• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Sampdoria-Inter, Mancini: "Diamo tutto, ci sono ancora 33 punti in ballo. Io con Mihajlovic? Magari

Sampdoria-Inter, Mancini: "Diamo tutto, ci sono ancora 33 punti in ballo. Io con Mihajlovic? Magari un giorno..."

L'allenatore nerazzurro presenta il match di campionato contro la sua ex squadra da calciatore


Roberto Mancini (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

21/03/2015 14:30

INTER-SAMPDORIA MANCINI CONFERENZA / MILANO - Dopo l'uscita dall'Europa League l'Inter è costretta a lanciarsi sul campionato per andare all-in. Lo sa bene Roberto Mancini, che alla vigilia della gara con la Sampdoria spiega quanto acccaduto in questi mesi tribolati: "C'è dispiacere per l'eliminazione, ma ora dobbiamo pensare positivo. Ci restano 33 punti in 11 partite, dobbiamo provare a farli tutti e poi si vedrà, di certo per il momento arrivare in Europa League resta l'obiettivo sensibile. E' naturale che per questa stagione le previsioni fossero diverse e che non si sono confermate. Si deve riconoscerlo e devo ammettere anche io i miei errori. Ci vuole un po' di tempo per far crescere la squadra, i ragazzi stanno lavorando bene ma per il momento c'è qualcosa che ancora non è scattato. Bisogna avere pazienza, anche la grande Inter di qualche anno fa aveva tanti campioni che per un po' non sono riusciti a vincere, io sono fiducioso che questa situazione possa cambiare presto. Credo che il prossimo anno lotteremo per lo scudetto. Io non sono così buono come pensate, a volte mi arrabbio anche e se ci sono degli errori li faccio notare. Con il Cesena secondo me non è stato un problema tattico, piuttosto una volta raggiunto il pareggio bisognava metterci qualcosa in più a livello emotivo, cosa che purtroppo non è accaduta". Notizie Inter anche su Shaqiri e Kovacic: "Mateo sta bene, ha preso solo una botta. Shaqiri sicuramente un'opzione per la prossima gara, vedremo se schierarlo o meno". 

SUL PROSSIMO MERCATO - L'uscita dall'Europa League potrebbe condizionare il prossimo calciomercato. Mancini lascia comunque intendere che qualche intervento va fatto: "Io credo che la società avra comunque le risorse per fare una squadra competitiva, servono giocatori di esperienza per guidare i più giovani ed abituarli alle vittorie. Sono anni che la classifica non è più quella che spetta a questa squadra e al suo DNA, ma sono fiducioso che le cose cambieranno. Per me essere qui è molto stimolante, sono felice di star facendo questo lavoro per l'Inter. Anche il presidente è molto motivato, era dispiaciuto dopo la sconfitta col Wolfsburg ma sta già guardando al futuro con ottimismo e positività. Anche se non è qui ci è molto vicino e crede come tutti noi che la stagione possa chiudersi al meglio".

MIHAJLOVIC E LA SAMPDORIA - Naturalmente è una partita speciale per Mancini, che a Genova ha vissuto una parte importante della sua carriera: "La Samp è un pezzo della mia vita e un pezzo del mio cuore, non la dimenticherò mai. Non conosco bene Ferrero, mi sembra un bel personaggio ma non conoscendolo personalmente non posso esprimermi". Mihajlovic ha detto che un giorno gli piacerebbe fare l'allenatore con Mancini dirigente, questa la risposta del Mancio: "Beh, non penso di allenare fino ad 80 anni e Sinisa ha qualche anno in meno, quindi non è una cosa che escluderei a priori. Mi piacerebbe lavorare di nuovo con lui, ovviamente. Per il momento se dovesse andare al Milan sarei molto contento per lui". 

 

 

 




Commenta con Facebook