateo Musacchio è un difensore centrale molto interessante, che impressiona per qualità tattiche e personalità. La sua collocazione naturale è sul centro-destra di una retroguardia a quattro, ma può giostrare anche sul centro-sinistra. In caso di emergenza può giocare qualche metro più avanti come mediano e oppure come terzino destro, ruolo che ha ricoperto più che altro in gioventù. Musacchio è un difensore arcigno, molto difficile da superare. Imbattibile nell'uno contro uno palla a terra, molto bravo nelle chiusure grazie ad un ottimo senso dell'anticipo. Nonostante non sia un colosso riesce a farsi valere anche fisicamente contro avversari ben più dotati. Molto disciplinato dal punto di vista tattico, può già contare su una discreta esperienza internazionale.


MUSACCHIO E' UN GIOCATORE ADATTO AL MILAN?

Nelle ultime tre stagioni uno dei problemi principali del Milan è stata la difesa: 49, 50 e 43 gol subiti dalle retroguardie rossonere nonostante siano cambiati moduli, allenatori, portieri e difensori. C'è bisogno di mettere un punto e ricominciare dopo gli addii di Mexes e Alex oltre al grave infortunio di Zapata. Il primo mattone è stato comunque messo lo scorso anno con l'arrivo della giovane promessa Romagnoli dalla Roma: affiancargli un altro difensore piuttosto giovane ma con buona esperienza come Musacchio potrebbe garantire a Montella una coppia centrale difensiva di altissimo livello almeno per il prossimo quinquennio.




Commenta con Facebook