• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia under 21, Di Biagio: "Ci servono attaccanti. Discriminazione territoriale? Cosi' non

Italia under 21, Di Biagio: "Ci servono attaccanti. Discriminazione territoriale? Cosi' non si risolve nulla"

Il commissario tecnico degli azzurrini parla dopo la partita contro la Roma Primavera


dall'inviato Andrea Corti

25/02/2014 17:40

ITALIA UNDER 21 DI BIAGIO BERARDI COMI / ROMA - Al termine dell'amichevole tra Italia Under 21 e Roma Primavera (3-0 per gli azzurrini con gol di Battocchio, Comi e Trotta), il ct Gigi Di Biagio ha parlato con i cronisti presenti tra cui l'inviato di Calciomercato.it: "Nel primo tempo abbiamo provato quello che potrebbe essere l'undici iniziale contro l'Irlanda considerando infortuni e squalifiche. Adesso valuterò, ho ancora una settimana vedremo. Migliore in campo? Non mi ha colpito un singolo nello specifico: nel primo tempo abbiamo fatto qualcosa di buono, ma dobbiamo ancora crescere per diventare una squadra vera. Sono soddisfatto dell'andamento dell'undice iniziale, dopo è un po' calato il ritmo". 

SINGOLI - Di Biagio si è poi soffermato su qualche singolo partendo da Berardi: "Può fare sia l'esterno sia la seconda punta come sta facendo nel Sassuolo, anche se tende sempre a defilarsi. Comi? Lo conosciamo: negli ultimi mesi non ha giocato, ora ha cambiato squadra, è tornato a giocare con continuità. A Lanciano ha fatto un gran gol e si sta muovendo bene. La speranza è di trovare altri giocatori perché in attacco abbiamo qualche problema. Cerri? L'ho chiamato per vederlo da vicino".

ARBITRI E CURVE - Infine, il ct dell'Italia under 21 affronta alcune tematiche di attualità: "Curve chiuse? E' una sconfitta per tutti. Discriminazione territoriale? Non so se questa è la strada per risolvere il problema. Arbitraggi? Succede quello che accade ogni anno: più si avvicina la fine del campionato più crescono le polemiche". 




Commenta con Facebook