• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile 2014 > PAGELLE E TABELLINO DI BELGIO - USA

PAGELLE E TABELLINO DI BELGIO - USA

Lukaku devastante, De Bruyne prezioso. Sottotono Hazard. Tra gli statunitensi Howard è l'ultimo a mollare.


Alessio Barone

02/07/2014 00:42

PAGELLE E TABELLINO BELGIO–USA/SALVADOR – Nell' "Arena Fonte Nova" i "Diavoli Rossi" di Wilmots  hanno la meglio sui " The Yanks" di Klinsmann.Tra i belgi è decisivo l'inserimento di uno straripante Lukaku. Buona prestazione per De Bruyne. Origi impreciso. Courtois fondamentale. In ombra Hazard. Tra gli statunitensi Howard è superlativo. Bene il giovane Green. Anonimo Zusi.



BELGIO

Courtois 7 – Ordinaria amministrazione, nel primo tempo gli americani non lo impensieriscono quasi mai. Nella ripresa è attento sulle incursioni statunitensi. Strepitoso internvento su Dempsey nel finale.

Alderweireld  6 – Attenta partita per il terzino dell'Atletico Madrid, se la cava discretamente contro la velocità di Bedoya. Spesso resta l'ultimo uomo della difesa, recuperando pericolosi palloni.

Van Buyten 6,5 – Controlla agevolmente l'unico attaccante statunitense. Macchia una partita senza errori concedendo a Green di accorciare le distanze. Nel finale si erge a baluardo.

Kompany 6,5 – Mantiene la posizione in modo egregio. Come il compagno di reparto non patisce particolari sofferenze contro le sterili avanzate americane fino alla rete del 16 americano. Leggero affanno nel finale.

Vertonghen  6,5 – Inizio un pò timido, si riprende alla distanza impegnando gli avversari con le sue discese. Spreca il colpo del ko al 96'.

Witsel 6 –  Catalizzatore di palloni a metà campo, riesce a recuperare la maggior parte delle respinte della difesa a stelle e strisce. Si abbassa a protezione della difesa sulle rare avanzate americane.

Fellaini  6 – Wilmots lo schiera da regista, gestisce bene la palla ma è spesso lento nelle giocate. Non disdegna l'avanzata a supporto degli attaccanti.

Mertens 6  – Primo tempo sottotono per il giocatore del Napoli, qualche buona accelerazione ma nulla più. Parte forte nella ripresa quando cerca il gol della vita con un colpo di tacco. Dal 60' Mirallas 6,5 - Dà più vivacità alla manovra offensiva, ma spreca un'ottima occasione facendosi ipnotizzare del portiere avversario.

De Bruyne 7 – Buon inizio di gara del giovane belga, ma spreca una clamorosa occasione al 23' solo davanti al portiere avversario. Si nasconde di frequente tra le maglie bianche avversarie, ma quando prende palla è sempre pericoloso. All'inizio del primo tempo supplementare trova il gol del vantaggio.

Hazard  5,5  –  E' l'uomo di maggior talento ed anche il più atteso, cerca di prendere la squadra per mano con le sue giocate, ma patisce la gabbia che Klinsmann gli ha creato intorno. Trova un buon tiro al 79' ma Howard è attento. Dal suo estro ci si aspetta di più. Dal 111' Chadli s.v.

Origi 6,5 – Gli americani stanno ancora cantando l'inno, quando si presenta pericolosamente a pochi passi da Howard. Si allarga costantemente sulle fasce favorendo l'inserimento dei trequartisti. Al 56' colpisce una traversa con un colpo di testa. Al 70' testa l'attenzione del portiere americano con un tiro rasoterra. Buona prestazione ma pecca di precisione. Dal 91' Lukaku 7,5 - Da una sua iniziativa nasce il gol del vantaggio. Ci riprova qualche minuto dopo sfiorando il raddoppio. Trova il jolly sullo scadere del primo tempo supplementare. Decisivo il suo ingresso.

All. Wilmots 6,5  –  Schiera la squadra titolare e i suoi partono subito forte alla ricerca del risultato. La manovra, a tratti, è parsa un pò lenta denotando la mancanza di un vero regista. La fase offensiva ha mostrato un buon affiatamento tra gli uomini più avanzati, ma si sente l'assenza di un finalizzatore di gioco. Forse avrebbe potuto inserire prima Lukaku.

