• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Football Killed Tancredi > FIORENTINA-ROMA: LE PAGELLE DI TANCREDI PALMERI

FIORENTINA-ROMA: LE PAGELLE DI TANCREDI PALMERI

I giudizi espressi dal protagonista della nostra rubrica 'Football Killed Tancredi'


Roma (Getty Images)
dall'inviato Tancredi Palmeri

26/01/2015 00:11

FIORENTINA ROMA PAGELLE TANCREDI PALMERI / ROMA - La Fiorentina e la Roma si dividono punti e spettacolo nel posticipo domenicale della ventesima giornata di Serie A: ecco voti e giudizi del nostro inviato Tancredi Palmeri.  

FIORENTINA

Tatarusanu 7: una gran parata e una gran sicurezza di chi è consapevole che è ora o mai più.

Tomovic 6: discreto in proiezione, ma sembra pagare in concentrazione quando c'è da coprire.

G.Rodriguez 6.5: solita affidabilità, per sé e per gli altri, uno dei migliori investimenti vista la penuria di difensori.

Basanta 4.5: rivitalizza Iturbe, non solo sul gol, e ringrazia che non ci sia un centravanti della Roma a capitalizzare i suoi errori.

Joaquin 6: piuttosto abbottonato, ma perché così gli si chiede e lui giustamente rispetta le consegne.

M. Fernandez 6: impreciso nel venire a rimorchio su un paio di occasioni, però partecipa al gran ritmo.

(dal 63') Kurtic 6: tiene la barra dritta quando c'è da fare un trapianto di sangue fresco, per dirla alla Mourinho.

Pizarro 6.5: stranamente gli vengono peggio le cose facili che le aperture di 30 metri pure di prima.

Borja Valero 6: per lui magari meno imbucate brillanti ma un costante supporto a una squadra che pompa.

Pasqual 6: non gli entra molto il cross, però ha i tempi giusti nell'occuparsi della fascia di sù e di giù.

(dal 69') Alonso sv

M.Gomez 6.5: si sbatte ed è reattivo, con la sua velocità è ovvio, però oltre al gol fa anche da riferimento.

(dal 78') Babacar sv

Cuadrado 6: chissà cosa sarebbe stato se l'uomo migliore avesse avuto una partita da par suo. Invece sbaglia molto, ma quantomeno si ripropone sempre.

Allenatore. Montella 7: ormai si gioca meglio le partite con le grandi che quelle normali. Fantastico approccio, niente possesso palla fine a se stesso, difesa coraggiosa e voglia di andarsi a prendere la partita. Lo penalizza la normalità di Cuadrado.


ROMA

De Sanctis 6.5: a ben vedere non è costretto a miracoli fino all'89', e sul gol non ci sarebbe arrivato nemmeno Tiramolla.

Florenzi 5.5: lui è un piacere da vedere quando dà la scossa, ma stavolta è ordinario, troppo ordinario.

Manolas 5: si perde totalmente Gomez sul gol e in generale fa trattenere il respiro senza nemmeno essere una biondina.

Yanga-Mbiwa 5: contribuisce alla confusione, graziato dall'aiuto del compagno in fascia che lo copre.

Cholevas 6: costretto a preoccuparsi più di quello che fa Yanga-Mbiwa che di quello che non fanno gli avversari.

Nainggolan 7: impressionante. Diteci che ha anche le branchie, perché così si capisce come faccia a correre così tanto e a far arrivare con calma ossigeno utile per le decisioni.

De Rossi 6: l'ordine lo tiene, però che ne è stato di quel giocatore che piazzava passaggi illuminanti.

Strootman 5: stavolta è un passo indietro, perché soffre il ritmo fastidioso della Fiorentina, finché non si infortuna.

(dal 34') Pjanic 6: contribuisce a riappropriarsi del palleggio, già meglio del recente anonimato.

Iturbe 6.5: un primo tempo di irritante inutilità riscattato dai movimenti che fanno ricordare il perché di 22 milioni + 6 milioni di € di commissioni (porca miseria…).

Totti 6.5: non badate ai palloni che perde. Succede quando vuoi fare qualcosa di originale e prima degli altri. Intanto quello che sa fare lui non lo sa fare nessuno.

(dal 78') Destro sv

Ljajic 7: gol e presenza, strambo che una delle sue partite più mature sia proprio contro la Fiorentina...

(dall'86) Maicon sv

Allenatore. Garcia 6: nel primo tempo mette la chiesa al centro del villaggio vacanze. La ripresa invece è all'altezza di chi si sta giocando il titolo. Ma non esiste che rischi di andare a -8 e tiri fuori 45 minuti iniziali così raccapriccianti. Trigoria è ancora infestata da fantasmi bavaresi.


Arbitro. Banti 7: bravissimo nelle decisioni importanti. Il non rigore contestato è uno spalla contro spalla proprio al limite. Forse fischia troppo, ma non lo aiutano entrambe le squadre irritanti quando uno va per terra.




Commenta con Facebook