• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, abbondanza in attacco: Pellè punto fisso, chi al suo fianco?

Italia, abbondanza in attacco: Pellè punto fisso, chi al suo fianco?

Conte alle prese con la scelta delle punte in vista dei match contro Azerbaigian e Norvegia


Graziano Pellè ©Getty Images

06/10/2015 15:56

ITALIA ATTACCO PELLE' INSIGNE CANDREVA EDER/ ROMA - Antonio Conte si appresta ad affrontare le ultime due sfide di qualificazione ad Euro 2016 con un'abbondanza in attacco mai vista in precedenza. Sono ben otto le punte convocate dal commissario tecnico in vista dei prossimi impegni azzurri. A seconda del modulo che adotterà, Conte avrà l'imbarazzo della scelta.

PELLE' - Tra tutti, l'unico punto fermo sembra Graziano Pellè: il bomber di San Cesario di Lecce che sta vivendo uno stato di grazie con la maglia del Southampton (ultimo gol nel 3-1 rifilato al Chelsea) gode della massima stima da parte del ct suo conterraneo che ieri, in conferenza stampa, ne ha parlato in termini entusiastici, apprezzando sia le sue doti di realizzatore, sia la sua predisposizione ad aiuatre i compagni anche in difesa. Praticamente l'attaccante perfetto per Conte, allenatore che pretende da tutti i giocatori le due fasi.

INSIGNE, EL SHAARAWY E ZAZA - Si parte da Pellè come ariete, ma bisognerà trovare i compagni ideali, a seconda del sistema di gioco con due punte o con il tridente. Insigne sembra il candidato numero uno ad una maglia da titolare: sta facendo faville con il Napoli giocando da esterno di sinistra di un attacco a tre. Candreva è reduce da un infortunio e vede abbassarsi le chance di giocare subito con l'Azerbaigian: più garanzie da Eder (tra i migliori cannonieri del campionato) e Zaza, con Quagliarella tornato a vestire l'azzurro e intenzionato a mettere in seria difficoltà Conte. Da non sottovalutare nemmeno Giovinco (idolo incontrastato a Toronto) e El Shaarawy, utilizzabile anche come esterno di centrocampo nel 3-5-2.

S.F.




Commenta con Facebook