 

USA

 

Howard 7 – Ha appena il tempo di infilarsi i guantoni che è subito impegnato da Origi. Sempre attento nel corso della gara. Al 76' è prodigioso su Mirallas, tre minuti dopo si ripete su Hazard. Mette in scena una serie di belle parate, ma nulla può sui gol. Tiene i suoi in partita fino all'ultimo.

Cameron 6 – Si alterna prima con Johnson e poi con Yedlin nel ruolo di terzino limitando le iniziative di Hazard.

Gonzalez 6 – Ingaggia un avvincente duello fisico con Origi, guida bene la difesa avendo un agevole gioco aereo, ma soffre la rapidità dei folletti in maglia rossa.

Besler  6 – Mantiene la posizione non commettendo sbavature. Come il compagno di reparto ha spesso la meglio sul piano fisico, ma subisce maledettamente la velocità dei talenti belgi.

Beasley 6,5 – Ordinato sull'out sinistro, si rileva prezioso in fase difensiva recuperando diversi palloni. Spinge molto, nella prima fase  di gara, supportando l'azione della squadra. Nella ripresa abbassa il suo baricentro mantenendo la posizione.

Bradley 6 –  L'ex romanista si dà un gran da fare in mezzo al campo, mostra la solita generosità ma non è un regista e lo si nota in fase di costruzione.  

Johnson 6  – Si alterna con Cameron nel ruolo di terzino destro destreggiandosi bene contro Hazard. Esce per infortunio muscolare. Dal 32' Yedlin 6,5 - Dà sostanza alla fase difensiva contenendo il genio di Hazard. All'occorenza avanza pericolosamente sulla fascia di sua competenza.

Zusi 5,5 – Bada più a alla fase di contenimento, raddoppiando spesso sui portatori di palla avversari. In fase d'impostazione mostra qualche limite. Spreca una buona occasione sul finire del primo tempo. Nel complesso, prestazione anonima.  Dal 72' Wondolowski 5,5  - Ha l'occasione della vita all'ultimo secondo ma la spreca malamente.

Jones 6 – Tanta corsa e muscoli al servizio della squadra, la sua presenza dà sostanza alla mediana.Fallisce per questione di centimetri il pareggio.

Bedoya 6 – Discreta fase di spinta dove cerca di fare la differenza con la sua velocità. All'occorrenza rientra in difesa a supporto del terzino. Dal 105+1' Green 7 - Dà la carica ai suoi con il gol della speranza.

Dempsey 6 – E’ l’uomo più avanzato degli Usa, svaria sul tutto il fronte d'attacco rendendosi spesso insidioso tra i colossi belgi. Si divora una incredibile opportunità al 113'.

All. Klinsmann  6 – Squadra schierata bene tatticamente nel tentativo di imbrigliare i talenti belgi. I suoi badano più a difendere, lottando su tutti i palloni e cercando, talvolta, di sorprendere in contropiede la difesa avversaria. Manca un vero organizzatore di gioco capace di dettare i tempi ai compagni. Tardivo l'inserimento di Green.

 

Arbitro: Djamel  Haimoudi (Alg) 7 – Primo tempo diretto in modo egregio mostrando una costante presenza nell'azione. Ripresa sulla stessa scia della prima frazione senza commettere imperfezioni.Direzione di gara all'altezza di un ottavo di finale di un mondiale.

 

TABELLINO

 

BELGIO – USA 2-1

 

BELGIO (4-2-3-1): Courtois; Alderweireld, Kompany, Van Buyten, Vertonghen; Witsel, Fellaini; Mertens (dal 60' Mirallas), De Bruyne, Hazard (dal 111' Chadli); Origi (dal 91' Lukaku). A disp. Mignolet, Bossut, Vermaelen, Lombaerts, Vander Borre, Ciman, Dembelé, Januzaj, Chadli, Lukaku, Mirallas. All.: Wilmots



USA (4-5-1): Howard, Cameron, Gonzalez, Besler, Beasley; Johnson (dal 32' Yedlin), Jones; Zusi (dal 72' Wondolowski), Bradley, Bedoya (dal 105+1' Green); Dempsey. A disp. Guzan, Rimando, Yedlin, Brooks, Beckerman, Chandler, Diskerud, Davis, Green, Johansson, Altidore, Wondolowski. All.: Klinsmann

 

Arbitro: Djamel Haimoudi (Alg)

Marcatori: 93' De Bruyne (B), 105' Lukaku (B), 107' Green (U)

Ammoniti: 18' Cameron (U), 42' Kompany (B)

Espulsi: 




Commenta con Facebook