• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ARSENAL-LEICESTER

PAGELLE E TABELLINO DI ARSENAL-LEICESTER

Welbeck la decide a tempo scaduto. Schmeichel fa i miracoli, Simpson rovina tutto


Mahrez ©Getty Images
Lorenzo Bettoni (@lorebetto)

14/02/2016 15:05

ECCO LE PAGELLE DI ARSENAL-LEICESTER

 

ARSENAL

Cech 6 - Nel giro di trenta secondi, nel primo tempo, lui e Schmeichel danno un saggio di reattività. L’ex Chelsea, in particolare, è bravo a non lasciarsi sfuggire un colpo di testa di Vardy.

Bellerin 6,5 - Tante discese, grazie ad una di queste arriva il pari dei Gunners.

Mertesacker 6 - Sfiora il gol nel finale. Non si scompone nonostante la zanzara Vardy corra ovunque davanti a lui.

Koscielny 6 – Ammonito nel corso del primo tempo, viene sostituito ad inizio ripresa probabilmente per problemi più fisici che tecnici. Dal 46’ Chambers 6 – Tiene a bada Vardy che gioca solo contro lui e Mertesaker.

Monreal 5 - Più che ingenuo quando stende Vardy in piena area causando il calcio di rigore. Quando Mahrez lo punta non dimostra mai di essere a suo agio. Per fortuna non capita molto spesso. Con un uomo in più può permettersi più discese.

Coquelin 5,5 – Dovrebbe sguazzare nel dinamismo che mettono in campo i centrocampisti di Ranieri, invece a volte soccombe. Dal 60’ Walcott 7 – Entra in campo e riapre la gara insaccando dopo una grande sponda di Giroud.

Ramsey 6 - Si accende a intermittenza. Parte bene nel primo tempo ma poi si spegne. Di nuovo un ottimo inizio di ripresa (con gol sfiorato), prima di calare ancora.

Chamberlain 5,5 - Punta spesso l’uomo ma la salta raramente, anche di cross se ne vedono pochi. Dall’ 83’ Welbeck 7 – Rientra dall’infortunio ed a tempo scaduto insacca la rete che cambia partita e campionato dell’Arsenal.

Ozil 6 - Molto attivo in avvio di gara, è sempre nel vivo del gioco anche se spesso gli mancano i tempi di gioco, oppure commette errori tecnici che non siamo abituati a vedergli commettere. Strappa comunque il sei con la punizione decisiva sulla testa di Welbeck.

Sanchez 6 - Sempre nel vivo, ma fatica a fare quella giocata, quel tocco in più che l’hanno fatto diventare il giocatore decisivo che è arrivato a Barcellona. Sufficiente ma potrebbe fare di più.

Giroud 7 - Uno dei più  nervosi tra gli uomini di Wenger, fa la guerra con tutti i giocatori del Leicester. Catalizzatore di palloni al centro dell’area offre a Walcott la palla dell’1-1 e domina dentro l’area degli ospiti, specialmente nel secondo tempo. Anche sfortunato. Che gli prende Schmeichel alla fine?

All. Wenger 7 - Riapre il campionato ed accorcia le distanze sul Leicester. Vince come all’andata, stavolta in rimonta, praticamente a tempo scaduto ed azzeccando i cambi. Questa Premier non finisce mai.

 

LEICESTER

Schmeichel 7,5 - Spettacolare uscita su Ramsey nel primo tempo, sul rovesciamento di fronte il Leicester passa quasi in vantaggio. Tiene a galla i suoi con una parata assurda sulla girata alla cieca di Giroud e smanaccia un tiro cross di Sanchez. Capitola senza colpe su Wellbeck.

Fuchs 6 - Francobollato su Sanchez, nel primo tempo non concede mai giocate facili al cileno costringendolo sempre spalle alla porta. Fatica di più nei secondi 45 minuti.

Huth 5,5 - Quasi perfetto fino a quando non raddoppia la marcatura su Giroud lasciando Walcott libero di girargli alle spalle ed insaccare l’1-1. Colpisce di mano una demi-volee ancora del francese. Ci stava il rigore. In difficoltà per tutta la ripresa.

