• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Milan, Ben Arfa: un trequartista a costo zero

TATTICA DEL MERCATO - Milan, Ben Arfa: un trequartista a costo zero

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sull'ala del Nizza


Hatem Ben Arfa ©Getty Images
Maurizio Russo

20/04/2016 12:50

CALCIOMERCATO TATTICA DEL MERCATO MILAN BEN ARFA NIZZA / MILANO - L'esordio vittorioso di Brocchi in panchina contro la Sampdoria ha riportato un po' di buon umore e soprattutto di serenità al Milan. Nelle ultime cinque giornate di campionato, in casa rossonera, l'obiettivo sarà quello di invertire la rotta sul piano del gioco e dei risultati: va difeso il sesto posto dal ritorno di Sassuolo e Lazio, ma soprattutto c'è da giocare la finale di Coppa Italia contro la Juventus. Nel frattempo si sta già programmando il calciomercato Milan della prossima estate: il presidente Berlusconi vuole che la squadra sia schierata con il 4-3-1-2 e serve quindi un trequartista da inserire nella rosa. Il nome più caldo per il Milan è quello di Hatem Ben Arfa, che potrebbe arrivare a costo zero, considerato che si svincolerà dal Nizza il prossimo 30 giugno e che dal punto di vista numerico andrebbe a rimpiazzare Niang, considerato cedibile dal Milan. Conosciamolo meglio attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI HATEM BEN ARFA, OBIETTIVO DEL MILAN PER LA TREQUARTI

Hatem Ben Arfa nasce a Clamart, in Francia, il 7 marzo 1987. A 12 anni viene aggregato all'INF Clairefontaine, una delle dodici accademie nazionali supervisionate dalla Federcalcio francese specializzata nell'accrescimento e nell'allenamento di giovani e promettenti calciatori transalpini. Nel 2002 viene acquistato dal Lione con cui fa il suo esordio ufficiale due anni dopo in Ligue 1. Le prime tre stagioni le vive da comprimario, poi nel 2007-08 sotto la guida Perrin diventa titolare: in totale con i rossoazzurri colleziona 92 presenze e 12 gol tra campionato e coppe. L'anno dopo il problematico trasferimento al Marsiglia, in cui dovette intervenire addirittura la Lega francese: Gerets lo reinventa trequartista e lui lo ripaga con 8 reti. Poi arriva Deschamps con il quale ha un diverbio e gioca di meno. Nel 2010 passa al Newcastle, ma subisce subito un gravissimo infortunio: Nigel De Jong gli rompe tibia e perone della gamba sinistra con un tackle durissimo. Con i 'Magpies' non fa il salto di qualità e, dopo una breve parentesi in prestito all'Hull City, rescinde il contratto. Da svincolato firma il contratto per una stagione con il Nizza, con cui sta vivendo la sua migliore stagione in carriera: 17 gol e 4 assist in 33 presenze.

Ben Arfa ha vestito la maglia della Nazionale francese sin dalla categoria under 16. Ha esordito con la selezione maggiore nel 2007 sotto la gestione di Raymond Domenech e dopo tre anni di assenza, lo scorso novembre Deschamps lo ha richiamato per le amichevoli contro Germania e Inghilterra. In totale ha raccolto 15 presenze e 2 gol.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI HATEM BEN ARFA

Alto 1,78 per 67 kg, fisico brevilineo e compatto, sinistro naturale. Ben Arfa è un fantasista completo e moderno, che può agire sia da ala che da trequartista che da falso nove. Dotato di grande tecnica e talento, è bravissimo nel dribbling e nell'assist: quest'anno poi si è riscoperto anche gran finalizzatore. Considerato da subito il nuovo Wiltord, da cui ha potuto imparare molto ai tempi del Lione, a 29 anni sembra aver finalmente trovato la sua maturità e poter fare il vero salto di qualità anche in Nazionale.


HATEM BEN ARFA E' UN GIOCATORE ADATTO AL MILAN?

Il Milan del futuro dovrà giocare con un trequartista dietro due punte. Questo è il diktat del presidente Berlusconi che ha affidato la squadra a Brocchi proprio per cambiare il modulo. Attualmente nella rosa rossonera, tuttavia, ci sono soltanto giocatori che dovrebbero essere adattati al ruolo di trequartista: Bonaventura è quello che per caratteristiche più si avvicina, mentre il giapponese Honda è troppo offensivo e Bertolacci ha deluso. Ben Arfa quindi sarebbe il giocatore ideale per il Milan del futuro: visione di gioco, piedi educati, capicità di fare assist e di concludere a rete. Senza dimenticare che con il francese si potrebbe cambiare schema a partita in corsa spostandolo sulla fascia nel 4-3-3. Il vero problema è rappresentato dalla folta concorrenza sul mercato per il fantasista del Nizza per il quale si stanno muovendo anche Atletico Madrid e Paris Saint-Germain che, oltre ad un ingaggio superiore rispetto a quello che può garantire il club meneghino, possono fare leva sulla partecipazione alla prossima Champions League.




Commenta con Facebook