• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Il punto di CM.IT > IL PUNTO DI CM.IT - Frenata Juve e Napoli, dietro si spera: ecco cosa può 'fermare' Allegri e Sarri

IL PUNTO DI CM.IT - Frenata Juve e Napoli, dietro si spera: ecco cosa può 'fermare' Allegri e Sarri

Fermate entrambe le battistrada, Roma e Fiorentina rincorrono e cercano l'aggancio almeno con una delle due


Spalletti © Getty Images
Antonio Papa (twitter @antoniopapapapa)

23/02/2016 19:09

PUNTO CM.IT JUVENTUS NAPOLI INSEGUITRICI / NAPOLI - Attenzione, incredibile ma vero. Le due fuggiasche del nostro campionato hanno dei punti deboli e possono essere battute e messe in difficoltà. Se il Napoli l'aveva già dimostrato la scorsa settimana, perdendo proprio a Torino contro la Juve e poi cedendo anche sul campo del Villarreal, ora tocca proprio alla Juventus di Allegri, fermata dal Bologna e lievemente scricchiolante. Notizie buone per chi dietro preme e può sperare che almeno una delle due molli di schianto e dia qualche possibilità quanto meno per la corsa al secondo posto. Difficile, ma tutt'altro che impossibile. 

JUVE E NAPOLI FERME AL 'PARI' - Ebbene sì, è finita pure l'interminabile serie bianconera. Il record di Allegri si è fermato a 15, meglio di Conte ma a due lunghezze da quello dell'Inter 2006/07. Sulla strada di Dybala e compagni il coriaceo Bologna di Donadoni, che si è avvalso di un comprensibile calo fisico e nervoso della corazzata dopo il successo sul Napoli e soprattutto prima del Bayern. E' proprio questo che può fare la differenza per i piemontesi, l'unico vero punto debole che si può intravedere nella rosa: la Champions toglie energie soprattutto mentali, se si va avanti in Europa si potrebbe mollare qualcosa in campionato. Ci spera il Napoli, che però intanto non se la passa molto meglio. Un punto in due partite e la sensazione che qualcosa non stia girando per il verso giusto. La rosa esigua penalizza Sarri, l'assenza di alternative valide ai vari Callejon, Hamsik, Higuain e perfino Hysaj sta presentando il conto. E se continua la marcia in Europa le cose potrebbero complicarsi ancora di più. 

ROMA E VIOLA SPERANO - Dietro si corre, il distacco è ancora bello corposo ma manca ancora tanto alla fine. Vince la Fiorentina, vittoriosa a Bergamo e ancora splendida terza. I viola avevano gli stessi problemi di organico degli azzurri, ma a gennaio si sono mossi meglio e ora le alternative ci sono eccome. Il Napoli è a -5, la Juve a -6, non è per niente un abisso e bisogna crederci, almeno nella seconda piazza. Così come ci crede la Roma, lanciatissima dopo la larghissima vittoria con il Palermo. Cinque gol, tanto spettacolo e Inter tenuta a debita distanza, ma soprattutto la gioia di aver ritrovato Dzeko, oltre a un Salah devastante e il redivivo Strootman, tornato in campo dopo 393 giorni di assenza. Unico neo? Ovviamente il caso Totti-Spalletti, che rischia di rovinare la bella rincorsa giallorossa con una faida interna francamente evitabile. 




Commenta con Facebook