Morgan 5,5 - Giroud non è  un cliente facile, lui lo gestisce come può fin quando il Leicester è in 11, poi i Gunners arrivano da tutte le parti e lui li sterza male.

Simpson 4,5 – Rovina quello che avrebbe potuto essere il match della svolta degli uomini di Ranieri. Prende due cartellini gialli nel giro di 5’  costringendo in dieci i suoi per quasi tutto il secondo tempo.

Mahrez 6 – Dopo 14 goal e 10 assist stagionali ci mette un po’ ad entrare in partita, ma col pallone tra i piedi non fa mai cose scontate. Fischiato per una mezza simulazione nella ripresa, Ranieri lo sacrifica dopo il rosso a Simpson. dal 57’ Wasilewski 5 – Macchinoso ma efficace su Sanchez. Rovina tutto causando la punizione fatale per il Leicester a tempo scaduto.

Kanté 7 - Molla instancabile. Corre come un forsennato ed anche a livello tecnico non dispiace, pur non essendo un fenomeno. E’ l’uomo-ovunque della mediana di Ranieri. Si trova a destra a sinistra ed al centro. Non a caso è un suo break che porta in dota l’azione da rigore di Vardy.

Drinkwater 6 – Corsa e intensità non mancano, la precisione a volte si.

Albrighton 6,5 – L’ex Aston Villa usa tutti e tre i polmoni che ha, giocando anche da terzino aggiunto dopo che Simpson viene cacciato. Dall’ 82’ King s.v.

Vardy 7 – Si guadagna e realizza il calcio di rigore che porta davanti il Leicester, ma il suo match non è tutto qui. Vardy gioca il solito match di corsa e sacrificio. Pressa tutti i difensore dei Gunners e si butta sempre nello spazio per raccogliere le palle in profondità dei compagni. Cannibale.

Okazaki 6 - Più un centrocampista aggiunto che una punta. Vede poco la porta ma sporca tante ripartenze dei Gunners. Dal 60’ Gray 6 – Non tantissima personalità. Soffre le discese di Bellerin, ma fa vedere qualche buona diagonale.

All. Ranieri 6 – Il sogno si è ammaccato, ma non è finito del tutto. Il Leicester gioca una partita di sacrificio e ripartenze, come sempre. Ma quando è costretto in dieci, allora può soltanto sperare. Stavolta è andata male.

Arbitro: Martin Atkinson 4,5 – Giusto il rigore al Leicester ma ce n’erano un paio anche a favore dell’Arsenal. Il primo per un mani di Kanté ad inizio gara, il secondo sempre per un mani, stavolta di Huth, su tentativo di Giroud. Ci sarebbe anche un giallo (o qualcosa di più) per un intervento orribile di Drinkwater su Ramsey. Lui non fischia nemmeno fallo. Annebbiato.

 

TABELLINO

ARSENAL-LEICESTER 2-1

ARSENAL (4-2-3-1): Cech; Bellerin, Mertesacker, Koscielny (dal 46’ Chambers), Monreal; Coquelin (dal 60’ Walcott), Ramsey; Chamberlain (dall’ 83’ Welbeck), Ozil, Sanchez; Giroud. A disp. Ospina, Flamini, Campbell, Elneny. All: Wenger.

LEICESTER (4-4-2): Schmeichel; Fuchs, Huth, Morgan, Simpson; Mahrez (dal 57’ Wasilewski), Kanté, Drinkwater, Albrighton (dall’82’ King); Vardy, Okazaki (dal 60’ Gray). A disp. Ulloa, Dyer, Chilwell, Schwarzer. All: Ranieri.

Arbitro: Atkinson West Riding FA

Marcatori: 45’ rig. Vardy (L), 70’ Walcott (A), 95’ Wellbeck (A)

Ammoniti: 36’ Coquelin (A), 46’ Koscielny (A), 49’ Simpson (L), 52’ Fuchs (L), 57’ Kanté (L), 94’ Wasilewski (L)

Espulsi: 54’ Simpson (L)




Commenta con Facebook