• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > PASSENGERS - Ibra è lo United. Cavani, quattro gol per la critica; Lamela non brilla

PASSENGERS - Ibra è lo United. Cavani, quattro gol per la critica; Lamela non brilla

News di mercato e top/flop degli ex stranieri della Serie A


Edinson Cavani ©Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

05/10/2016 13:27

PASSENGERS CALCIOMERCATO GIOCATORI STRANIERI EX SERIE A / ROMA - Torna su Calciomercato.it l’appuntamento settimanale con 'Passengers'. Ecco le ultime notizie di calciomercato in merito agli ex stranieri della Serie A, con i top e i flop della settimana. Glik esclude un addio a breve e Morata nega un ritorno a gennaio, chiudendo le porte al Napoli. Bene Glik, Cavani e Ibrahimovic. Deludono Vidal, Coman e Lamela.

 

PASSENGERS – NOTIZIE DI CALCIOMERCATO DEGLI EX STRANIERI DELLA SERIE A

ALVARO MORATA (Real Madrid): l'attaccante ha voluto chiarire le cose, sottolineando che, nonostante le voci, non ci siano affatto speranze di un suo ritorno a gennaio alla Juventus. Accostato anche al Napoli, ha dichiarato: "Non avrei mai fatto come Higuain perché per me contano più l’orgoglio e la lealtà alla gente".

KAMIL GLIK (Monaco): un difensore affidabile come lui, con il vizio del gol, si ritrova spesso al centro di voci di mercato ma, dopo un lungo periodo trascorso al Torino, sembra poter fare lo stesso al Monaco: "Mi sento bene fin dal primo giorno in cui sono arrivato, sia con l'ambiente che con i compagni di squadra. Sento che resterò al Monaco a lungo".

 

FLOP DELLA SETTIMANA

KINGSLEY COMAN (Bayern Monaco): un certo talento, che non sembra ancora pronto per certi palcoscenici, al di là di un'ottima singola prestazione, come avvenne contro la Juventus. Riesce a saltare l'uomo ma poi, giunto al cross, lo sbaglia. Ancelotti lo farà crescere, senza dimenticare che ha solo 20 anni.

ERIK LAMELA (Tottenham): decisamente meno brillante rispetto al resto della squadra. Si presenta dal dischetto per il gol che avrebbe chiuso la gara ma, guardando il pallone e non il portiere, lo tira male e consente una parata non troppo complicata all'estremo difensore.

ARTURO VIDAL (Bayern Monaco): Ancelotti lo 'pesca' dalla panchina per dare una svolta al centrocampo ma l'ex Juve non riesce nell'intento. In campo è alquanto confusionario e non lo si vede correre come al solito.

 

TOP DELLA SETTIMANA

KAMIL GLIK (Monaco): quando ormai la sfida casalinga contro il Bayer Leverkusen sembrava potesse arenarsi sullo 0-1 in favore degli ospiti, l'ex Torino tira fuori dal cilindro un vero e proprio numero di magia. Piedi tutt'altro che da difensore, dimostra di non essere pericoloso soltanto di testa.

EDINSON CAVANI (Paris Saint-Germain): continua a resistere alle critiche, che in Francia gli piovono addosso a ogni rete sbagliata. In un momento delicato come l'1-1 maturato in rimonta contro il Ludogorets, l'ex Napoli prende la squadra sulle spalle e la porta alla vittoria con una doppietta, per poi ripetersi in Ligue 1 contro il Bordeaux.

ZLATAN IBRAHIMOVIC (Manchester United): è ancora una volta l'uomo della provvidenza dello United con la rete decisiva con lo Zorya. Mourinho ne è così dipendente da far riflettere sul suo ipotetico mancato approdo a Manchester. Cosa sarebbe oggi dei 'Red Devils'?




Commenta con Facebook