• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Parma, rabbia Felipe: "Ghirardi non ha mantenuto le promesse, ci ha la­sciato per strada"

Parma, rabbia Felipe: "Ghirardi non ha mantenuto le promesse, ci ha la­sciato per strada"

Il difensore su Donadoni: "Dopo l'espulsione di Palermo a novembre non mi ha più conside­rato"


Mateo Kovacic (Getty Images)

06/02/2015 09:04

CASSANO FELIPE LEONARDI PARMA / UDINE - Insieme a Cassano ha chiesto ed ottenuto la risoluzione consensuale del contratto con il Parma. Ora Felipe è in cerca di una nuova squadra ma prima vuole togliersi qualche sassolino dalle scarpe. "Quando ti accorgi che ti porti i proble­mi di lavoro a casa, che ne va del rapporto coi tuoi familiari, allora non c'è remora che tenga. - le sue parole a 'La Gazzetta dello Sport' - Più passava il tempo e più capivamo che la situa­zione peggiorava. Ma ci rassicuravano: 'Tranquilli, il prossimo mese si aggiusta tutto, è impossibile che il Parma fallisca'. Invece i mesi sono passati senza che cambiasse nulla. Sabato scorso, appena sveglio, è stato come un flash: mi sono deciso di botto. Ho chiama­to Leonardi e l'ho informa­to. Non mi è sembrato sorpreso. Non lascio Parma per questione di soldi. Il problema è che è stata una presa in giro continua. Ghirardi non si è comportato correttamente, per­ché non ha mantenuto le promesse. E poi ci ha la­sciato per strada. E per ora non mi sento di affermare che il Parma è finito in buone mani. Donadoni? Dopo l'espulsione di Palermo a novembre non mi ha più conside­rato. Non mi ha mai dato spiega­zioni reali: dicia­mo che ha facilitato la mia deci­sione. Quello che mi spiace di più è vedere nella stessa si­tuazione i dipendenti del club. Io sono fortunato e posso fare a meno di qualche mensilità. Loro no. Futuro? Ho un paio di proposte, una in Italia e una all'este­ro, ma in realtà non so che cosa mi aspetta".

M.D.F.




Commenta con Facebook