• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Mercato Serie A, pronte nuove modifiche ma restano le comproprieta'

Mercato Serie A, pronte nuove modifiche ma restano le comproprieta'

Saranno rivisti anche i requisiti minimi per gli stadi e il regolamento degli agenti



04/03/2014 11:43

MERCATO SERIE A COMPROPRIETA' / ROMA - La Serie A studia le nuove riforme (leggi gli aggiornamenti sulle modifiche). Come scrive 'La Gazzetta dello Sport' i punti più importanti sono quelli riguardanti le comproprietà, gli stadi e il regolamento degli agenti.

COMPROPRIETA' - E' un istituto italiano e dovrebbero rimanere. Non è infatti passata l’abolizione, appoggiata da Juve, Milan, Roma, Napoli e Lazio. Contrarie Atalanta, Bologna, Cagliari, Parma, Torino, Udinese. Verrenno però chieste altre modifiche come il prestito con diritto di riscatto automatico al verificarsi di determinate condizioni, la possibilità di trasferire gli extracomunitari ingaggiati nella stessa finestra di mercato e la liquidazione del diritto di partecipazione in qualsiasi momento della stagione.

AGENTI DEI CALCIATORI - Si ragiona sulla liberalizzazione della figura dell’agente, aspettando il nuovo regolamento Fifa che entrerà in vigore prima dell’estate. L'idea è di sostituire l’agente con l’intermediario con una semplice registrazione. I calciatori verrebbero spinti così a contribuire al pagamento delle commissioni, cosa che adesso è a carico dei club. L’Assoagenti, da tempo ha presentato un progetto di riforma del settore senza trovare sponde in Lega

STADI - Dal prossimo anno la capienza minima per gli stadi di Serie A sarà di 20mila spettatori, con deroghe fino a 16mila. Il Cagliari quindi n potrà più giocare al 'Sant’Elia' iin queste condizioni attuali. Dovranno adeguarsi anche alcuni club di Serie B.

LEGGI L'INTERVISTA ALL'AGENTE FIFA FABRIZIO FERRARI SUL RUOLO DEGLI INTERMEDIARI E SUL CALCIOMERCATO ITINERANTE

J.T.




Commenta con Facebook